Popolo di cazzari ed aspiranti fancazzisti, ecco 5 pagine facebook da seguire nei vostri dolci momenti di relax. La selezione che vi propongo raccoglie un insieme di casi umani e crude verità, che rendono il mondo un posto peggiore. Buona lettura

Clienti che annullano il proprio Q.I.

Non che ci sia molto da aggiungere, il titolo parla da solo.
La pagina è un elenco di tutte le possibili richieste impossibili dei clienti, da quella che vuole un pesce da accarezzare a quella che si beve lo struccante, al signore che entra in un negozio di elettronica per fare acquisti on line perchè il suo pc non funziona.
Ci sono delle perle notevoli.
Le mie preferite rimangano sempre “le brevissime” perchè con 4 parole si riesce ad arrivare all’apice dell’assurdo.

Qualche esempio.
LE BREVISSIME DAL BAR
“Vorrei un vodka Redbull Analcolico”

LE BREVISSIME DAL NEGOZIO DI CALZATURE
“Queste scarpe ci sono anche nere?”
“No”
“In che senso?”

LE BREVISSIME DALLA GELATERIA
“Scusi, ma cos’è la cannella? Caffè?”

cucinaremale

Siamo finiti anche su La Repubblica. E dico “Siamo”, perchè mi ci metto dentro pure io. La pagina è collegata al gruppo, e si tratta di un susseguirsi di foto che farebbero rabbrividire qualsiasi nonna le guardasse.

Cucinaremale è un ode a chi ci prova anche, a cucinare, ma i risultati sono sempre deludenti. O fantastici, dipende dal punto di vista.
Che poi, come insegna Masterchef, anche l’impiattamento è importante, e qualcuno è davvero un genio.
Per non ledere l’altrui immagine, propongo esclusivamente il mio apporto al gruppo, ma ragazzi, iscrivetevi anche voi perchè fa davvero ridere.

11 ottobre 2014
Ho fatto la pizza.19 settembre 2015
Stasera faccio la signora, stasera pesce.

28 dicembre 2016
Avevo gola di muffin

UOMINI COL MESTRUO

Capite, l’eterna lotta tra uomo e donna, tra bene e male, tra giusto e sbagliato.
Una buona dose di ironia e situazioni assurde e tragicomiche in cui tutte prima o poi siamo inciampate. Peccato solo che la pagina non viene più aggiornata da tempo, ma se ancora non conoscete Uomini col mestruo, ne avete da leggere in abbondanza.
Ragazze, dico a voi, fatevele due risate. E ragazzi, dico a voi, siete dei geni del male indiscussi. Oh, c’è da dire che anche noi donne siamo sceme e sappiamo bene come stalkerare un uomo, eppure, certe perle solo una mente maschile può elaborarle. Vi amo.

Qualche esempio di difficoltà nelle relazioni sociali:

“Ci ho provato con la tua migliore amica perché lei te lo venisse a dire e tu ti incazzassi. TU MERITI UNO MIGLIORE DI ME.”

Lei: hai un’altra?
Lui: sì, ma non facciamone un dramma

“Se ti tratto male è solo per non far ingelosire mia madre!”

E via dicendo… e il peggio è che queste cose vengono dette davvero, non sono invenzioni. Lo giuro, potrei scrivere un libro solo con quelle che mi sono sentita dire io.

Insultare su Tripadvisor sentendosi grandi chef

Lo sapete, Tripadvisor non ha necessariamente la verità in mano e spesso capita che i commenti siano pilotati. Talvolta sono i gestori stessi dei locali recensiti a rendersene conto e rispondere alle polemiche, e spesso i risultati sono comici.
Viene da chiedersi se sia tutto vero, ma io ho talmente poca fiducia nel genere umano e ho lavorato così tanti anni in mezzo alle persone, che so benissimo che è tutto vero o potrebbe esserlo.
Insomma, a leggere certe cose l’atteggiamento è lo stesso che guardando una puntata di Forum: sai che sono attori, eppure te la prendi a cuore, perchè tutto nasce da storie reali.
E in giro c’è tanta gente che non sta bene.

Daw

Daw è un artista, Daw disegna fumetti.
Daw fa tanto ridere.
I suoi “Animaletti crudi” fanno tanto ridere.
Seguitelo, per avere anche voi attimi di gioia improvvisi.

Articolo precedenteDiversimili – Biodiversità umana in FVG
Articolo sucessivo“Facciamo come Baglioni”
Alessandra
Nata nel 1982 con un peso di 2kg e 240 grammi, negli anni ha recuperato grazie alle nonne ed alla passione per il buon cibo. Una laurea in Studi Europei, un erasmus alle spalle, la voglia di partire sempre in tasca e una cicatrice sul polpaccio sinistro. Si sente nuda se non indossa un paio di orecchini. Colore preferito: rosso. Colore preferito dei capelli: variabile. Cocktail: Godfather. Pandoro o panettone: pandoro. Non sopporta Maurizio Costanzo, Renzo Arbore, la zucca, l’uvetta e il test di Cooper. Ama la musica, i libri, il teatro, gli accenti stranieri e il ragù.

Lascia una risposta

Please enter your comment!
Please enter your name here