Per sentirvi belle non è necessario stravolgere i lineamenti con 8kg di trucco, e nemmeno  spendere un sacco di soldi in prodotti di bellezza e cosmetici. Tutto quello che serve invece, è tenere conto di qualche piccolo accorgimento… parola di make up artist!

Alice Chiarandini è una giovane e bravissima make up artist, che ho conosciuto anni fa ad un corso antincendio e da poco, scorrendo le foto su Instagram, ho scoperto che studia alla Making Beauty Academy a Torino. Sono diventata subito una sua grande fan e mi sono detta: “Alice è di Udine, è brava, è pure bella che non guasta, cosa mi blocca dal’ospitarla al Buddy Market n.3 del 29 e 30 maggio?” NULLA.
Così nei giorni scorsi mi sono fatta raccontare un po’ di più del suo lavoro in Accademia e soprattutto mi ha svelato cos’ha in serbo per noi al Buddy Market!

alice.unicorn_mua make up artist

Sono Alice Chiarandini, ho 23 anni, il mio nome d’arte è alice.unicorn_mua, che è anche il mio nickname su Instagram (l’unico social che utilizzo, al momento).
Ho deciso di intraprendere questo percorso dopo essermi laureata in Assistente Veterinaria, l’altra mia grande passione. E’ stata una scelta decisamente molto ponderata, inizialmente non me la sentivo di affrontare un percorso artistico, avevo bisogno di crearmi una rete prima di spiccare il volo. Ma l’occasione si è comunque presentata dopo la laurea.

Mi sono infatti trasferita a Torino, dove per il primo periodo ho seguito sia un corso di make up in Accademia, sia un corso di specializzazione in veterinaria.
Sono rimasta così affascinata dalle lezioni della Making Beauty Academy, che dopo poco tempo ho lasciato l’Università, per dedicarmi esclusivamente a quello che faccio ora, la make up artist.

I miei genitori all’inizio erano perplessi riguardo al mio cambio di direzione, però c’è da dire che era già nell’aria… fin dai tempi delle superiori ero una grande appassionata di fotografia e durante gli anni all’università ho lavorato per comprarmi macchine fotografiche, e accessori, tanto da crearmi uno studio.
Diciamo che i miei amici di certo non si sono stupiti quando ho detto loro che lasciavo veterinaria per seguire i corsi in Accademia!

MBA Making Beauty Academy

A scuola mi sono subito trovata benissimo, gli insegnanti erano molto disponibili e le classi poco numerose. Questi sono stati sicuramente dei valori aggiunti, che mi hanno fatto decidere per il percorso artistico, piuttosto che per quello universitario.

L’Accademia è suddivisa a livelli e ogni livello ha i suoi corsi, ad esempio io adesso sono certificata per Trucco correttivo, Trucco sposa… adesso avrei dovuto fare moda, ma con il lockdown si parlerà di moda e cinema il prossimo anno. Peccato, perchè in questo momento erano le lezioni che attendevo con più curiosità!

Sono un po’ opposti come tipologie di corsi, ma sono quelli che più si avvicinano ai miei gusti: a me piace abbinare il make up ad accessori che non sono considerati make up.
Per un look ad esempio avevo realizzato io le corna, altre artiste invece creano parrucche…

https://www.instagram.com/p/B-FYvWmK68N/

Basta poco per sentirsi più belle

Ho sempre avuto la passione per il trucco, certo ai tempi delle superiori ero forse troppo eccessiva  …se penso ai glitter!(rido, abbiamo tutti fatto le superiori)
Può sembrare paradossale, ma oggi che ho l’opportunità di frequentare lezioni di make up, mi trucco molto meno.
Pensateci, non è poi così strano: in Accademia la prima cosa che ci insegnano è che innanzitutto la cosa fondamentale è una buona preparazione della pelle e una buona base: se ad esempio, su una pelle secca come la mia, usassi la cipria invece che un prodotto più oleoso, alla fine sembrerei argilla.
La stessa cosa vale per i colori, io ho una pelle molto chiara, eviterò di certo una base che tende all’arancione.

Per essere belle, per SENTIRSI belle, basta poco, bisogna solo fare più attenzione ai dettagli.
Non ti piace la tua bocca perchè secondo te è troppo sottile? Sposta l’attenzione sugli occhi con un trucco più intenso sulle palpebre.
Credi di avere il naso troppo grosso? Magari si può puntare invece sulle labbra, con un bel rossetto.
Sempre per prendere come esempio me stessa: io ho gli occhi rotondi, evito di mettere solo la matita perchè altrimenti me li renderebbe ancora più a palla.
Quando mi trucco metto invece un ombretto sfumato verso l’esterno, che allunga la forma dell’occhio e rende il mo viso più armonioso.

Non è vero neppure che per truccarsi bene servono prodotti costosi.
Esistono diverse marche con prezzi accessibili e che hanno prodotti validi, ma ovviamente come dicevo prima, bisogna saper scegliere. E purtroppo non sempre le commesse dei negozi di cosmesi hanno le competenze giuste per potervi consigliare.

A proposito di prezzi accessibili, ora le case produttrici hanno finalmente iniziato a pensare anche ai fondotinta per pelli particolarmente scure o particolarmente chiare come la mia, cosa che prima non accadeva. Soprattutto per la pelle scura era problematico, esistevano solo fondotinta di case produttrici di lusso e si trattava sempre di make up per la moda o il cinema.

Il make up per il Buddy Market

Per il trucco che voglio proporre al Buddy Market, ho puntato sugli occhi.
Chissà per quanto ancora dovremmo utilizzare la mascherina, quindi nessun blush, niente terra o illuminante, no basi pesanti o rossetti sgargianti. Colori energici sulle palpebre invece, per mettere in risalto lo sguardo e giocare con le sfumature.
Per il look che vi svelerò sabato pomeriggio, mi sono ispirata anche a quello che va molto di moda ora su Instagram, come ad esempio le sopracciglia fissate solo con il sapone.

Curiosi? Non perdetevi il make up in esclusiva per Blud e Buddy Market: sabato 30 maggio, alle ore 17:30, a conclusione del Buddy Market n.3, pubblicheremo sulla pagina del Buddy, il video tutorial di alice.unicorn_mua!

Ma se questa intervista vi ha fatto venir voglia di scoprire di pù del mondo del make up, se  volete imparare qualche “trucco per il trucco”, Alice è disponibile anche su www.superprof.it, pronta a diventare la vostra insegnate per il self make up!

“Spesso mi chiedono come fa il trucco a durarmi così tanto, senza però tener conto che la cosa più importante è scegliere il prodotto giusto per il proprio tipo di pelle. Io parlo di self make up inteso come self love: conoscere alcuni piccoli trucchetti può far bene non solo alla pelle, ma anche a voi per sentirvi e vedervi meglio, imparare a scegliere la tipologia di make più facile per valorizzarvi, puoi aiutarvi anche ad amarvi un po’ di più”.

 

Articolo precedenteHandmade with love: Sugarfix
Articolo sucessivoBuddy Market On Line n.3
Alessandra
Nata nel 1982 con un peso di 2kg e 240 grammi, negli anni ha recuperato grazie alle nonne ed alla passione per il buon cibo. Una laurea in Studi Europei, un erasmus alle spalle, la voglia di partire sempre in tasca e una cicatrice sul polpaccio sinistro. Si sente nuda se non indossa un paio di orecchini. Colore preferito: rosso. Colore preferito dei capelli: variabile. Cocktail: Godfather. Pandoro o panettone: pandoro. Non sopporta Maurizio Costanzo, Renzo Arbore, la zucca, l’uvetta e il test di Cooper. Ama la musica, i libri, il teatro, gli accenti stranieri e il ragù.

Lascia una risposta

Inserisci il tuo commento
Perfavore inserisci il tuo nome qui