Quotidiani, social network, siti dedicati, magazine on line, in che modo si informano i giovani?
Quali sono i loro atteggiamenti quando navigano sul web?
Quali sono i social più usati?

L’Associazione Culturale Blud, Home Page e Messaggero Veneto, hanno unito le forze e cercato di rispondere a queste e ad altre domande sui generis attraverso un’inchiesta condotta per le strade di Udine durante le scorse settimane, intervistando giovani dai 18 ai 35 anni.

Il nostro fidato team (Lina, Genz, Rob e Giado a.k.a. le TM) ha intercettato numerosi ragazzi e ragazze al fine di determinare in che modo viene condivisa, commentata e fruita l’informazione che viaggia nell’etere. Le avete viste aggirarsi nei paraggi dell’Università? Hanno intervistato anche voi?

Il sondaggio è stato condotto anche attraverso un questionario on-line creato ad hoc (nei giorni scorsi avrete sicuramente visto il link sul nostro profilo facebook, ma se ve lo siete perso potete leggere le domande al link).
Durante la raccolta dei dati sono emersi interessanti e per certi versi inaspettati, risultati: secondo voi viene usato di più Facebook o Instagram? I giovani friulani sono più interessati allo sport o al sesso? Come si comportano generalmente di fronte alle “bufale”?

Rimanete sintonizzati sul nostro sito, a breve il video che è stato realizzato verrà pubblicato sul nostro blog e potrete scoprire come la pensano anche i vostri amici!

Nel frattempo domani mattina, sabato 28 maggio 2016, al Teatro Nuovo Giovanni da Udine, il Messaggero Veneto presenterà il video in anteprima nell’ambito della loro festa per i 70 anni del giornale.

Enjoy and Udine wake up!

blud-homepage tm-blud-inchiesta tm-sondaggio

Articolo precedenteGOT 6×05, HADDIO
Articolo sucessivo“La risposta all’unica domanda” 28 maggio 2016
Shef
Shef, classe 1983, una laurea in Lettere, rapper ed mc dal 2001. Appassionato di Hip Hop e street-culture, rap, areosol art, storia, letteratura, architettura, cinema. Hobby preferito: visitare musei e mostre d’arte. Vizio: la cioccolata al latte. Nei ritagli di tempo, scrittore di racconti e articoli vari. Non sopporta fare la fila e le persone ritardatarie, ma quando può professa con convinzione l’arte del perdigiorno passeggiando senza meta nel centro cittadino di Udine.

Lascia una risposta

Please enter your comment!
Please enter your name here