L’Estate è la mia stagione preferita. Io nel caldo sto bene. Sarà che mi ricorda il calore della pista quando la Musica infiamma il petto e le persone si lasciano andare. Ancestrale bisogno di abbandonarsi ad un ritmo che ci è rimasto dentro dagli albori e necessario per la sopravvivenza come un bisogno primario. Prima di tutto per infinito piacere personale mi sono messo sopra il mixer ed ho selezionato un po’ di recenti uscite dal panorama musicale. Una selecta che consiglio d’ascoltare a volume adeguatamente alto, tutta d’un fiato e ballare, sudare, ballare, sudare, ballare, sudare. Ballare e sudare fa bene! Fuori c’è il sole, alza il volume…AND LISTEN FOUR SEASONS BABY…DJ STRAW ON DECKS, BLUD IN THE CITY!TRACKLIST: DJ Straw // 4 Seasons // Summer 17’ // BLUD 1- Must Be The Music ( The Original Disco Mix ) – Joey Negro 2- Cast A Bell – Rubb Sound System 3- Loose Ends ( Soul Vision’s Classic Mix ) – Soul Vision 4- Love Blind ( Micky More & Andy Tee Remix ) – Right To Life, Micky More, Andy Tee 5- Organ Ride – Peppe Citarella, Davide Fiorese 6- Dum Dum ( Moon Rocket Organ Rmx ) – Inaky Garcia, Moon Rocket 7- Can’t Let You Go ( Louie Vega & Josh Milan Truthh Dub 1 ) – Loleatta Holloway, Louie Vega, Josh Milan 8- Got A Woman ( Original Jam Mix ) – Moon Rocket 9- Moody ( Original Mix ) – Micky More, Andy Tee 10- It’s Alright, Yeah! ( Richard’s 95 North Club Mix ) – 95 North, Richard Payton 11- It’s You ( Richard Earnshaw Vocal Mix ) – Massimo Paramour, Polina Griffith, Gianluca Pighi, Richard Earnshaw 12- Who’s Using Who? ( Original Mix ) – Johan S 13- Dance Tonight / C’on & Dance ( Luca Lala Main Vocal Mix ) – Cei Bei, Luca Lala

 

Condividi
Articolo precedenteI gonfiabili sono il “Must Have” dell’estate 2017
Articolo sucessivoPiccola libreria di montagna e di vita
Dj Straw
Igor Dal Piva a.k.a. Dj Straw nasce dietro la console nel 1996 a Belluno. Felicemente freelance dal giorno uno, smodatamente appassionato dell’underground e alla ricerca culturale delle sue radici. Inizia ascoltando Funk, Soul, Jazz e Blues e ispirato da questi suoni incontra l’Hip Hop e da dietro i piatti lo accompagna con l’arte dello Scratch. Amante del diggin’ e della black music, nel 2002 diventa membro dell’Atlantide 4et, storica crew veneta di menti eccentriche. Sempre aperto alle contaminazioni, entra a contatto con l’House Music all’inizio del terzo millennio. Ne studia la storia dalle sue origini, innamorandosi della Club Culture e proponendo nel Triveneto fusioni di suoni ricercati tra House, Disco, Latin Jazz e Breakbeat. Nel 2012 si trasferisce ad Udine ed un anno dopo, fonda con due amici di vecchia data del territorio friulano il trio The Golden Pitch, scopo del quale è proporre, ognuno con la propria impronta, musica miscelata di qualità per far fronte al pattume commerciale che spesso li circonda. Eclettico ed in costante evoluzione, sonda regolarmente le nuove uscite ma si vanta di non aver mai messo o comprato un disco commerciale in un ventennio di attività. Pubblica podcast in free download nella sua pagina mixcloud.com/djstraw per il piacere della divulgazione e promozione sonora, proponendo live set come capitoli di un racconto itinerante. Seguendo le parole di un maestro…alla ricerca costante del beat perfetto.

Lascia una risposta

Please enter your comment!
Please enter your name here