MEETING: Brick Custom

NOME INTERVISTATO: Max Blasone

SITO: https://www.facebook.com/brickcustom.udine/timeline

Arrivando dal Centro Commerciale Terminal Nord, dirigendosi verso il centro della città, all’angolo tra via Tricesimo e via Piemonte si scorge un angolo di giochi per grandi e piccini.

Max Blasone il proprietario di questa piccola città di lego, primo e unico negozio specializzato in tutta la regione dove è possibile trovare un vasta e varia quantità di pezzi, dai più semplici ai più elaborati, vendibili singolarmente o a blocchi.

Per quanto riguarda questi ultimi, vi sono pezzi specifici per creazioni mirate, il cui utilizzo è limitato al fine di costruire un complesso di lego specifico.

Mettetevi comodi, si comincia!

Da quanto tempo e come è nata la tua passione per il mondo dei lego?

Il lego lo conosco perché negli anni ’80 erano gli unici giocattoli che noi usavamo: i lego, i meccano e il traforo. C’erano poche possibilità di scelta.

Perché hai deciso di aprire questo tipo di negozio e da quanto tempo hai avviato questa attività?

Perché a Udine non c’è. E’ una realtà recente, questo è l’unico negozio che fa solo ed unicamente lego e volevo creare qualcosa di nuovo. Abbiamo aperto da 4 mesi.

Hai delle preferenze rispetto a ciò che vendi? C’è un pezzo che ti piace più degli altri?

Io, personalmente seguo di più il settore City perché è il gioco più “giocabile” per i bambini e anche per gli adulti, poi c’è anche Star Wars che è molto interessante, c’è la linea dei supereroi che va abbastanza, anche se conosco un po’ di tutti i settori e set che ci sono.

Qual è il target cui ti rivolgi? Con che tipo di clientela hai a che fare?

Bambini, adulti, ragazzi, professionisti. Per farti un esempio, scelgono i Lego per fare regali di lauree, cresime, comunioni, compleanni, fanno regali di gruppo, considerando che i Lego hanno prezzo medio-alto, quindi spazia in tutti i settori. Per dirti, c’è la linea Architecture che viene regalata tante volte a chi si laurea in architettura.

Sulla tua pagina Facebook ho letto che ci saranno delle novità in arrivo. Di che si tratta?

Sì, per quanto riguarda Star Wars, c’è il Friends, c’è il City nuovo, perché ogni 3-4 mesi buttano fuori cose nuove, quindi sei sempre aggiornato sui set in uscita.

Accetti anche pezzi che ti portano clienti/terzi di cui si vogliono liberare e che magari tu non hai?

Nella nostra azienda, di cui facciamo parte io ed un altro ragazzo che sta a Ferrara, per dirti, accettiamo l’usato, però compriamo i lotti, oppure ritiro certi pezzi che so di poter vendere, altrimenti corri il rischio di tenerti in casa chili di lego che devi vendere come sfuso. Spaziamo in tutto il settore, naturalmente il ritiro ha un prezzo e la vendita ne ha un altro: io consiglio sempre di vendere certi pezzi singolarmente.

Sempre sulla tua pagina Facebook ho visto che avete creato un evento che si terrà al Parco del Cormor, in cui collaborate con attività di Arti Marziali come Muay Thai, Aikido e Savate.
Di che si tratta?

No comment. *Se la ride sotto i baffi e continua* (ndr). Non posso dire nulla.
C’è una gara per i ragazzi che fanno arti marziali, poi naturalmente io porto le scatole medio- basse in vendita, perché di solito sono quelle che vanno di più e vediamo se riusciamo a fare anche una piccola esposizione dato che conosco alcuni ragazzi che vorrebbero esporre. Quindi faccio vendita, esposizione e la gara. Porterò anche il tavolo-lego da far provare ai bambini così giocano e si divertono. Calcola che a Ferrara, in un sabato, dalle 8 di mattina alle 2 di mattina del giorno dopo, ad un evento analogo, c’è stato un via vai continuo di gente, tanto è vero che hanno dovuto interromperlo altrimenti sarebbe continuato ad oltranza. Ma sto parlando di gente di 30 anni, bambini grandi –scherza (ndr)-! I tavoli che porterò li ho fatti fare io, perciò sono collaudati solo per bambini, più o meno alti: ci sono le gambe che si possono allungare e puoi vendere il tavolo con tutto il set. Se lo richiedono, possono avere i tavolini con le gambe più lunghe e se vogliono possono cambiare le sedie.

Hai in programma di ampliarti?

Adesso vediamo, a seconda di come riusciamo a trattare, perché questa merce è stata pagata subito, non ti da niente in conto vendita, quindi se vuoi qualcosa la paghi e poi la vendi. Recuperi in un secondo momento. Il problema è la disponibilità, perché la Lego in Italia da un budget e finito quello se hai pezzi li vendi, altrimenti devi arrangiarti. Noi per fortuna riusciamo ad averne.

Fate esposizione in regione o fuori?

Adesso in Italia iniziano a creare eventi Lego, c’è chi crea progetti propri, li costruisce e li espone, quindi la faccenda si fa interessante, anche in Friuli ci sono dei ragazzi di Osoppo che hanno fatto una bella mostra, a Palmanova dove sono andato sia come venditore che come espositore, c’erano un paio di noti collezionisti e ci sono state veramente un sacco di persone che sono venute sia a visitare che a comprare. Tanti pensano che i lego non si possano abbinare a niente, invece non vero perché ci si può associare a Cosplay, per esempio dei Ninjago, o come noi che lo abbiamo inserito nelle Arti Marziali (vedi evento Parco del Cormor, ndr) e una cosa tira l’altra, ci sono anche i fumetti, quindi, secondo me, piano piano, anche in Friuli riusciremo a fare qualcosa.


DSC02650
DSC02649 DSC02648 DSC02647 DSC02646 DSC02652 DSC02653 DSC02654

Lascia una risposta

Inserisci il tuo commento
Perfavore inserisci il tuo nome qui