ATTENZIONE!!! Le nostre amiche del Collettivo SpiceLapis in collaborazione con il Far East Film Festival, lanciano una call per l’organizzazione di una mostra collettiva di Illustrazione all’interno della 19° edizione del festival.

Tema unico: “La Metamorfosi nei Paesi Orientali”

Se siete interessati a partecipare queste le informazioni utili che dovete sapere:

  • La partecipazione è aperta a tutti, facenti parte del collettivo e non, residenti in Friuli Venezia Giulia – le illustrazioni saranno oggetto di selezione.
  • È richiesta una quota di partecipazione di 5 € per le spese di allestimento e di stampa delle copie per l’evento collaterale.
  • I partecipanti dovranno realizzare un’illustrazione di 210 x 420 mm + abbondanze 10 mm, orientamento verticale, originale ed inedita.
  • L’opera dovrà pervenire via posta o consegnata a mano entro e non oltre il 15 aprile 2017.
  • Non verranno presi in considerazione formati superiori o inferiori o illustrazioni con tema diverso da quello indicato

Per aderire potete trovare il modulo da scaricare e compilare nella pagine dell’evento facebook ospitato dal collettivo SpiceLapis. Il documento dovrà poi essere compilato in tutte le sue parti e inviato alla mail spicelapis@gmail.com con oggetto feff2017_metamorfosi entro e non oltre il 31 marzo 2017.

Un gruppo di professionisti del settore tra illustratori, fumettisti e grafici selezionerà in forma anonima le opere più interessanti, innovative e coerenti con il tema proposto ed i selezionati verranno resi noti nei primi giorni della settimana successiva alla scadenza.

Contestualmente alla mostra verrà organizzato un evento collaterale che coinvolgerà i partecipanti tutti del festival come i passanti ignari, con l’obiettivo di innescare un fenomeno di diffusione artistica dell’evento e di ricerca, con la possibilità finale di portarsi a casa la copia di una delle opere.

A seguire il collettivo SpiceLapis ci racconta il significato della metamorfosi e che cosa richiedono per partecipare alla mostra:

“La Metamorfosi

Tema centrale nel folklore orientale è la trasformazione di un essere o di un oggetto in un altro di diversa natura, maligna o benigna, per insegnare,aiutare, guidare, oppure dissimulare, ingannare, soggiogare.

Protagonisti sono molto spesso animali o spiriti, la cui funzione cambia daun Paese all’altro, come per le volpi, che in Cina si trasformano in belle fanciulle per ingannare gli uomini, in Corea si saziano col cuore dei morti, mentre in Giappone sono segno di buon augurio e messaggere d’Inari, divinità dell’abbondanza; oppure mutaforma dispettosi come i Tanuki (cane procione) che possono diventare oggetti o uomini, per confondersi tra loro oppuretruffarli. 

La Metamorfosi è anche il cambiamento dopo il raggiungimento di un risultato, come nella leggenda cinese delle carpe, che possono diventare draghi immortali una volta risalito il fiume giallo e saltata la porta del drago.

Per questa mostra vi chiediamo di andare alla ricerca delle più strane, belle, terribili e perturbanti Metamorfosi presenti nelle leggende orientali, esplorando il folklore e le cosmogonie di ogni Paese che ne fa parte, portando alla luce ciò che di più sconosciuto avete trovato, immedesimandovi nello spirito e nello stile tipici di questo festival.”

Condividi
Articolo precedenteLa logica finisce quando inizia la Bosnia
Articolo sucessivoGiovanni Lami – Bias
La Ste
Classe ’84. Originaria Udinese ma le piace considerarsi cittadina del mondo. Sognatrice, curiosa, estroversa e visionaria. Ama la buona musica, i tatuaggi, il cibo italiano, la fotografia e tutto ciò che è “street” dai vestiti all'arte, la musica e lo skate. La passione per i viaggi la porteranno ad affrontare 2 giri del mondo e a vivere in diversi continenti. Ha un background in marketing & comunicazione e una specializzazione nell’organizzazione di eventi di ogni genere, di questo blog è la fondatrice.

Lascia una risposta

Please enter your comment!
Please enter your name here