Probabilmente se sei di Udine e dintorni, conosci, o almeno hai sentito parlare, dell’Azienda Agricola Cecchini Marco, ma se leggi questo nome ora per la prima volta, preparati a leggere una bella storia.

Periodo di vendemmia, su Instagram e Facebook spuntano ovunque foto di uva, vitigni, e post di vendemmiatori occasionali.
Vendemmiatori che raccontano sempre di questa esperienza come qualcosa di bello, faticoso, certo, ma quasi liberatorio e a contatto con la natura.
Vuoi perchè siamo in Friuli e la cultura del vino ci scorre nelle vene, vuoi perchè sono le ultime giornate di caldo prima dell’arrivo del freddo autunno, la vendemmia sembra avere un fascino tutto suo, bucolico.

Come in tutte le aziende vitivinicole dunque, la vendemmia è iniziata anche all’Azienda Agricola Cecchini a Faedis (UD), in un’atmosfera molto particolare a seguito della pandemia. Diceva il 10 settembre Marco Cecchini su Facebook: “Quando stavo piegando il pinot bianco che oggi vendemmiamo, era appena iniziato il lock down. C’era un silenzio irreale e un clima di grande sconforto. Oggi, come sempre, la natura ha fatto il suo corso e tutti noi ci proviamo ad andarle dietro”.

Da che io lo conosco e lo seguo sui social, Marco è sempre stato bravo a raccontare e raccontarsi, mettendo a nudo la grande passione che ha per il suo lavoro.
Ma questo settembre, ha deciso di andare oltre e raccontare anche le vite delle persone che lavorano con lui. Scrive in un post del 15 settembre: “Siccome mi son rotto di condividere grappoli, vorrei condividere le storie dei miei vendemmiatori, perché dietro il vino ci sono le persone e non solo la tecnologia“.

Washid, foto di Cinzia Costantini

E così quel giorno, Marco ci ha presentato Washid, che viene dal Kerala in India. Washid ha una laurea in Ingegneria Aereospaziale presa in Ucraina e una in Economia presa all’Università degli studi di Udine. Parla correttamente diverse lingue, tra cui russo, italiano, inglese e hindu. In India ha una moglie e una figlia che non vede da più di un anno. Washid attualmente sta cercando un lavoro per quando finirà la vendemmia.

 

Paolo e Enrico, foto Marco Cecchini

Marco nei giorni seguenti ha deciso di continuare a raccontarci le vite di chi ha conosciuto: Paolo e Enrico sono amici dalle elementari e ancora studiano insieme, ora inizieranno a frequentare il terzo anno di medicina, Covid permettendo. I ragazzi volevano lavorare e stare all’aperto prima dell’autunno “Mi è venuta un po’ di nostalgia quando mi hanno raccontato dei “MERCOLEGIN”, cioè dei ritrovi universitari di mezza settimana. E i ricordi sono volati a più di venti anni fa ormai”.

 

Luqman, foto Marco Cecchini

E ancora. Lunedì all’Azienda Agricola Cecchini, è stata la volta del verduzzo e a vendemmiare c’era Luqman. Luqman viene dal Pakistan ed è arrivato in Italia a piedi. “Ha camminato per 3 mesi e attraversato non so quanti confini. Gli hanno rubato i soldi e ha sofferto fame e freddo. Ha un permesso di soggiorno per 5 anni e sta cercando lavoro in qualche fabbrica. Gli piace molto l’Italia. Lo ripete sempre”

 

Marco Cecchini in questi giorni sulla pagina Facebook dell’Azienda, sta continuando a raccontare le storie delle persone che stanno lavorando con lui in azienda, “Sono anni che divido la squadra tra richiedenti asilo o immigrati con permesso di soggiorno e ragazzi italiani” e secondo me quello che sta facendo è molto bello, perchè oltre a seguire la sua filosofia secondo cui dietro il vino ci sono le persone oltre che la tecnologia, ci racconta degli spaccati di vita che magari, talvolta, ci sembrano lontani e forse impossibili.

E così in vigna succede che lavorino insieme ragazzi universitari che sperano di riprendere i corsi senza troppi intoppi e persone che hanno avuto una storia più complessa e talvolta dolorosa alle spalle.

Io sono molto curiosa di continuare a leggere gli aggiornamenti e conoscere gli altri vendemmiatori, voi no? Vi do un consiglio, anzi, ve ne do due: seguite l’Azienda Agricola Cecchini Marco su Facebook e comprate il suo vino.
E poi sì, che potrete parlare della famosa e tanto citata “cultura del vino”.

Azienda Agricola Cecchini Marco
CASALI COS 33040 Faedis, Friuli-Venezia Giulia
http://www.cecchinimarco.com/

 

Articolo precedenteUdine, città della noia
Articolo sucessivoAmo Udine perchè…
Alessandra
Nata nel 1982 con un peso di 2kg e 240 grammi, negli anni ha recuperato grazie alle nonne ed alla passione per il buon cibo. Una laurea in Studi Europei, un erasmus alle spalle, la voglia di partire sempre in tasca e una cicatrice sul polpaccio sinistro. Si sente nuda se non indossa un paio di orecchini. Colore preferito: rosso. Colore preferito dei capelli: variabile. Cocktail: Godfather. Pandoro o panettone: pandoro. Non sopporta Maurizio Costanzo, Renzo Arbore, la zucca, l’uvetta e il test di Cooper. Ama la musica, i libri, il teatro, gli accenti stranieri e il ragù.

Lascia una risposta

Inserisci il tuo commento
Perfavore inserisci il tuo nome qui