Ragazzi, io ve l’avevo detto che amo la cucina! Amo cucinare e non di meno mangiare, ragion per cui vi sorbirete la mia personalissima (anche discutibilissima, ma solo dopo averla assaggiata) rubrica di ricette.

Oggi voglio proporvi un esperimento attuato non più di una settimana fa, dopo aver aperto il frigo per l’ennesima volta, essermi fatta una lampada (altrimenti a che servirebbe la lucina, oltre che per lo spuntino di mezzanotte?!) e aver constatato di avere ben poco, quasi niente, da mangiare.
Cosa che tra l’altro non mi spiego, considerato il fatto che sono più al supermercato che a casa. Ma a quanto pare, il cibo non è mai abbastanza.

Fatto sta che il genio sta nel creare un ottimo piatto con ciò di cui si dispone, perciò ho lasciato che il mio stomaco mi guidasse nella preparazione di quello che si è rivelato un ottimo risotto allo zafferano con mazzancolle e asparagi! (Ottimo perché i miei sono sopravvissuti, senza coliche o varie ed eventuali )

Di cosa abbiamo bisogno (quantità per 3 persone):

300 gr. risotto (direi fondamentale)
un vasetto di asparagi, verdi o bianchi
una vaschetta di mazzancolle (il mercato del pesce di Basaldella City era chiuso, perciò quelli del supermercato sono stati dei degni sostituti)
una bustina di zafferano
mezzo scalogno
sale q.b.
pepe q.b.
dado
olio

Preparazione:

Scaldare in una padella il mezzo scalogno (di piccole dimensioni) con un filo d’olio fino a che non sopraggiunge la doratura. Aggiungere del sale e del dado da subito in modo tale che il riso prenda più sapore e aggiungere quest’ultimo mescolando a fuoco basso, aggiungendo acqua calda mano a mano per procedere con la cottura.

***Suggerisco di far bollire dell’acqua in un pentolino a parte, poiché andando ad aggiungere la solita acqua di cottura che rifilano nelle ricette, avrete bisogno del Ledra per togliere la sete. ***

Nel frattempo, pulire le mazzancolle e gli asparagi, tagliare le punte di questi ultimi e metterle da parte: le utilizzeremo in un secondo momento come decorazione finale, una volta che il piatto sarà pronto per essere portato in tavola. Finire di cucinare il riso, dopodiché aggiungere lo zafferano e finire di insaporire con pepe, sale e dado. Unire asparagi e mazzancolle e servire con sopra qualche punta d’asparago tagliata in precedenza.

Et voilà, portata leggera e salutare, che non vi farà assolutamente sfigurare davanti ai vostri ospiti!
Bon appetit!

Listener

Lascia una risposta

Please enter your comment!
Please enter your name here