Ieri mentre aspettavo il mio turno per un colloquio in un’agenzia pubblicitaria mi è tornata in mente una conferenza tenuta da Oliviero Toscani (si, “quello della Benetton”) a cui ho assistito la scorsa estate durante Aria di Festa a San Daniele.

A forza di rispondere ad annunci di lavoro che richiedo la “creatività” fra le skills necessarie, la perla di Toscani “chi si definisce creativo è in realtà un cretino” non ha potuto non tornarmi in mente.

Quindi ho ritirato fuori la registrazione che custodivo nel mio cellulare, e (con un po’ di timore non lo nego) me la sono riascoltata. E Toscani ha parecchio da dire a riguardo, oh se ne ha. Quindi ecco a voi la mia collezione personale di perle di saggezza (o meno) di Oliviero Toscani.

Oliviero Toscani e i Creativi

“Oggi tutti i creativi sono omologati, hanno il tatuaggio, il piercing, capello rasato da una parte, tutti gli uomologati sono vestiti da anticonvenzionali. I ragazzi copiano i calciatori, le ragazze copiano le modelle scarse. All’interno dell’omologazione sicuramente non c’è creatività. Però sono questi che pensano di essere creativi. Vengono da me e dicono “Signor Toscani io vorrei lavorare con lei, perché lei è un creativo. Io ho tante idee” e io dico “Si bravo, e allora?”. In questa sala ci sono centinaia di idee, e questo è fantastico. Ma l’artista non è pieno di idee. Chi è pieno di idee e le cerca, come le agenzie di pubblicità, che fanno i “brainstorming”, delle cazzate che non finiscono più, vuol dire che non ne ha.”

Oliviero Toscani e il Made in Italy

“Ma cos’è questo made in Italy? Borse, scarpe, foulard… noi abbiamo la mania di dire che siamo creativi. Non siamo un paese creativo, ve lo posso garantire, lo dico per esperienza. C’è sempre un italiano che eccelle, ma è un individuo, non una media. Che sicuramente non è stato aiutato dall’Italia. Perché quando tu proponi all’Italia qualcosa che non rientra nel rank della loro burocrazia, avrai l’Italia contro.”

Oliviero Toscani e la tecnologia

“Chi inventa la tecnologia è creativo, chi la usa è cretino. Facebook è servito a mettere tutti i cretini in ordine alfabetico. Si accende il computer e boom, si inizia ad essere creativi. Balle. È il contrario. Siamo già tutti tarati dalla teleidiotizzazione che è avvenuta negli ultimi 30 anni. Cioè noi non crediamo più alla realtà, crediamo solo a ciò che vediamo in televisione, abbiamo bisogno della prova tecnologica della realtà che ci circonda.”

Oliviero Toscani e il marketing

“Non tutto è arte, nella comunicazione c’è un sacco di spazzatura, sopratutto con i nuovi mezzi tecnologici c’è una pila enorme di spazzatura, copiata stracopiata e rifatta. Da quando esiste la parola marketing tutto è stato rovinato. Se qui qualcuno lavora nel marketing non alzi la mano che lo faccio vergognare. Da quando esiste questa parola tutto è diventato mediocre. Quando entro in un’agenzia pubblicitaria mi sembra di entrare in cotolengo. Ci sono i direttori creativi, pensate, i “direttori creativi”, neanche padre eterno dirigeva la creazione, ha fatto tutto da solo.”

Oliviero Toscani e la fotografia

“La fotografia, da quando c’è, è la memoria storica. Mi piacerebbe avere i selfie di tutti qui. Ma stiamo scherzando? È fantastico. Adesso la fotografia inizia a diventare una cosa seria, non è più roba da fotografi da camera oscura, è la camera chiara adesso. E’ la memoria storica dell’umanità. Il nonno lo si ricorda sempre vecchio col bastone. Nessuno attacca la foto del nonno ventenne arrapato, che saltava addosso alla nonna. Ma il nonno è stato anche giovane. Andate ad attaccare la foto del nonno diciottenne, e vedrete che aveva sicuramente la faccia più intelligente di voi, perché non era rovinato dal computer e da tutte quelle cagate li.”

Condividi
Articolo precedenteManila, ma’am! – Chapter 3
Articolo sucessivoPostcards from Bangalore, Karnataka
Roberta
Neolaureata in cerca della sua strada. Le piace scrivere e ridere, spesso fa le due cose contemporaneamente. Le sue passioni sono la pizza, la pizza, la pizza e i gattini sull’internet.

Lascia una risposta

Please enter your comment!
Please enter your name here