Diario di bordo . giorno 2

0

Diario di bordo del capitano, data astrale 29 giugno 2015, giorno due.
Ho il naso viola e il segno degli occhiali. Molto bene. Primo giorno di lavoro, Gehrard mi fa pulire dalle erbacce il vialetto d’ingresso, 4 ore accovacciata o piegata a novanta, per una con la schiena debole come la mia è il massimo.
Ma non vedo perché fermarmi. Rapida doccia e via altro giro turistico. Rientro alle 18:20 che la schiena non mi regge e il mio ginocchio sinistro è in fiamme. Ah, la vecchiaia.
Mi sono informata per la Svezia, c’è un,offerta speciale, 69 euro 2 notti in nave e visita a Göteborg. Mi attira tantissimo, devo solo vedere come sono messa con spese varie ed eventuali. Anche perché il programma è lungo, un mese qui, uno a Lipsia e poi qualche Giorno a Berlino. E a Berlino spenderò senza troppo ritegno.
Sono andata in stazione a chiedere se il famoso biglietto che non ho usato aeroporto di Amburgo-Kiel lo potevo cambiare con un altro treno. Mi è stato risposto che quel biglietto lì non è di un treno, ma di un bus. Ma come! In compenso credo di aver capito da sola dove prendere il bus per Berlino il 22 e come pagare. Grazie ufficio turistico di Kiel.
Ho mangiato una paio di schifezze loro con nomi impronunciabili, ma in sostanza si trattava di pane e formaggio.
Ho trovato un negozio con tinte per capelli a 3 euro, tante tinte per capelli a 3 euro, belle tinte per capelli a 3 euro. Ciao, il paradiso, dovrò fare scorta prima di rientrare.
Sono arrivata a casa cotta, ho cenato con Gehrard e Tonia (la girfriend) e poi mi sono rintanata in camera mia.

g2_5 g2_4 g2_2 g2_1

VIDEO

https://www.youtube.com/watch?v=TbCaPLt03lo

Lascia una risposta

Please enter your comment!
Please enter your name here