Giorno 36
Diario di bordo del capitano, data astrale 2 agosto 2015, giorno trentasei.
Ok, faccio fatica. Sono persone meravigliose tutte, stare qui mi consente di conoscere ragazzi che girano il mondo e hanno visto cose fantastiche, i gestori hanno la mia età e sono tanto gentili, l’irlandese è pazza ma si può parlare di un sacco di cose… ma aiuto.

Quando facciamo le camere il pavimento del bagno non si lava “se proprio non è sporco sporco”, le lenzuola pulite vengono tirate fuori dalla lavatrice e prima di essere usate per rifare i letti vengono appoggiate per terra, sulla moquette su cui passano 40 persone ogni giorno, gli asciugamani idem, quando cucino devo sempre lavarmi le stoviglie perché anche quelle che dovrebbero essere state appena lavate sono incrostate… ho un attimo di crisi.

Non voglio mollare tutto perché è un’esperienza fantastica e non voglio tornare a casa, ma ammetto che oggi una crisi isterica l’ho avuta. Non che io sia una maniaca della pulizia, ma almeno un minimo, questi sono proprio zozzi mamma mia.

Io lo sapevo che lavorando con inglesi e australiani mi sarebbe salito il razzismo, lo sapevo.

https://www.youtube.com/watch?v=x0ZQyrlvMio


g36-3g36-2g36-1g36-4

Articolo precedenteIl trucco di Halloween
Articolo sucessivoTM: Tondo Mappamondo
Alessandra
Nata nel 1982 con un peso di 2kg e 240 grammi, negli anni ha recuperato grazie alle nonne ed alla passione per il buon cibo. Una laurea in Studi Europei, un erasmus alle spalle, la voglia di partire sempre in tasca e una cicatrice sul polpaccio sinistro. Si sente nuda se non indossa un paio di orecchini. Colore preferito: rosso. Colore preferito dei capelli: variabile. Cocktail: Godfather. Pandoro o panettone: pandoro. Non sopporta Maurizio Costanzo, Renzo Arbore, la zucca, l’uvetta e il test di Cooper. Ama la musica, i libri, il teatro, gli accenti stranieri e il ragù.

Lascia una risposta

Please enter your comment!
Please enter your name here