Giorno 38
Diario di bordo del capitano, data astrale 4 agosto 2015, giorno trentotto.
Niente, torno a casa. Questi giorni sono stati un po’ altalenanti. L’irlandese altre due volte la mattina non si è svegliata perché era troppo sbronza dalla sera prima e io chiaramente per altre due volte mi sono fatta prendere dal panico.

Ho avuto serate bellissime seduta in giardino a parlare con dei ragazzi australiani e olandesi di viaggi, Adventure Time, Duran Duran e superalcolici.

Ho avuto momenti un po’ meno belli presa dallo sconforto e dal mal di testa.

Poi oggi, facendo le camere, ho notato che ci sono alcuni cuscini sporchi di sangue, ma se si mette la federa sopra nessuno vede. Ci sono piumoni macchiati di qualcosa che potrebbe essere piscio, ma con il copripiumone nessuno vede. E poi è venuto fuori che dovevamo disinfestate tre camere da non ho capito che insetti. Crisi isterica, ho preso e sono andata in piscina, almeno il cloro disinfetta.

Sono tornata in ostello, ho detto ad Emma che mi hanno chiamato per un lavoro e che devo andare via prima del previsto, tra giovedì e lunedì (e giovedì è tra due giorni).
Do un occhio a blablacar, passo il pomeriggio a leggere o con i clienti, sono molto più rilassata ora che so che me ne torno a casa.

g38-2 g38-1 g38-4

Condividi
Articolo precedenteCooking Class presents: Tagliatelle crudo e mascarpone
Articolo sucessivoSegreti romani a Cividale. Crosato mette il vino in anfora!
Alessandra
Nata nel 1982 con un peso di 2kg e 240 grammi, negli anni ha recuperato grazie alle nonne ed alla passione per il buon cibo. Una laurea in Studi Europei, un erasmus alle spalle, la voglia di partire sempre in tasca e una cicatrice sul polpaccio sinistro. Si sente nuda se non indossa un paio di orecchini. Colore preferito: rosso. Colore preferito dei capelli: variabile. Cocktail: Godfather. Pandoro o panettone: pandoro. Non sopporta Maurizio Costanzo, Renzo Arbore, la zucca, l’uvetta e il test di Cooper. Ama la musica, i libri, il teatro, gli accenti stranieri e il ragù.

Lascia una risposta

Please enter your comment!
Please enter your name here