Giorno 6.
Diario di bordo del capitano, data astrale 3 luglio 2015, giorno sei.
Quasi una settimana. Sta andando bene. La mattina lavoro 3-4 ore, il pomeriggio vado in giro, la sera ceniamo insieme e poi tanti saluti, crollo a letto.
Il tempo è bello, fa caldo e mi sono bruciata la faccia al sole.
Domani se tutto va bene vado a vedere Laboe, un villaggio ad un’ora da qua, poi magari vado in spiaggia. Vediamo. Il costume l’ho comprato.
Mi hanno chiesto di cucinare qualcosa di tipico per loro una sera, proverò con il frico, anche se dovrò cercare di capire quale formaggio scegliere.
Poi pensavo anche alla piadina, che per loro la piadina è con la marmellata. Squaqquerone non ne hanno chiaramente, ma potrei fare una delle tante varianti che ho sperimentato negli anni a casa.
Oddio si, senza pizza posso stare, ma la piada mi manca!
Ora di sera ho mal di schiena e mal di gambe: avendo tanto tempo libero mi sono imposta di camminare una/due ore al giorno, ma in realtà poi passo tutto il pomeriggio in giro, quindi direi che per ora va bene.
Non sento la mancanza di casa, ma domani i miei amici saranno tutti ad una grigliata e un po’ mi dispiace non esserci.

Giorno 7 LABOE
Diario di bordo del capitano, data astrale 4 luglio 2015, giorno sette.
Ho conquistato il Baltico. Ho fatto il bagno nel Mar Baltico. Sono stata sulle spiagge del Mar Baltico.
Il caldo, il sole, il cielo azzurro, il mare blu. Che soddisfazione!
g6_6g6_5d6_4g6_1

VIDEO

https://www.youtube.com/watch?v=PyxLaHmOaYM

Articolo precedenteBrick Custom
Articolo sucessivoCaffe’ caucigh
Alessandra
Nata nel 1982 con un peso di 2kg e 240 grammi, negli anni ha recuperato grazie alle nonne ed alla passione per il buon cibo. Una laurea in Studi Europei, un erasmus alle spalle, la voglia di partire sempre in tasca e una cicatrice sul polpaccio sinistro. Si sente nuda se non indossa un paio di orecchini. Colore preferito: rosso. Colore preferito dei capelli: variabile. Cocktail: Godfather. Pandoro o panettone: pandoro. Non sopporta Maurizio Costanzo, Renzo Arbore, la zucca, l’uvetta e il test di Cooper. Ama la musica, i libri, il teatro, gli accenti stranieri e il ragù.

Lascia una risposta

Please enter your comment!
Please enter your name here