Il grande classico di Pasquetta è la grigliata in mezzo ai campi, dove possibilmente si dorme in tenda già dal giorno prima. Ma questo grande classico si accompagna ad una domanda che qua in Friuli non è da sottovalutare: e se piove?
In effetti le previsioni non si capisce bene come, ma dicono tutte cose diverse e organizzarsi non è proprio semplice.
Quindi ecco qua, una piccola selezione di eventi “all’ultimo” tutta per voi.

Pasquetta al Tenda con gli Alta tensione
Mare, musica e birra: non fa una piega.
https://www.facebook.com/events/365874043582853/

Pasquetta sulla neve
Il 28 marzo in terrazza Tamai, grande festa di fine stagione in mezzo alle montagne.
https://www.facebook.com/events/1704513929807331/

Big air show, Pasquetta in baita Goles
Sempre di montagna si parla, anche qui bere, mangiare e musica per tutti i gusti.
https://www.facebook.com/events/108879756175251/

Pasquetta gradese all’Isola d’oro
Qui si torna al mare invece, dj set e musica dal vivo aspettando l’estate in spiaggia
https://www.facebook.com/events/521536888024466/

Unesco Cities Marathon
Solo per gli sportivi, il lunedì di Pasquetta sulla tratta Cividale-Palmanova-Aquileia
https://www.facebook.com/events/1666389210278356/

Pasquetta al Parco del Cormor
Nessun evento in particolare, ma tradizione vuole che gruppi di baldi giovani si riuniscano al parco del Cormor muniti di birra e crema solare. Generalmente fa parte dell’attrezzatura anche un pallone e un frisbee
http://www.parcormor.it/

Madre Terra Open Air Festival
Se potete muovervi da Udine, non perdetevelo. 14 ore di musica, 3 bar point, 2 food point con hot grill all day long (per pranzo e cena!), ingresso + grigliata 20 euro. Dire di no è difficile.
https://www.facebook.com/events/797550847055456/

Aperto 2016 Musica e Musei
Il castello di Udine ad ingresso gratuito, concerti e aperitivo in musica in casa della Contadinanza
https://www.facebook.com/events/1551327441828509/

Ah, poi ci sono le giostre in Piazza Primo Maggio! Una garetta a chi fa più giri sulle gabbie?

 

Condividi
Articolo precedenteI “The Blave” attraverso gli occhi di Fulvio Gubiani
Articolo sucessivoThe Winefathers, quando il vino crea una famiglia
Alessandra
Nata nel 1982 con un peso di 2kg e 240 grammi, negli anni ha recuperato grazie alle nonne ed alla passione per il buon cibo. Una laurea in Studi Europei, un erasmus alle spalle, la voglia di partire sempre in tasca e una cicatrice sul polpaccio sinistro. Si sente nuda se non indossa un paio di orecchini. Colore preferito: rosso. Colore preferito dei capelli: variabile. Cocktail: Godfather. Pandoro o panettone: pandoro. Non sopporta Maurizio Costanzo, Renzo Arbore, la zucca, l’uvetta e il test di Cooper. Ama la musica, i libri, il teatro, gli accenti stranieri e il ragù.

Lascia una risposta

Please enter your comment!
Please enter your name here