Want create site? With Free visual composer you can do it easy.

Durante le mezze stagioni potrebbe sembrare che il fare delle attività sportive all’aperto sia più difficile, invece esistono moltissimi sport outdoor che trovano in questo periodo il momento ideale, sia per le temperature che per i colori della natura che l’autunno ci offre.

Una di queste è sicuramente l’arrampicata.

Sia ben inteso, non l’arrampicata in montagna, ormai ha già iniziato a nevicare, ma la cosiddetta arrampicata sportiva.
Questo tipo di scalata viene praticata più spesso in bassa valle, fino sulle scogliere a picco sul mare.
Le pareti hanno dimensioni che posso andare dai 15 ai 50-60 metri di altezza, vengono chiamate falesie ( letteralmente luogo dove nidificano i rapaci), e normalmente sono raggiungibili con poco cammino.
Questo tipo di attività consiste nel salire molteplici tipi di percorsi già precedentemente attrezzati sulla parete, per poi essere calati a terra dal compagno.

La piccola alchimia che si crea tra lo scalatore e la roccia nel momento in cui raggiungi la fine della parete è pura magia, un ottimo modo per armonizzarsi con la natura e viverla “da dentro”.

I percorsi possono essere dei più vari, come anche il tipo di roccia. Nella nostra regione si può andare dal conglomerato al calcare. Il primo tipo è composto da sassi arrotondati uniti da una sorta di cemento naturale, questa roccia è tipica del fiume Natisone (dove si arrampica) oppure di zone vicine al lago di Cavazzo. Mentre il calcare può assumere infinite forme ed è tipico delle zone della Carnia o di Trieste.

E poi c’è la compagnia, per arrampicare è necessario avere un compagno, una persona fidata con cui poter condividere queste piccole avventure. Il socio serve per quello che in gergo viene detto “fare sicura” ovvero gestire la corda dal basso in modo che lo scalatore non possa mai cadere a terra, ma rimanere appeso alla corda appunto.

I miei luoghi preferiti per arrampicare in questa stagione sono sicuramente Trieste, che grazie alle temperature miti, il sole e delle splendide falesie offrono giornate stupende anche in pieno inverno, e la zona di Tolmezzo, dove le pareti nere esposte al sole permettono una scalata di qualità.

Se non si ha molto tempo per praticare questo sport durante la giornata non dimentichiamoci che esistono delle palestre indoor a Udine, Codroipo, Tolmezzo, Pordenone, Tarvisio, Trieste ecc…Qui si può arrampicare la sera in compagnia senza troppi pensieri, ed allenarsi per le giornate all’aria aperta.

Ricordo infine che per la pratica ti questa disciplina è utile affidarsi ad un professionista come una guida alpina in quanto l’altezza ha il piccolo problema che se cadi ci si puo’ fare molto male!

Peace & rock

www.marcomilanese.com

profilo x sitoImmaginellllllll 039IMG_0368FUS_1027ABC_3332-1ABC_3283_01-1302764_3929259236653_1800831942_n

Did you find apk for android? You can find new Free Android Games and apps.
Condividi
Articolo precedente“Non contiene Alcool”
Articolo sucessivoDiario di bordo . giorno 40
Marco
Ama stare all’aria aperta. Per mangiare fa la Guida Alpina e qualsiasi lavoro che richieda l’uso di corde, dai palazzi agli alberi. La sua vera passione però sono gli sport outdoor. Pratica l’arrampicata, lo sci e qualsiasi attività divertente in montagna ma anche slackline e highline, skydiving, windsurfing, parapendio e speedfly . Vive intensamente l’ambiente che lo circonda spostandosi parecchio tra Friuli, Veneto e il resto delle alpi. La sua base è a Udine ma il suo spirito è ovunque! Enjoy the nature.

Lascia una risposta

Please enter your comment!
Please enter your name here