A Natale siamo tutti più buoni, ma soprattutto Natale è quel periodo dell’anno in cui il kitsch regna sovrano ed incontrastato.

Io credo che su internet si possa trovare un florilegio di cose bellissime e se fossi ricca avrei una casa solo per tenerci felpe e magliette fantastiche (neanche una stanza a parte, proprio una casa) e oggi voglio darvene prova. Traetene spunto per i vostri regali di Natale o almeno fatevi una risata, alle volte il confine tra “bello” e “inguardabile” è labile.

Jurassic Park

Iniziamo con la maglia di Natale di Jurassic Park. L’ho vista (maledette sponsorizzazioni di facebook) e ho capito che dovevo prenderla.
In realtà ancora non l’ho acquistata, ma non credete sia bellissima?
Io sono una fan sfegatata dei dinosauroni dal 1993.
http://jurassic.qatees.com/

Jurassic Christmas

Birthday Boy

Festeggiamo tutti insieme il compleanno di Gesù.
Perchè è un bravo ragazzo, perchè è un bravo ragazzo, nessuno lo può negar.
Cappellino colorato, colomba della pace, palloncino: non serve altro per festeggiare i suoi 2016 anni.
http://www.twinkledeals.com/

Birthday boy

Natale per signorine

Sullo stesso sito, vorrei far notare alle signorine che vogliono essere più eleganti, che esistono anche i vestitini a tema e non solo le felpe.
In realtà questi ultimi non li trovo belli, ma sono talmente brutti che ancora un po’ che li guardo inizieranno a piacermi.
http://www.twinkledeals.com/


20161031104710_30954

Natale firmato Whoopy Goldberg

Che ve la ricordiate per Sister act, per Il colore viola, per Gosth, per Star trek, o per chissà quale altro film, sappiate che Caryn Elaine Johnson, meglio conosciuta come Whoopy Goldberg, ha creato la sua linea di maglioni di Natale.
All’insegna del kitsch.

E secondo voi non potevano entrae in classifica tra le cose belle dell’internet? Per questa chicca devo ringraziare Daniele per la segnalazione.

Lord and Taylor non mi permette di scaricare e riproporvi qui le immagini, ma potete trovare la collezione a questo link: http://bit.ly/2gzac0h
Ma ci terrei molto che diate un occhio anche questo video perchè c’è una dimostrazione pratica di quanta emozione possa dare un maglione:

Gugu Christmas

Questo è un sito che vi consiglio di consultare periodicamente, perchè anche tralasciando il Natale, offre una gran varietà di prodotti uno più bello dell’altro.
Qui mi limito ad un paio di menzioni d’onore.
Occhio che queste che vi propongo sono edizioni limitate
http://bit.ly/2fomYBD

Murder, Christmas

E poi c’è lei, Jessica. O Angela, dipende da quanta confidenza avete.
Lei, la bionda e cotonata scrittrice che ha accopagnato la nostra infanzia e da allora non ci ha più mollato con le repliche in onda su Canale 5 e Rete 4. Lei, la regina incontrastata di Cabot Cove, dove ne succedono di ogni e ci scappa il morto un giorno sì e uno no.
Ma Lei arriva e taaaak, scopre il colpevole. Che se io fossi stata in Amos Tupper mi sarei chiesta se dismettere i panni di papà Cunnigham per diventare sceriffo, fosse stata una buona idea. Insomma diciamocelo, Amos non ne avrebbe beccato manco uno senza Jessica.
Questa è una delle cose più belle degli ultimi anni e devo dirvelo, io ce l’ho.
http://bit.ly/2g78G7i

La mia non è la versione originale qua sopra, ma ho chiesto ad un’amica di farmela: felpa della Decathlon, Chicca si è munita di penne, pennelli, pennini e a mano ha ricreato un piccolo gioiellino.
Senza spese di spedizione!


E il Natale quando arriva arriva.

Condividi
Articolo precedenteFiera del Lavoro ALIG 2016 @ Teatro Nuovo Giovanni da Udine
Articolo sucessivoQuattro Quarte
Alessandra
Nata nel 1982 con un peso di 2kg e 250 grammi, negli anni ha recuperato grazie alle nonne ed alla passione per il buon cibo. Una laurea in Studi Europei, un erasmus alle spalle, la voglia di partire sempre in tasca e una cicatrice sul polpaccio sinistro. Si sente nuda se non indossa un paio di orecchini. Colore preferito: rosso. Colore preferito dei capelli: variabile. Cocktail: Godfather. Pandoro o panettone: pandoro. Non sopporta Maurizio Costanzo, Enzo Arbore, la zucca, l’uvetta e il test di Cooper. Ama la musica, i libri, il teatro, gli accenti stranieri e il ragù.

Lascia una risposta

Please enter your comment!
Please enter your name here