Ieri sera è finita una settimana sanremese stranissima, piena di colpi di scena e momenti bizzarri. Si chiude con la dichiarazione dei due conduttori: non ci sarà un terzo Sanremo con noi. Un po’ siamo quasi dispiaciuti, ci eravamo abituati a Patato e Amorino.
Finalmente ci togliamo di torno Giovanna, Vernia e Valeria e di questo sì siamo davvero felici.

Partiamo subito con le pagelle perchè c’è molto da dire… Visto che siamo un po’ paraculi, a tutti daremo un premio di partecipazione perchè in ogni caso Sanremo non dev’essere una settimana facile.

VIA!

Ghemon
Ammicca alla telecamera si struscia a se stesso, Ghemon è convinto sia il suo momento ma non ne siamo proprio sicuro. Rodrigo D’Erasmo torna tra noi come il Jack Sparrow del Festival, iniziamo a credere che Vessicchio abbia scelto lui come successore.
Premio “Momento giusto”

Gaia
Nel remake del Ciclone vorremmo questa canzone mentre Lorena Forteza balla sul tavolo. Flamenco e frange, movimenti esotici e noi andiamo a dare il ramato.
Premio ”Pieraccioni”

Irama
Era uno dei favoriti, la canzone inizia a piacerci ma avremmo preferito un ologramma di Vincenzo Mollica con “La genesi del tuo colore” in sottofondo.
Premio “Casper”

Gio Evan
First reaction: scioc. Finalmente ha ascoltato la nostra richiesta e ha trovato dei pantaloni lunghi! Ci sembra canti pure meglio. Quando manda un bacino alla telecamera noi sorridiamo.
Premio ”Bacetti”

Ermal Meta
Poca scena, tanto amore, una canzone pulita che potrebbe cantare Gianni Morandi. Tocca la finale e tocca i cuori degli innamorati.
Premio “Fanale”

Fulminacci
Se avessimo 19 anni ora saremo innamorate ++. Ne abbiamo 30 e siamo un po’  infatuate. Romanticherie e Goleador.
Premio “Notte Prima degli esami”

Francesco Renga
Sapete quando siete a una festa e tutti cantano ma voi sapete solo 3 parole allora per partecipare le gridate e scambiate sguardi complici? Ecco cosa è successo a Renga negli ultimi cinque giorni. Ambra ridacci il vero Renga!
Premio “Chi l’ha visto?”

Extraliscio
Vorremmo rapirli e chiuderli in una frasca a Nimis. Variegati, Variopinti, nessuno sentirà più parlare di loro. Ma li troveremo su E20.
Premio “DeLorean“

Colapesce Dimartino
Quando, un po’ brilli nel mezzo di una festa dove non vi divertite vi troverete a pensare alla vita ricordate: Colapesce e Dimartino provano la stessa cosa. Questo non ci ha impedito di puntare 5 euro su di loro alla Snai.
Premio “Falso D’Autore”

Malika Ayane
Dalla prima puntata siamo felici per lei ma non compreremmo mai questo disco. Canzone perfetta per la pubblicità Vodafone.
Premio ”Germanotta”

Fedez-Michielin
Senza nastro rosa, Fedez suda come un orso marsicano alle Cayman.
Male assortiti ma convinti la coppia di cocoriti spera nel voto del pubblico di Instagram.
Siamo felici abbiano dato i fiori a entrambi finalmente.
Premio “Pappagalli”

—-
Entra la Vanoni, quest’anno compie 87 anni, perfetta in tutto.
Siamo solo un po’ delusi che non abbia mandato a cagare nessuno.

Insieme a Gabbani portano una canzone che, se in gara, avrebbe vinto a mani basse. Ma tipo Ermal meta chi??
La coppia, affiatata come Lennon e Yoko, emoziona e non vogliamo sapere altro.
—-

Willie Peyote
Ci piaceva così tanto da fare una scommessa anche su di lui.
Willie è il ragazzo che vorresti per tua sorella, quello che poi diventa il tuo amico del cuore e tornate a casa in bici.
Premio “Il cognato che vorrei”

Orietta Berti
Orietta in un omaggio al Divino Otelma ci lascia senza parole. Non riusciamo ad ascoltare la canzone perchè tutti gli altri sensi sono occupati a capire cosa stia succedendo.
Premio “Tende Preziose”

Arisa
Per quanto odiamo Gigi D’Alessio, alla fine dobbiamo ammettere che questa canzone è qualcosa di bello. Per quanto non ci piaccia Arisa, alla fine dobbiamo ammettere che è bravissima.
Premio “Sincerità”

Bugo
Bugo non pensava di arrivare a stasera, infatti ha i vestiti di ieri.
Arriva con il giubbotto addosso per dissimulare, ovviamente non si è fermato a lungo.
Premio ”Torno per cena”

Maneskin
Sicuramente fuori di testa e diversi da loro, ultima esibizione rock della Kermesse. Sono tanto forti.
Premio “Notti sul ghiaccio”

Madame
Non siamo convintissimi dall’inizio, passa il tempo e siamo ancora un po’ nel mezzo.
Premio “Udine Sposa”

—-
Il Banderas dello sci, scende a braccetto con la sirenetta italiana.
Visto che dall’estero non possiamo votare per il Festival, votiamo il logo di Tomba con tutte le nostre forze.
—-

La Rappresentante di Lista
Ci piacciono, tanto. Lei è brava e sono sempre in pendant. Arrivano dal teatro e si vede.
Premio “Panna Montata”

Annalisa
Lei è deliziosa. Purtroppo non è andata alla grande ma siamo sicuri la radio le darà quel che merita.
Premio “Giustizia”

Coma_Cose
Non so se sia la seconda bottiglia di Prosecco ma qui ci si abbraccia e si canta. E lei faccia poco la furba che è di Pordenone. Innamorati del mondo UNITEVI.
Premio “Topolini”

Lo Stato Sociale
Dieci anni fa ci siamo conosciuti al Deposito Giordani e vi si vuole bene. Vi è successo qualcosa di strano ma siamo ancora qui con voi. Se non altro per l’impegno sociale che continuate a mantenere.
Premio “Coop”

Random
Questa canzone non è meravigliosa , lui non ha una bella voce ma ci crede tantissimo.
Premio “Baffetto”

Max Gazzè
Max noi ti preferiamo quando sei te stesso. In ogni caso, se ti piace travestirti it’s fine, basta che continui a venire a Sanremo.
Premio “Fedeltà”

Noemi
Saremo noi insensibili, ma questa canzone non ci trasmette granchè. Ma come si dice “non sei tu, sono io”.
Premio ”Lasciamoci bene”

Fasma
Non sappiamo cosa dire su questo cantante, ricordiamo che da più di vent’anni i Jalisse non vengono presi a Sanremo.
Premio “Di Cortesia”

Aiello
Il Capitan Uncino del festival canta alle 2:00 ma a uno così incazzato non interessa. Gli hanno dato tutti picche a ‘sto povero Cristo che in fin dei conti non meritava di essere trattato così, nemmeno dalla tipa della canzone.
Premio ”Ibuprofene”

La finale è assurda e non abbiamo vinto un euro alla Snai.
Premi Della critica a Willie Peyote, Colapesce e Dimartino e Madame.
Sul podio: Ermal Meta, Fedez con Francesca Michielin e i Maneskin.

I Maneskin alle 2 e 30 vincono il 71esimo Festival, stravolgendo tutti i canoni e le aspettative di un’ Italia in cambiamento. Piangono, si abbracciano e cantano la loro canzone, accompagnati da un’orchestra che suona in piedi festeggiando con loro.

Questo è un bel momento, un momento giusto e felice.
Ci sarebbero mille cose da dire (ieri per esempio Orietta Berti ha allagato la sua camera) ma per i dettagli oggi c’è Mara Venier.
Io vi saluto, mi sono tanto divertita.
Dall’Ariston è tutto per quest’anno,

Diana

Foto prese da Google

Lascia una risposta

Inserisci il tuo commento
Perfavore inserisci il tuo nome qui