IL PRIMO FESTIVAL INTERNAZIONALE DI ARTI ELETTRONICHE 

   FRIULI VENEZIA GIULIA – AUSTRIA – SLOVENIA

   29 settembre – 4 novembre 2017

Progetto a cura del Circolo Arci Hybrida, col contributo della regione FVG in collaborazione col Comune di Udine ed il supporto della Fondazione Pittini, sostegno di CSS, CEC, Comuni di Tarcento, Lusevera, Bovec, e molti partners.

Hybrida nasce nel 2003 al centro Europeo di Arti e Comunicazioni Contemporanee ”L. Ceschia” di Tarcento per sviluppare progetti di studio e promozione della musica contemporanea e di forme moderne di espressione artistica. Festival, spettacoli teatrali, workshop, cicli di proiezioni di video, performance. Come etichetta discografica indipendente diffonde la cultura musicale con Hybrida Radio Show, sulle frequenze di Radio Onde Furlane.

L’obiettivo è quello di dar lustro e portare in giro musiche contemporanee e d’avanguardia.  Dare un segno di forza e continuità mescolando il passato e le tecnologia contemporanea.

Udine ha sempre fatto della pluralità una bandiera. Occuparsi con cura e professionalità dell’organizzazione di un grande Festival ed in grande stile,  richiede grande abilità, conoscenza e visione ampliata, oltre il desiderio di un percorso di crescita verso nuove espressioni artistiche e coinvolgimenti più vasti.

CONCERTI – PERFORMANCE – WORKSHOP – INCONTRI – ASCOLTI – VISIONI

6 settimane, 20 concerti, 4 workshop – tutto gratis, tranne i concerti al Palamostre del 3 e 4 novembre anche se scontati per i giovani con meno di 25 anni.

Tra i molti artisti di fama internazionale il compositore giapponese Ryojl Ikeda, il francese Kassel Jaeger, pseudonimo di Francois Bonnet e gli inglesi Sculpture e Emptyset.

Un festival dal carattere itinerante ed europeo che toccherà 6 comuni regionali: Tarcento, Lusevera, San Pietro al Natisone, Comeglians,staranzano, Udine, dove arriveranno artisti internazionali di alto livello, per poi portare le eccellenze  della musica elettronica friulana fuori dai suoi confini per le date di Tolmino (Slovenia) e Arnoldstein (Austria)

I giovani saranno invitati a fruire di questa occasione in cui troveranno degli stimolanti workshop, ponti tra il passato e la tecnologia contemporanea.

Segnalo l’interessante conferenza il 31 ottobre dalle ore 10 al Teatro Palamostre di Udine “Black Mirror – Mondi digitali e vita quotidiana” dedicata agli studenti delle scuole superiori.

Due spazi saranno riservatii anche all’ascolto ed alle proiezioni.

Dal 2 al 4 novembre, da Kobo Shop in Via Palladio a Udine, sarà proiettato Ruins Rider di Pierre-Luc Vaillancourt

Il programma completo è a questo link

https://freemusicimpulse.com/2017/08/16/programma/

Un vasto programma coinvolgente che apre dimensioni in collegamento tra passato e presente e scambi di territori creativi musicali-culturali ampliabili in un futuro vicino.

Condividi
Articolo precedenteBelli di Mamm – Episodio 2
Articolo sucessivoSofar. Il mondo nuovo della musica
Gloria Corradi
Nata a Ferrara nel 1960, sceglie di vivere a Udine. Speaker radiofonica per 14 anni. Studia arte digitale e grafica. Originale, eclettica: immagini, poesie, scioglilingua, testi per eventi, raccontini, canzoni. Sommelier d’arte. Legge, recita e presenta appassionatamente. Vibrano con lei: l’azzurro ed il verde, la sensualità, i particolari, il gioco dei contrasti. Ricerca e gioco si mescolano nella creatività. Emozionale e d’anima la voce. Ama la natura, la spontaneità, le sorprese, i profumi dei frutti, la pelle al naturale.

Lascia una risposta

Please enter your comment!
Please enter your name here