FORMA Free Music Impulse entra nella sua ultima settimana di eventi: prima dei
grandi concerti del fine settimana si susseguiranno incontri, workshop e ascolti.
FORMA Free Music Impulse, festival internazionale di arti elettroniche del Friuli Venezia Giulia, è organizzato dall’associazione culturale Circolo Arci Hybrida

Forma Free Music Impulse è entrata nella sua ultima settimana di eventi. Prima dei grandi concerti del fine settimana, da martedì 30 ottobre si susseguiranno incontri, workshop e ascolti.

Fino al 2 novembre si potranno ascoltare i rari e preziosi materiali provenienti dalla
collezione Cinéma pour l’oreille. Allo Spazioersetti di via Volontari della Libertà 43, a Udine, per tutta la settimana, Cinéma pour l’oreille propone un mondo sonoro
completamente diverso, dove l’approccio alla materia sonora è visivo e cinematografico e ci
offre l’occasione di “vedere” i suoni mentre li ascoltiamo.

Il 30 ottobre e l’1 e 2 novembre alle 18.30 alcuni brani della collezione saranno analizzati da Paolo Zavagna, coordinatore del Dipartimento di Nuove tecnologie e linguaggi musicali al Conservatorio di Musica “B. Marcello” di Venezia.

Si continua martedì 30 con il workshop “Ensemble di laptop” che si svolgerà in replica anche mercoledì 31 dalle 9 alle 13 e dalle 14 alle 17 al Teatro San Giorgio di Udine, sempre con Paolo Zavagna. Nell’ensemble di laptop ogni singolo esecutore porta con sé il proprio bagaglio di strumenti di elaborazione e lo applica ai suoni che verranno individuati quali materiali da rielaborare. I suoni possono essere registrazioni di paesaggi sonori o altro materiale preregistrato o suoni prodotti dal vivo da strumenti acustici o altre fonti sonore.
Durante il workshop verranno approfonditi i rapporti fra il materiale sonoro e i processi di
elaborazione e l’interazione fra i vari laptop.


Il Teatro San Giorgio sarà poi scenario di due appuntamenti, mercoledì 31 ottobre alle
21 e giovedì 1 novembre alle 17.30. Mercoledì 31 il filosofo Vincenzo Santarcangelo e
l’editor e scrittore Valerio Mattioli saliranno sul palco per un dialogo che prenderà la forma di una performance, con “Ipersuoni/Iperprogetti” dei Libri di Not. Giovedì 1, alle 17.30, Enrico Coniglio e Nicola Di Croce saranno impegnati nell’incontro “Suoni delle aree a margine / i paesaggi sonori del post-urbano”. Aree rurali e luoghi abbandonati si rivelano attraverso modalità di ascolto che le riconfigurano e le indagano.

Lascia una risposta

Please enter your comment!
Please enter your name here