Occhio! Continuano gli spoiler di Roberta sulla ormai nota serie Tv statunitense Game of Thrones, dedicata agli amanti del genere fantasy e creata da David Benioff e D.B. Weiss.
Nata come adattamento televisivo del ciclo di romanzi Cronache del ghiaccio e del fuoco (A Song of Ice and Fire) di George R. R. Martin, ha debuttato il 17 aprile 2011 sul canale via cavo HBO.
Anche se l’uso frequente di nudo e di violenza (sia fisica che sessuale) talvolta è sfociato in critiche negative, Il Trono di Spade ha attirato un numero record di telespettatori su HBO e ha generato un fandom internazionale eccezionalmente ampio e attivo. La serie ha inoltre ottenuto ampi consensi anche dalla critica, in particolar modo per quel che concerne la recitazione, i personaggi complessi, la trama, la portata e la qualità della produzione.
Mettetevi comodi e godetevi questa recensione fresca fresca, solo per voi. Pronti? Via.

Una fantastica puntata la 6×04, di cui però non ricordo molto oltre alle tette di Daenerys.

Ah si, il premio “personaggio sfigato di GOT”, alias Sansa Stark, ha avuto il suo primo momento di gioia della stagione. O forse della vita. L’abbraccio di ritrovo con Jon Snow ha scatenato sentimenti di felicità misto malinconia misto un po’ di gelosia, perché Jon è sempre Jon e la resurrezione gli dona. Questo evento felice e quindi epocale, è stato però nettamente messo in secondo piano dalla nascita di un nuovo amore. Non penso di essere l’unica ad aver notato gli ammiccamenti di Tormund (il capo dei bruti, quello rosso insomma) verso una Brienne che mantiene però un’espressione più incazzata di quando ha combattuto contro l’orso per salvare il culo (ma non il braccio) a Jaime Lannister. Questa nuova ship promette bene.

Ramsay Bolton rimane il cattivone di sempre che sbuccia mele e persone.

Tyrion Lannister continua a essere il personaggio più ganzo di tutti.

L’alto Septon assomiglia preoccupantemente a Papa Francesco.

E come anticipato la Khaleesi ignifuga ha dato ulteriore prova della sua tostaggine facendo fuori un gruppo di buzzurri maschilisti e sfilando in topless sotto un cielo infuocato. Anche lei ha aderito alla campagna #freethenipple

Alla prossima puntata, non vedo l’ora di vedere chi morirà sto giro.

by Roberta Coppa

scuoia la gente highsparrow

Lascia una risposta

Please enter your comment!
Please enter your name here