Sulla raccolta differenziata, non si sa come, ci sono sempre opinioni diverse.
E sì che ci sono regole che non dovrebbero dare spazio alle opinioni, però quante volte non sappiamo in quale bidone buttare certi rifiuti?
Ad esempio, voi fate differenza tra barattoli di plastica vuoti e barattoli di plastica con residui ancora all’interno?
Se la risposta è sì, 1 punto.
Se la risposta è no, -1 punto. Le bottiglie di plastica vuote vanno messe nei bidoni della plastica, le bottiglie di plastica con residui all’interno, vanno gettate nell’indifferenziato.

Ora come non mai c’è una forte attenzione a questo tema ma allo stesso tempo, c’è molta confusione e spesso poca voglia di applicarsi. Di seguito delle domande per vedere se siete preparati, e poi qualche indicazione per mantenere la città pulita e il più ecologica possibile.
Iniziamo.

I bicchieri di vetro, dove li gettate?

1… 2… 3… sbagliato!
I bicchieri di vetro non vanno gettati nel vetro, ma nei cassonetti del secco differenziato. -1 punto per tutti.
Questo perchè non tutto il vetro è riciclabile. Ma allora come fare per capire cosa gettare nei cassonetti del vetro e cosa no?
c’è un modo abbastanza semplice per scoprirlo:“Solo bottiglia e vasetto per un riciclo perfetto… Per tutto il resto, cambia cassonetto!”
Tutto il resto (bicchieri, brocche, pirofile, specchi…) vanno nel cassonetto del secco indifferenziato.

Dove si butta il cartone della pizza?

Sì, è una domanda tranello. Il cartone della pizza è riciclabile e compostabile, quando pulito da olio e residui, quindi va nella carta, MA le parti che risultano unte e sporche vanno fatte a pezzettini e gettate nell’umido.
Avevate risposto giusto?

Materassi e rifiuti elettronici?

I rifiuti di grandi dimensioni e ingombrati vanno portati nelle discariche.
La stessa cosa per il materiale elettronico.
NON ABBANDONATE RIFIUTI GROSSI COME CASE VICINO AI CASSONETTI.

L’olio esausto da cucina?

Questo, lo ammetto, è un po’ più impegnativo ma è molto importante capire che L’OLIO UTILIZZATO PER CUCINARE NON E’ BIODEGRADABILE e anzi, viene considerato Rifiuto Urbano Pericoloso (RUP), se gettato nell’ambiente causa ingenti danni a noi e all’ecosistema. L’olio esausto va raccolto in contenitori e portato in appositi punti raccolta dell’olio vegetale esausto presenti nel comune di appartenenza.
Nel caso di Udine, sono due i punti di raccolta: uno in via Stiria e uno in via Rizzolo.
Sul sito della Net gli orari di apertura: https://netaziendapulita.it
Nei comuni in cui invece non è ancora attiva la raccolta differenziata per l’olio esausto, è attivo comunque il ritiro del rifiuto delle attività professionali.
Potete provare a chiedere ai gestori se potete appoggiarvi a loro.

A quante domande fino ad ora avete risposto correttamente?
Per togliervi ogni dubbio, vi segnalo due siti molto ben fatti, che vi possono aiutare a fare la raccolta differenziata.

Dove informarsi correttamente sulla raccolta differenziata

Il primo, Il Rifiutologo, sito d’informazione del Comune di Trieste.
Che siate residenti nel capoluogo giuliano o meno, se avete dei dubbi inserite una via a caso e si aprirà una tendina dove potrete scegliere il tipo di rifiuto da smaltire.
Quello del Comune di Trieste è un buon sito, in questo caso segnala in quale cassonetto gettare i rifiuti e di che colore sono, oltre a mostrare una mappa con i punti di raccolta più vicini al luogo scelto.
https://bit.ly/2GqOgmn

Il secondo, Il pianeta delle idee molte informazioni, pratico da consultare, utile.
https://bit.ly/2YhmUVX

Ovviamente, non posso non segnalare anche il sito della Net per la provincia di Udine, per essere certi non solo di gettare i rifiuti nei corretti cassonetti, ma anche per consultare gli orari dei centri di raccolta e le giornate di ritiro per i porta a porta
https://netaziendapulita.it/

Ultima indicazione: i mozziconi di sigaretta vanno nell’indifferenziato, non per terra!

Lascia una risposta

Please enter your comment!
Please enter your name here