Meet the Artist: ArteinSphera

Il mio nome è Rosanna Fumero ho 52 anni, e sono sempre stata “fuori dagli schemi”.
Il mio progetto si chiama ArteinSphera e mi occupo di tornitura artistica.
Nata e cresciuta in Piemonte, in provincia di Torino, vivo in FVG da 8 anni, dove mi dedico alle mie grandi passioni.
Sono un’amante della natura, in ogni sua forma, mi piace tantissimo la montagna, quella vera (non turistica), e vorrei tanto tornarci a vivere…  Nella mia vita due grandi amori: i miei pelosi (ho 2 cani e 5 gatti, sono la mia famiglia!) e il legno legno in tutte le sue forme (volutamente ripetuto 2 volte), dai boschi alle case in tronchi.

Come nasce un artigiano del legno

La passione per il legno è nata da bimba, osservando uno zio falegname che trasformava e creava oggetti  ed in particolare, adoravo vederlo lavorare al tornio, trasformava un pezzo qualunque di legno in creazioni meravigliose… una magia ai miei occhi, tra il profumo del legno. Questo mio grande amore per la falegnameria, per l’artigianato e per il legno in particolare, l’ho sempre portata con me. All’inizio mi sono cimentata provando a costruire utensili e soprammobili per casa mia, ad uso personale, finché il richiamo del tornio si è fatto più forte.
Da ragazza ho fatto studi scientifici, ma stavano stretti per quello che volevo fare io “da grande”, così  ho iniziato da autodidatta con il tornio e dopo circa 6 mesi ho fatto un corso con un artista tornitore friulano che mi ha aperto nuovi orizzonti.
Tanto esercizio, prove, errori e tantissimi trucioli, fino ad avere sempre più dimestichezza con questo mondo. Ma lavoravo come dipendente, ed il tempo era sempre troppo poco.
Alcuni mercatini mi hanno permesso di confrontarmi con il mondo, di vedere apprezzate le mie creazioni, fino a decidere che era il momento di dare una svolta alla mia vita e da febbraio lavoro solo con il legno.

La lavorazione del legno

Inizialmente le mie creazioni erano le “classiche per un tornitore”: ciotole, piatti, porta candele, vasi, porta anelli… Osservavo il pezzo di legno e lasciavo fosse lui a dirmi in cosa trasformarlo, donandogli nuova vita. Ora parto anche da un disegno, magari da qualcosa sognato, da una linea vista in natura,  osservando una banale forma… e poi creo.
Il legno dev’essere prima preparato, tagliando con motosega, sega a nastro, per poi passare alla lavorazione sul tornio, con le sgorbie in acciaio  per sgrassare e creare l’oggetto voluto, un po’ di carta vetro, ed infine cera d api e carruba per lucidare.
Il legno che utilizzo arriva da boscaioli e boschi friulani, dalle mie passeggiate tra vigneti e boschi con i cani, da un amico che recupera legno vario da potature e a volte, trovo legname da poter riutilizzare, anche in vecchie case in demolizione.

Le creazioni artistiche di ArteinSphera

Nei primi anni ho osservato il mondo della tornitura artistica,  creazioni belle,  meravigliose, ma volevo differenziarmi dal resto del mondo.
La sfera come complemento d’arredo, originale unico, nella sua semplicità e complessità al contempo, sia nella creazione che nella simbologia.
La sfera sta ora diventando  una componente delle mie sculture, ognuna unica come  l’ispirazione che l’ha creata. Un cammino in cui la creatività trova la sua via, evolve in pezzi unici, di arredo per chi davvero ama avere il legno vero nella propria casa, anche nel complemento d’arredo.

Per ora la mia attività è focalizzata su mercatini ed e-commerce per gestire meglio i costi, la difficoltà principale è farsi conoscere, trovare la nicchia di clienti che sceglie la mia creazione, fatto a mano in Italia, e non l’oggetto anonimo fonte di produzione seriale e con materiali non naturali.
ArteinSphera sono soprattutto dunque mie opere originali, ma lavoro anche su ordinazione, compatibilmente con il tornio che ho per ora.

Una riflessione sull’artigianato in FVG

Quali sviluppi mi aspetto dal mio lavoro di artigiana del legno? Difficile da dire, sicuramente quello che a me interessa è crescere come artigiana ed artista, portando un po’ di me nelle case di chi sa apprezzare le mie creazioni, e perché no, mi piacerebbe organizzarne anche una mostra.
Come donna, al momento non ho riscontrato grandi barriere ideologiche nelle persone che ho incontrato, soprattutto quando capiscono che so di cosa sto parlando .
Forse è  più difficile sul web, perché manca il contatto diretto con il prodotto e con l’artigiano, pur dando molti mezzi e disponibilità al contatto, alle domande.

Contatti

Se siete curiosi di vedere con i vostri occhi cosa faccio, vi aspetto al BUDDY MARKET ON LINE venerdì 1 e sabato 2 maggio, sulla pagina Facebook del Buddy Market!
Mi trovate anche su Facebook come Arte in Sphera,  su Instagram come woodturningross.
Non ho uno studio, il mio laboratorio è a Faedis presso la mia abitazione.

 

Per partecipare al BUDDY MARKET
Per scoprire la nuova rubrica che parla degli artigiani del FVG, MEET THE ARTST – HANDMADE WITH LOVE

 

Lascia una risposta

Inserisci il tuo commento
Perfavore inserisci il tuo nome qui