Meet the artist: Michela Bratta

L’avventura di Michela Bratta è nata con la decisione, presa a 30 anni, di seguire corsi di pittura su ceramica. La passione è grande e con le amiche comincia a partecipare diversi mercatini. Nel frattempo segue anche un corso di fiorista e lavora in questo settore per un anno e mezzo. Poi queste passioni si trasformano da hobby in lavoro.

Approdata a Fagagna, si innamora di un localino che decide di trasformare nel suo negozio, nel quale, ormai da 13 anni, si occupa di ceramica, di decorazione floreale e arredi artistici. Collabora con aziende di catering per allestimenti in eventi e in particolare matrimoni.

Grazie alla sua pluriennale esperienza, nel suo laboratorio crea anche oggetti in legno, ceramica e carta, quindi fornisce anche segnaposti e bomboniere.
Complemento oggetto
sembra proprio il nome giusto per questa realtà.

La magia di Complemento Oggetto

Il negozio di Michela si trova a Fagagna ed è una piccola chicca, che colpisce già all’entrata ad arco con una vetrina molto accattivante, ma è entrando nel suo mondo che si viene avvolti da tutta la bellezza che lei riesce ad esprimere.

“Questo è un posto pieno di magia, vengo a rilassarmi e a curare gli occhi, sembra un mondo tra le nuvole” è il complimento che le rivolgono più spesso. Ed è proprio quello che abbiamo provato anche noi.
Michela ha un gusto spiccato per la bellezza e l’eleganza; riesce ad accostare pezzi di recupero con elementi ricercati, ogni piccolo angolo del laboratorio-negozio è curato e regala gioia alla vista.

Sul retro si è ricavata anche un piccolo orto-giardino e lo spazio per il forno dove cuocere la ceramica. Anche il giardino è delizioso, Michela riesce a rendere accattivante anche il più piccolo scorcio con lucine, ghirlande di pezzi di ceramiche, insiemi di vasi e piante, sculture di legno e fil di ferro.

Il rapporto con i clienti

Ed è proprio in questo giardino che l’anno scorso è nata l’idea de “Il Giardino del giovedì”, iniziato come avventura una sera di maggio. Una delle sue figlie, grafica, le ha preparato un volantino per invitare le persone a passare del tempo insieme nel giardino del negozio. Dopo un inizio titubante, la sua perseveranza l’ha premiata e questi appuntamenti sono diventati sempre più interessanti, coinvolgendo anche musicisti, esperti di erbe spontanee, di numerologia, di tarocchi e tanto altro.

Probabilmente quest’anno non si potrà fare, ma appena possibile recupererà questo appuntamento.

Michela si è accorta che la gente ha bisogno di questi rapporti di affetto amichevole, i suoi clienti si trovano subito a loro agio perché in negozio trovano la semplicità dell’accoglienza di un amica, senza formalità e distanze. Le piace lavorare con le persone e per i clienti è importante trovare un punto di riferimento che si dedichi a loro e non proponga loro qualcosa di ordinario. “Anche un semplice mazzo di fiori deve essere pensato, detesto lo spreco e i fiori sono deperibili, per questo preferisco lavorare su ordinazione e creare insieme al cliente quello che potrà essere un bouquet per la sposa ma anche un gradito presente per una visita da una cara amica. Il gesto del dono forse è un po’ dimenticato, ma sono convinta che sia molto bello presentarsi con dei fiori.”

Il legame con il territorio e la comunità

La sua fonte principale di ispirazione le deriva dalla natura: “mi piacerebbe andare a raccogliere i fiori e le piante in natura durante le mie passeggiate sulle colline fagagnesi, ma il tempo è limitato e riesco a farlo solo occasionalmente.”

Il suo legame con la comunità è un altro aspetto che caratterizza l’attività di Michela. Per la Festa della Mamma quest’anno ha creato un “mazzetto di fiori solidale” scegliendo erbe spontanee che avessero un chiaro significato legato alla protezione della famiglia come il ramo di quercia. Il ricavato è andato in beneficenza al Fondo Solidale del Comune di Fagagna per le famiglie in difficoltà durante il periodo del lockdown.

Michela fa anche parte del gruppo delle “Zuanutis” le cosiddette “seguaci di San Giovanni”. Il gruppo è nato nel 2016 da un gruppo di donne che si dedicano alla raccolta delle erbe e che organizza una serata aperta a tutti con offerta libera da devolvere alla ricerca contro il cancro. L’evento si chiama “Tra iperico e menta” e si tiene nella notte di San Giovanni ogni anno il 23 giugno a Casa Asquini.

Michela è instancabile ed è nell’organizzazione di molti altri eventi particolari che si tengono nella zona di Fagagna. La sua fantasia, il suo entusiasmo e le sue dote professionali le permettono di ottenere sempre dei risultati di grande effetto.

Le piacerebbe frequentare un corso di scrittura a pennino per ampliare l’offerta che offre con segnaposti e bomboniere. A breve, invece, dovrebbe cominciare una collaborazione con i ristoranti della zona per organizzare corsi di arredamento e addobbo delle tavole.
Ve lo abbiamo detto che è instancabile!

Contatti

Complemento Oggetto, Piazza Unità d’Italia 18, Fagagna (UD)
Il prodotto realizzato a mano è qualcosa di molto gradito e che si può personalizzare, aspetti che rendono speciale ogni creazione di Michela!

Facebook facebook.com/complemento.oggetto.fagagna
Instagram instagram.com/compl.oggetto

Intervista di Silvia Marian, @silvially

 

 

 

Lascia una risposta

Inserisci il tuo commento
Perfavore inserisci il tuo nome qui