Meet the artist: Giusi Foschia

Ci sono delle persone mosse da una passione molto forte e la loro vita viene incanalata nel flusso degli eventi mossi proprio da questo sentimento. Persone con una forte personalità, che rimangono umili perché spinte dal desiderio di esprimersi e non di avere successo. Le riconosci subito perché hanno quel guizzo di entusiasmo che ti contagia e ti trasmette energia.
Potresti incontrare Giusi in uno dei tanti mercatini ed eventi in giro per il Friuli (salvo Covid) dove il suo banchetto espositivo ti attirerebbe subito per la ricca e inconsueta varietà di piante.
(E’ stata ospite anche di numerosi Buddy Market, tra banchetti e laboratori! <3)

In apparenza Giusi potrebbe sembrare semplicemente una fiorista, ma quando cominci a parlare con lei intuisci immediatamente di avere di fronte molto di più.
Giusi non si può definire solo fiorista, erborista, conoscitrice di erbe spontanee, giardiniera, garden stylist, creatrice di installazioni ma tutto questo e molto altro ancora.

Amore vulcanico, condimento piccante

Il Giardino commestibile

L’attività di Giusi si chiama Giardino commestibile per la scelta di occuparsi principalmente di piante da mangiare: da utilizzare in cucina, piante aromatiche, fiori commestibili. Pian piano la sua offerta si è ampliata alla ricerca di quante più possibili piante con queste caratteristiche da ogni parte del mondo.
Giusi ha un grande orto di erbe classiche ma anche molto insolite come il coriandolo del Vietnam o l’erba camaleonte, e quindi non si è limitata solo alle nostre piante tradizionali, ma tutto il mondo vegetale è esplorato nella sua commestibilità.
Inoltre produce idrolati e oleoliti dalla trasformazione di queste erbe, in parte anche da utilizzare per il benessere del corpo.

La formazione

Il percorso di Giusi è stato un processo iniziato fin da quando era piccola. Dopo il terremoto del ’76 la famiglia si trasferì da parenti che abitavano in una fazenda in Venezuela dove ha vissuto per anni nella ricca vegetazione tipica della zona: “avevamo gli avocado in giardino, correvo tra i filari di limoni e avevamo una stanza della casa che utilizzavamo per la conservazione dei caschi di banane, piccole e profumatissime”.

Erbe aromatiche

Una volta tornata a Udine ha frequentato l’Istituto D’Arte Isa G. Sello con specializzazione in grafica e successivamente si è perfezionata alla Künste Akademie di Monaco.
La prima svolta verso il suo attuale lavoro è successa quando si è recata a Londra per proseguire gli studi in un’altra scuola d’arte dove si è appassionata di garden design. Saputo di essere incinta è tornata in Italia e si è dedicata allo studio della progettazione del verde alla Scuola Agraria del Parco di Monza.

Parla fluentemente inglese e tedesco, ha lavorato in un’erboristeria, in una malga in Carnia, come stylist e art buyer per artisti e fotografi (parentesi che l’ha aperta all’oggettistica e quindi a spettacoli, mostre, installazioni), ha lavorato nel pubblico nella progettazione dei parchi per il comune di Udine e accumulato una serie interessantissima di altre esperienze.

Mi sento fortunata perché sono sempre riuscita a concretizzare le mie idee e a sviluppare il mio stile artistico sia nell’arte visuale sia in ambito alimentare. Mi sono sempre sentita libera di creare, per fortuna ho sempre incontrato persone che si sono fidate del mio gusto estetico e delle mie conoscenze. Ho sempre cercato il lato artigiano dell’artista, per me il lavoro è un processo creativo in crescita. Si tratta della la tua energia che si fonde con quello che sei e che vuoi trasmettere, anche la bellezza del nostro territorio per esempio; in questo periodo la riscoperta del bello nelle piccole cose è per me come una rigenerazione per stadi di sedimentazione a cui si approda poi ad una crescita; per la creatività questo è stimolante, si troveranno nuovi sbocchi, e io mi pongo in questa dimensione”.

La nuova Casa Bottega in campagna

Ed è proprio in questo periodo di piena emergenza Covid che Giusi, dopo qualche anno di gestione di un negozio a Udine, trasloca e cambia attività trasferendosi a Qualso e trasformando una casa di campagna in una casa bottega.

Si può andare in Via del Cornappo 36 a Qualso (UD) per acquistare piante, avere consigli su come curarle e utilizzarle, trovare trasformati da usare in cucina o per la cura del corpo. Ci si può rivolgere a Giusi per allestimenti creativi di giardini, per decorazioni di feste, matrimoni e altre cerimonie, per avere una guida di erbe spontanee e anche per… creare nuovi mondi, perché Giusi afferma che se una persona ha un’idea folle lei può certamente capirlo!

Esperienze particolari e desideri per il futuro

“Ricordo un allestimento realizzato anni fa per un evento a Udine: un ristorante aveva trasformato una ex libreria in un locale, a me affidarono un intervento sulle erbe spontanee per una selezione di invitati speciali, degli chef arrivati del NOMA DI Copenhagen; ho avuto completa libertà di espressione e non solo per l’evento ma anche per la decorazione del locale.

Un’altra esperienza molto interessante è legata al servizio che offro sia a Sauris che a Grado per i clienti tedeschi nei periodi balsamici delle erbe; una volta sono stata invitata in una baita saurana dell’azienda Wolf e ho cucinato ricette tipiche friulane: è stata una dimensione di profonda convivialità e di collaborazione anche con cuoche locali che hanno portato le loro tradizioni. Adoro le condivisioni.”

“Il negozio a Udine è stata un’esperienza interessante, c’era maggior traffico, ero in mezzo alle persone e mi sono fatta tanti amici, prima abitavo in una casa molto isolata e in città si è aperta la comunicazione, ma le persone come me dopo un po’ hanno bisogno della natura e la dimensione cittadina era diventata troppo stretta. Arrivato il covid ho deciso di trovare una casa in campagna e di ritagliarmi una situazione che è una via di mezzo tra i due estremi. In questo modo posso stare nella natura ma ho il piacere di incontrare le persone perché a Qualso non solo ho trovato casa ma ho creato anche il mio nuovo orto-giardino-negozio.”

Contatti

Giusi è vulcanica e crea sempre prodotti interessanti, sia da usare in cucina che per la cura del corpo: le erbe del Friuli per le frittate, i sali aromatizzati, gli infusi, gli accendifuoco aromatizzati, la crema viso alla calendula, lo scrub corpo commestibile…

Giusi cura da anni un blog dove dispensa consigli utili sui lavori da fare in giardino e nell’orto nelle varie stagioni, racconta di erbe spontanee e condivide ricette di cucina.

Se andrete a trovarla forse vi parlerà anche di quando aveva una ditta professionale di giardinaggio o delle sue esperienze con i ragazzi disabili e immancabili saranno le informazioni che vi darà con entusiasmo su ogni pianta di cui vi mostrerete incuriositi. Non vi resta che recarvi a Qualso…

Il Giardino commestibile, Via del Cornappo 36 a Qualso (UD)

Facebook Il Giardino commestibile
Instagram Il Giardino commestibile
Sito  il-giardino-commestibile.com

Intervista di Silvia Marian, @silvially

Avete bisogno di qualche altra idea simpatica per i regali di Natale?
Date un’occhiata alle interviste sulla nostra rubrica HANDMADE WITH LOVE, scoprite gli artrigiani del FVG ed i loro prodotti!

Lascia una risposta

Inserisci il tuo commento
Perfavore inserisci il tuo nome qui