Arachidi, banane …e Via col vento
Hollywood – Come nasce una leggenda

Un’impresa impossibile, produrre un film sulla trama di “Via col vento” di Margareth Mitchell, il romanzo più letto in America nel 1939.
Basato sulle vicende di una facoltosa ereditiera ai tempi della guerra di secessione, il famoso best seller narra la celebre storia d’amore turbolenta, tra tematiche delicate come la schiavitù, la devastazione che la guerra comporta e amori non corrisposti, della protagonista Rossella O’Hara che non è proprio la brava ragazza che Hollywood vuole immaginare come stereotipo nei suoi film.

Arachidi e banane, possono aver contribuito al successo mondiale di “Via col vento” ?
Secondo David Selznick, il produttore cinematografico della MGM Studios, che si è gettato in questa ambiziosa impresa, si. Seppur fossero già trascorsi due anni di preparazione e cinque settimane di girato, a riprese già iniziate, Selznick decide ,con coraggio, di fermare tutto, licenziando sia lo sceneggiatore che il regista a cui aveva affidato il progetto. Convoca quindi nel suo studio l’amico sceneggiatore Ben Hecht e il regista Victor Fleming (che stava dirigendo il Mago di Oz) e li ingaggia per definire l’ultima stesura della sceneggiatura del film.

Il trio si rinchiude, per cinque giorni e cinque notti, nello studio del produttore, mangiando solamente banane e arachidi, su ordine di Selznick, pronto ad usare ogni sotterfugio per aumentare la loro concentrazione. Una convivenza più o meno forzata che tra riflessioni, deliri, ripicche personali e colpi di genio, porterà al il risultato tanto sperato.

E’ su queste premesse che “Hollywood – Come nasce una leggenda” porta in scena, in chiave ironica, una storia davvero accaduta. La commedia è stata scritta da Ron Hutchinson e riadattata in italiano e diretta, dal 2004, da Virginia Acqua. Sul palco si sono esibiti quattro attori superlativi come Antonio Catania, Gianluca Ramazzotti, Gigio Alberti e Paola Giannetti il 22, 23 e il 24 novembre al Teatro Giovanni da Udine.

Lo spettacolo diverte e sottolinea il fatto che, con determinazione
e tenacia, niente è impossibile, lo fa ironicamente, con efficacia e la giusta leggerezza.
Uscire dalla propria comfort-zone, quella condizione mentale comoda, dove una persona si sente totalmente a proprio agio e nel pieno controllo della situazione, è una pratica che troppo spesso non siamo abituati a vivere.
Il folle e visionario produttore invece lo ha fatto, un po’ come la protagonista Rossella O’Hara, con voglia di riscatto e determinazione, dote questa che li accomuna.
A volte, forse, bisogna sentirsi un po’ con l’acqua alla gola per riuscire a mettere un piede fuori dalla propria “bolla”, ma questo ci permette poi in una nuova condizione, quasi magica, che ci permette di immaginare, mrealizzare e portare a termine grandi progetti, come nel caso estremizzato del trio di talenti alle prese con “Via col vento”.

Ma quante volte ci capita di uscire dalla nostra comfort-zone?
Si potrebbe rispondere con “Francamente, me ne infischio” o magari con, “Domani è un altro giorno”. L’importante è provarci.

Prossimamente non perdetevi: “Sei personaggi in cerca d’autore”
il 5, 6 e 7 dicembre 2017

Teatro Nuovo Giovanni da Udine
ORARIO BIGLIETTERIA NELLE GIORNATE DI APERTURA DELLE PREVENDITE
Dalle ore 9.30 alle 12.30 e dalle 16.00 alle 19.00 (unicamente per le prevendite degli spettacoli organizzati e gestiti direttamente dal Teatro).

Presso la biglietteria del Teatro è possibile effettuare il pagamento con contanti, bancomat, carte di credito, assegni circolari e bancari intestati alla Fondazione Teatro Nuovo Giovanni da Udine. Le modalità di acquisto dei biglietti e la validità delle riduzioni applicabili sono relative ai soli spettacoli organizzati direttamente dal Teatro e possono subire variazioni in caso di spettacoli proposti in collaborazione con altri organizzatori.

Lascia una risposta

Please enter your comment!
Please enter your name here