Ebbene si, i Subsonica sono tornati e potremo vederli live al Capitol di Pordenone sabato 28 marzo 2020. Non vedo l’ora!

I SUBSONICA

Con l’uscita di Microchip Temporale, sono state molte le critiche che il gruppo ha ricevuto, ma chi ha avuto modo di assistere almeno ad uno dei loro concerti, sa che la band torinese quando sale sul palco, merita sempre applausi: un’esplosione di energia e divertimento, per un paio d’ore tutte da cantare e ballare.

Sono una fan dei Subsonica da molti anni, quasi dall’inizio potrei dire, e molte sono le volte che ho visto i loro live, Microchip emozionale è sicuramente uno dei miei album preferiti che si gioca il primo posto della top list con Subsonica, e quando i Subs mesi fa hanno annunciato di volerlo riproporre “in chiave moderna”, gaudio e tripudio, ma anche un brivido lungo la schiena:”Riusciranno a bissare Microchip Emozionale?” ci si chiedeva nelle chat dedicate ai Subsonica e al loro ritorno.

L’ANNUNCIO DI MICROCHIP TEMPORALE

La notizia e poi la conseguente uscita dell’album sono state accolte con pareri discordanti, come ci si poteva aspettare.
Da una parte abbiamo i puristi che urlano allo scandalo “Avete rovinato le canzoni! Come si fa a duettare con Miss Keta?”, dall’altra i progressisti: “Riproporre un album di 20 anni fa, in chiave moderna, duettando con cantanti che oggi hanno l’età che avevano i Subsonica allora, è un bel progetto ed il risultato è ottimo”.
Infatti questo era l’obiettivo dichiarato dell’album Microchip Temporale: riproporre i pezzi dello storico Microchip emozionale “aggiornandoli”.
Microcip Emozionale, del 1999, è l’album con cui i Subsonica sono stati definitivamente acclamati da pubblico e critica agli MTV Europe Music Award di Stoccolma come miglior artista italiano e al PIM (Premio Italiano della Musica) nelle categorie “Miglior disco” e “Miglior gruppo” (oltre a ricevere anche una nomina nella categoria “Miglior tour”).
Un grandissimo successo dunque, e chiaramente le cover e i featuring sono sempre un rischio, anche se a farli sono gli artisti che li hanno portati in auge vent’anni fa.

“Nasce così “Microchip Temporale”, dalla rilettura di un passato che ritorna presente, con la complicità di musicisti, cantanti, band, rapper che hanno per la maggior parte la stessa età dei Subsonica nel 1999. Sono 14 i nomi che abbiamo scelto, per stima, per curiosità, per amicizia o perché nella loro musica riconosciamo quei segni”

SAMUEL A X FACTOR

Inoltre c’è da dire che la presenza di Samuel a X Factor nell’edizione da poco conclusa, non ha riscosso grande successo. Immagino fosse una buona mossa pubblicitaria in vista del nuovo album e del nuovo tour dei Subsonica, ma non so bene se partecipare ad X Factor abbia portato agli obiettivi sperati.
“Gatta morta”, lo ha chiamato più volte la Maionchi, e non si poteva certo darle torto: il ragazzo per quasi tutte le puntate è stato poco televisivo, poco rissoso, e la gente vuole i dissing, gli scandali, la famosa “locura” che chiedevano nel telefilm Boris (“Questa è l’Italia del futuro: un paese di musichette mentre fuori c’è la morte!”).
Io però da fan ho apprezzato molto vedere Samuel che in finale era in piedi a ballare su tutti i pezzi portati in gara, sia dai suoi, sia dagli avversari.
Devo dire che, sempre da fan, ho anche capito la scelta del Booda, che effettivamente non so se mi piacciono ma di certo sono un’esplosione di colori e energia.
Della Sierra non so bene cosa dire, apprezzo l’impegno di scrivere un pezzo nuovo a puntata, ma quel maledetto autotune era necessario?
Ad ogni modo, la Sierra sono arrivati in finale e se avete seguito la trasmissione, avete visto che Samuel è uno che se la lega al dito proprio poco, e c’ha tenuto molto a sottolineare che lo stesso pubblico che l’aveva fischiato tantissimo per aver scelto la Sierra ai Bootcamp, era lo stesso pubblico che li aveva portati in finale fino a raggiungere il terzo posto.

LA RECENSIONE

Ma parlando dell’album, io vi dico che Microchip Temporale a me piace (sì, faccio parte dei progressisti). Vediamo un singolo alla volta:

  1.  BUNCIA 2019
    Bunc bunc cickt bunc bunc.
  2.  SONDE – Willie Peyote
    Pezzo interessante, il featuring mi piace, non è così scostante dall’originale e le strofe di Willie Peyote ci stanno alla perfezione
  3.  COLPO DI PISTOLA – Nitro Wilson
    Questo è uno di quei pezzi che DEVI ascoltare quando sei arrabbiato con qualcuno, ancora meglio se un ex a cui vorresti spaccare la faccia. Che ti vien proprio voglia di alzarti in piedi e rompere tutto, Colpo di pistola è la colonna sonora perfetta. Lo era nel 1999, lo è anche nella versione del 2019.
  4. AURORA SOGNA – Coma Cose & Mamakass
    Il cavallo di battaglia dei Subsonica, la loro “canzone bandiera”. Il pezzo è sempre bello, certo, ma nel nuovo featuring viene troncata la parte più esplosiva della canzone originale, quella durante la quale nei live venivano giù i palazzetti.
    Ma ad ogni modo non manca l’adrenalina, quindi vedremo cosa succederà nel 2020.
  5. LASCIATI – Elisa
    Beh, che dire. La voce di Elisa e la voce di Samuel sono una combinazione perfetta.
    Se avete appena chiuso una relazione sentimentale datemi retta, evitate, è un colpo al cuore.
  6. TUTTI I MIEI SBAGLI – Motta
    Altro singolo storico. Nel nuovo arrangiamento manca un po’ di quella cattiveria che c’era nel pezzo originale di vent’anni fa, ma c’è più tristezza. Ovviamente si parla di una nuova versione, è coerente, però ammetto che in questo caso mi manca la rabbia del ’99.
  7. LIBERI TUTTI – Lo Stato Sociale
    Lodo Guenzi sembra pure aver imparato a cantare. Che io me lo ricordo, in quel concerto in Cas’Aupa, che sembrano passati 1000 anni. Personalmente non capisco l’apporto di questo featuring, comunque in conclusione e sommando gli addendi, il brano mi piace.
  8. STRADE – Coez
    L’estensione vocale che Samuel ha perso negli anni ha suggerito di fare una versione più facile rispetto all’originale? Se il pezzo fosse di Coez sarebbe perfetto, ma seppur progressista, devo ammettere che nel mio cuore rimane sempre e comunque un pezzo dei Subsonica.
  9. DISCO LABIRINTO – Cosmo (musica)
    Il brano più osannato dal pubblico, ed effettivamente ha tutti i motivi per esserlo.
    E arrivato il momento di scatenarti sul dancefloor, baby.
  10. IL MIO D.J. – Achille Lauro
    Non venitemi a dire Achille Lauro no. Si vestirà come si vestirà, avrà quei tatuaggi orrendi in faccia, ma è un personaggio e trovo che chiamarlo in causa per un featuring, sia stata una buona mossa. I motivi per cui Achille Lauro sì, ho avuto già modo di spigarli in questo articolo in tempi non sospetti.
  11. IL CIELO SU TORINO – ENSI
    Dolcezza infinita, le strofe di Ensi sono cucite su misura. Bello.
  12. ALBE MECCANICHE – Fast Animals and Slow Kids
    Non so chi siano questi Fast Animals and Slow Kids ma è il brano di Microchip Temporale che prediligo in assoluto. Una vera bomba!
  13. DEPRE – MYSS KETA
    Ouf. Faccio fatica ad ascoltare Miss Keta per più di 5 secondi, però è un pezzo che trasmette energia. Fino a che non apre bocca Keta. Si salva perchè all’interno del brano si trovano diverse citazioni che divertono un ascoltatore attento.
  14. PERFEZIONE – Gemitaiz
    Mi sarei aspettata Keta più in questo brano che nel precedente, ma tant’è. L’ultima canzone dell’album è un featuring con Gemitaiz, un buon pezzo per chiudere in gloria.

Quindi, tirando le somme, ora aspetto di vederli dal vivo, sabato 28 marzo al Capitol di Pordenone (che tra le altre cose, sta proponendo un sacco di concerti interessantissimi, andatevi a leggere il programma! www.facebook.com/capitolpordenone/).
Suggerisco di acquistare il biglietto, a Padova si esibiscono un paio di settimane prima e la serata è già andata sold out!

MICROCHIP TEMPORALE CLUB TOUR

28.03 PORDENONE, Fiera – Padiglione 5
🎫 Biglietti disponibili su http://bit.ly/Subsonica_Pordenone

AGGIORNAMENTO DEL 21 GENNAIO 2020: LA DATA E’ SOLD OUT!

Prezzo del biglietto in prevendita: € 30,00 + d.p.

🎫 Biglietti disponibili nei punti vendita TicketOne dalle ore 10:00 di venerdì 22 novembre. Scopri qui il punto vendita TicketOne più vicino 👇🏼
http://bit.ly/PuntiVenditaT1
Apertura porte ore 19:00
Subsonica ore 21:00
Per ascoltare Microchip Temporale su Spotify: Microchip Temporale / Subsonica 

Lascia una risposta

Inserisci il tuo commento
Perfavore inserisci il tuo nome qui