IL FIUME PIÙ BELLO DEL MONDO

A una sessantina di kilometri da Udine si trova uno dei fiume più belli d’Europa o addirittura del mondo. È l’Isonzo, Soča in sloveno. In Slovenia,in località Lepena in val di Trenta, il fiume mostra il suo massimo splendore. La valle è interamente situata nel parco nazionale del Tricorno (Triglav).
Le sue acque sono di un inconfondibile verde smeraldo che crea paesaggi da favola. Chiamato “bellezza color smeraldo”, mantiene il suo colore smeraldo per tutto il suo corso di ben 138 chilometri, regalando degli scorci meravigliosi tutti da contemplare.
Il fiume nasce da una fessura carsica sotto il Velika Dnina, creando una delle più belle sorgenti delle Alpi, vicino a Trenta da dove scende nell’Adriatico, con il suo colore smeraldo che risplende tra le montagne e i boschi.

La valle dell’Isonzo è la prima destinazione europea d’eccellenza in Slovenia. Si può praticare il miglior rafting in Slovenia sul fiume Soča, corsi di kayak, discese rafting, canyoning, canoa, passeggiate a cavallo, sport, divertimento assicurato!
Le rapide del Soča richiamano gli amanti degli sport adrenalinici provenienti da tutto il mondo.

LOCATION CINEMATOGRAFICA

Lo sapevi che proprio su un tratto del Soča, a Bovec (Plezzo) in Slovenia sono state girate le gagliardiche scene della battaglia sul fiume del film “le cronache di Narnia: il principe Caspian”?
A Bovec (Plezzo) è stato costruito un ponte di tronchi per la scena finale decisiva del film, la realizzazione ha impegnato 20 tra ingegneri ed operai ed è durata 1 mese.
Un film costato 250 milioni di dollari da 217 minuti, dei quali 10 si svolgono proprio a pochi passi da noi. Film uscito al cinema in Italia nel 2008.
Anche per questo motivo il fiume è diventato più popolare e va a pari passo con una location di Hollywood.
Non a caso, è stato eletto come set naturale del film.

PATRIMONIO AMBIENTALE

Un patrimonio ambientale unico, risorsa da tutelare e valorizzare.
Come area ecologicamente rilevante e come bene naturale, tutto il corso dell’Isonzo è tutelato fino al confine italiano, mentre nell’ambito di Natura 2000 è protetto soltanto il corso superiore fino a Tolmino (Slovenia).

INQUINAMENTO

Purtroppo l’ Isonzo è già pesantemente modificato. Innumerevoli centrali elettriche sfruttano le sue acque sia in Italia che in Slovenia. Scarichi fognari e l’abbandono di rifiuti sono le principali cause di decadimento di questo fiume.
Fortunatamente il WWF, Legambiente e Ambiente 2000 assieme al comitato sloveno Save the Soča si sono coalizzati per tutelare questo bene comune.
Un fiume da vedere,e da assaporare nella sua bellezza magari con una camminata in val di Trenta e per chi ama l’avventura perdersi nell’incantevole parco del Tricorno.

Foto di Aran


1 commento

Lascia una risposta

Please enter your comment!
Please enter your name here