“Viviamo alla giornata,accontentandoci della piccole cose di cui siamo in possesso. Non pretendiamo di avere sempre di più, perché le cose semplici-banali sono quelle che ci rendono felici e sereni nella vita” Giulia Comisso

Giulia Comisso era una ragazza di Palazzolo dello Stella, precisamente della frazione di Piancada. Una ragazza solare, positiva e con un sorriso contagioso, una giovane donna piena di voglia di vivere e crescere. Verso la fine dell’anno 2008, dopo una serie di disturbi inizialmente sottovalutati, Giulia scoprì di essere affetta dal sarcoma di Ewing, una rara forma di tumore osseo che si manifesta in età adolescenziale. Inizialmente venne curata presso l’ospedale di Udine, per essere poi trasferita presso l’area giovani del Cro di Aviano.

Nonostante la malattia, Giulia era decisa a portare a termine i suoi obiettivi e, grazie all’aiuto dei professori volontari e alla sua enorme forza di volontà, riuscì prima a prendere la patente e poi a conseguire la maturità come tecnico dei servizi sociali con ottimi risultati. Svolse l’esame proprio all’interno della struttura ospedaliera, il suo fu il primo diploma conseguito tra le mura del centro.

In occasione dei festeggiamenti per il suo diploma ai quali partecipò l’intera comunità, poté leggere una sua lettera nella quale trasmetteva un messaggio positivo e invitava tutti a cercare la felicità e la pace nelle piccola cose (la citazione all’inizio dell’articolo ne è un chiaro esempio).

L’Associazione Il sorriso di Giulia Onlus

Dal 2011 il comune di Palazzolo dello Stella ha indetto in suo nome il premio per studenti meritevoli.  Nonostante tutta la sua tenacia e perseveranza, il male era troppo diffuso e Giulia venne a mancare. Ma il suo sorriso vive ancora grazie alla decisione dei suoi parenti, amici e conoscenti di creare un associazione in sua memoria… e quale nome migliore se non Il sorriso di Giulia Onlus!

L’obiettivo di questa associazione è quello di raccogliere fondi per l’area giovani del Cro di Aviano tramite la creazione di bomboniere, oggetti artigianali venduti durante mercatini ed eventi e donazioni.
Nell’ultimo periodo la fonte più importante e che ottiene il maggior successo sono le bomboniere sociali (oggetti in legno pirografati, vetro inciso, sacchettini…), basti pensare che sono stati creati più di mille pezzi e che la loro distribuzione ha varcato i confini della regione! Un risultato davvero notevole per una piccola associazione.
I volontari de Il sorriso di Giulia onlus sono sempre alla ricerca di nuove idee da mettere in pratica e di nuove leve. Non servono grandi capacità, basta voglia di fare e ognuno può dare, nel suo piccolo, un aiuto e contribuire a far crescere l’associazione e le sue opere.

Recentemente la sede dell’associazione è cambiata e, grazie all’aiuto dell’amministrazione comunale, ora la potete trovare presso la ex scuola elementari di Piancada.
Esiste la possibilità di donare il 5xmille (CF: 92018220308), grazie a tali donazioni nell’ultimo periodo l’associazione ha potuto donare computer e stampanti al reparto di terapia pediatrica dell’area giovani del Cro.

Eventi

Ogni anno a luglio per festeggiare il ‘compleanno’ dell’associazione, creata ufficialmente con auto notarile il 28 luglio 2011, viene organizzata una grigliata solidale presso il bosco Brussa di Palazzolo dello Stella.

Il 24 luglio (in caso di maltempo il 31) ci sarà il quinto pranzo solidiale, un’occasione di ritrovo e di divertimento garantito. Chiunque può iscriversi al torneo di pallavolo che da qualche anno viene organizzato in questa giornata, vi sarà anche la possibilità di diventare soci dell’associazione, acquistare gli oggetti prodotti dai volontari, giocare alla lotteria e molto altro… siete tutti invitati!

Per maggiori informazioni, curiosità e domande si veda il sito www.ilsorrisodigiuliaonlus.it o la pagina Facebook il sorriso di giulia onlus.

FB_IMG_1467270549584 FB_IMG_1467269959058

Articolo precedenteMandela Day 2016
Articolo sucessivoVanlife diaries
Giada
Nata il 31 dicembre '93 (non è così figo come potreste credere... un solo regalo non fa piacere a nessuno) ama dare sfogo alla sua fantasia tra i fornelli. Inchiostro? Fermamente a favore. Tra non molto inizierà a perdere il conto dei tatuaggi che ha. Altre passioni? Camminare ovunque e esplorare gli angoli più nascosti delle diverse località, ascoltare buona musica (Ozzy, Bob Marley, Elvis, Beatles per citarne alcuni) e letteralmente adora il francese. Sacrilegio per una friulana: non apprezza il vino. Ma rimedia con la briscola, evitate di giocarci assieme se non apprezzate tale arte.

Lascia una risposta

Please enter your comment!
Please enter your name here