Roberto Ferri nasce a Taranto nel 1978, nel 1996, si diploma al Liceo artistico e inizia a studiare pittura come autodidatta. Trasferitosi a Roma nel 1999, approfondisce la ricerca sulla pittura antica, dall’inizio del Cinquecento alla fine dell’Ottocento, in particolare, si dedica alla pittura caravaggesca e a quella accademica (David, Ingres, Girodet, Géricault, Gleyre, Bouguereau, ecc.). Nel 2006, si laurea all’Accademia di Belle arti di Roma, nel corso di scenografia.

Fra le esposizioni, Oltre i sensi/Beyond the senses (2009), curata da Fabio Isman presso il Complesso del Vittoriano e poi riproposta all’Istituto italiano di cultura di Londra; Noli foras ire (2013), presso il Palazzo delle Esposizioni di Roma, sotto la supervisione di Vittorio Sgarbi; L’eternità della pittura (2014), presso la Galleria ETRA evénts di Firenze, presentata da Vittorio Sgarbi, che per l’occasione definì Ferri “perverso e fantasioso, senza sentirsi estraneo alla contemporaneità” e “un pittore antico che applica il suo magistero a pensieri moderni”.

Nel 2011 ha preso parte con un’opera a soggetto sacro alla 54^ Biennale di Venezia.

Roberto Ferri ha inoltre esposto l’opera Gaia all’Expo 2015 di Milano, all’interno del padiglione Eataly, nell’ambito della mostra “Il tesoro d’Italia”, sempre curata da Vittorio Sgarbi.

http://www.robertoferri.net/

ferri1 ferri3 ferri2 ferri5 ferri4 ferri ferri6

Lascia una risposta

Please enter your comment!
Please enter your name here