3° giorno – 272 km

Punto verso il nord della Danimarca attraverso le piatte strade della penisola. Mi fermo per pranzo nei pressi di un’oasi naturale dove è possibile fare bird watching per poi arrivare ad Hanstholm nel primo pomeriggio. È un piccolo paesino che ospita un vasto bunker immerso in un mare di soffici colline. Il suo cemento grigio contrasta e al contempo lega, grazie al tempo trascorso, con il verde dell’erba. Una fitta pioggia accompagna la notte.

4° giorno – 18 km – navigazione

Preparo lo zaino e mi sposto nella zona di imbarco del porto di Hanstholm. Vicino al minivan ho fuoristrada e camion camperizzati di ogni tipo e dimensione, alcuni sembrano pronti per spedizioni in zone estreme. Imbarco il mezzo con precisione millimetrica e salgo nella piccola cabina. Faccio il giro della nave che non offre grandi alternative all’osservazione dell’oceano e alla lettura. Le lunghe traversate comportano tempi morti che danno il senso delle distanze e del viaggio, non ti trovi da un momento all’altro catapultato in una diversa realtà. Tutto scorre lentamente e assaggio il variare quasi impercettibile del paesaggio.

5° giorno – navigazione – 3 km

Faccio colazione sul ponte in attesa di avvistare le isole Shetland. Tira molto vento e l’oceano è mosso. Prima di pranzo vedo l’arcipelago ergersi dalla superficie d’acqua. Il pomeriggio passa pigramente, nel tardo pomeriggio osservo una piattaforma petrolifera in mezzo ad un deserto di onde. Ogni minima variazione paesaggistica diventa un’attrazione quando è in mezzo al nulla. In serata giungo finalmente a Torshavn, capitale delle isole Fær Øer, La zona del porto ha un’impronta tipicamente nordica, sbarco con il minivan e mi posteggio poco lontano.

03-01 03-02 03-03 04-01 04-02 04-03

 

 

 

 

 

 

 

Fulvio

________________________________________________________________________

Viaggiatore meticolosamente disorganizzato, amante dell’imprevisto e della casualità. Si sposta con mezzi di trasporto eccentrici ed originali. Fotografo immersivo. A volte dipinge umanità a tecnica mista su albero. Teatrante alle prime armi, sempre in precario equilibrio tra gli opposti. Complicatore di cose semplici come questa descrizione. Amante della pizza, del cioccolato al riso soffiato e dello spritz hugo.

Lascia una risposta

Please enter your comment!
Please enter your name here