Vino, allegria e buonumore…
Tutto questo a ‘La Cantina del Conte’

“C’è più filosofia in una bottiglia di vino, che in tutti i libri del mondo!” E.Hemingway

Continuano i miei consigli sui migliori bar, ristoranti e locali del nostro bel Friuli. Quest’oggi sono lieta di presentarvi una chicca della Bassa Friulana: La Cantina del Conte.
Inaugurato a novembre scorso, la Cantina è un posticino accogliente, dove appena entri vieni messo a tuo agio da Maila, la proprietaria, che ti sorride da dietro il bancone.
Avendo il piacere di conoscere l’oste perché mia ex compaesana, ho scelto di far parlare proprio lei del suo nuovo locale.

Ecco qui l’intervista che le ho fatto. Enjoy it!

Ciao Maila, parlami un po’ di te e da dove è nata l’idea di aprire questa attività.

Ciao. Mi presento, mi chiamo Maila e ho 37 anni. Sono felicemente fidanzata e convivo da un paio d’anni qui a Ronchis. Sono e mi sento a tutti gli effetti un oste. Faccio questo lavoro da qualche anno e posso affermare che mi appassiona molto. Per questo non appena ho trovato il posticino adatto a me e alle mie esigenze non me lo sono fatto scappare. Della Cantina del Conte mi sono innamorata a prima vista e finalmente sto realizzando il mio sogno di gestirla.

‘La Cantina del Conte’ da dove deriva questo nome?

Il nome “La Cantina del Conte” non l’ho scelto io. E’ stato scelto dal proprietario della cantina, colui che ha avuto la splendida idea di aprire questo posto di ritrovo. Sto parlando del Geometra Maurizio Pascutto. So che lui ha scelto questo nome in ricordo dei suoi cari. In paese il nonno e poi il padre erano soprannominati “il conte”, così come la mamma veniva chiamata “la contessa”. Ogni tanto tutt’ora qualche amico si rivolge a lui chiamandolo conte. Da qui il nome della cantina.

So che la Cantina offre un’ampia gamma di vini di qualità e anche delle eccellenti birre che, da amante del luppolo e avendole provate, non posso fare altro che consigliare. Cos’altro si può trovare? Qual è la specialità della casa?

Si hai ragione! In cantina si possono gustare ottimi vini, di provenienza friulana soprattutto, e alcune birre che sono contenta che tu apprezzi. Oltre a questo c’è la possibilità di accompagnare il calice con taglieri di affettati, e qualche specialità di cui vado fiera. Mi riferisco al “Formaggio di Fossa” che mi fornisce la Subida di Cormons da abbinare all’inconfondibile Confettura “Martinka” di frutti e gherigli selvatici. In questo periodo sto anche proponendo l’originale Pitina della Valtramontina da gustare su pane caldo con una grattugiata di formadi Frant. Poi ogni fine settimana proponiamo degli assaggini molto rustici durante l’aperitivo: qualche orzotto, fagioli con salsiccia per esempio. Per il dopo cena invece proponiamo qualche grappetta sempre di provenienza friulana.

Bianco o nero, qual è il tuo vino preferito?

D’istinto risponderei nero, ma in realtà mi piacciono entrambi. Dipende tutto dalla situazione, dal momento della giornata.

‘Il cliente ha sempre ragione’, sei d’accordo?

‘Il cliente ha sempre ragione’. No, non sono d’accordo. Se il cliente è una persona educata si, ha quasi sempre ragione. Se invece si rivela un maleducato, o addirittura un cafone, non ha mai ragione. Partiamo dal presupposto che al di là del lavoro che facciamo siamo persone che si confrontano con altre. Perciò ha ragione chi ha rispetto. Chi non ne ha, ha sempre torto. Ma in linea di massima se dietro al banco si sfoderano sorrisi e gentilezza, facilmente chi abbiamo di fronte ci risponderà allo stesso modo.

Conoscendoti da tempo posso affermare che sei una delle persone più solari, frizzanti e determinate che conosca. La tua personalità traspare anche nell’arredamento e nella disposizione del tuo locale?

Grazie per il complimento! Mi fai arrossire. E comunque credo di si. Anche se l’arredamento non l’ho scelto io, credo che mi rispecchi parecchio. E’ molto semplice, realizzato con materiali poveri ma che creano un grande impatto. L’aspetto più importante è che l’arredamento e la disposizione del locale lo rendono molto caldo ed accogliente, come una taverna di casa dove bere un bicchiere in buona compagnia dopo il lavoro.

Cosa ti senti di consigliare a chi vorrebbe mettersi in proprio, ma è intimidito dal clima di sfiducia e di crisi che si respira in questi ultimi tempi?

Non so se sono già in grado di dare buoni consigli visto che mi sono messa in proprio da pochi mesi. Ma una cosa mi sento di dirla: fate il passo solo se ci credete veramente e se avete delle persone vicine che vi supportano, soprattutto psicologicamente. E mettete in conto che la vostra vita cambierà. Tanti sacrifici, ma anche tante soddisfazioni!!!

Grazie mille dell’intervista e di avermi dedicato il tuo tempo.

Per concludere allora cos’altro posso aggiungere? Penso che le parole di Maila non possano aver fatto altro che convincervi. Allora miei cari andate e provate ‘La Cantina del Conte’. Sono certa che ne resterete soddisfatti, d’altronde posso solo consigliarvi le eccellenze del nostro territorio.

Alla prossima.

Informazioni:
La Cantina del Conte
via Maggiore 26, Ronchis, Udine
Pagina Facebook: La Cantina del Conte
Contatti: maila.matt80@gmail.com


 

Condividi
Articolo precedenteJonathan Franzen: Purity
Articolo sucessivoFra le nuvole, Sauris un luogo incantato
Giada
Nata il 31 dicembre '93 (non è così figo come potreste credere... un solo regalo non fa piacere a nessuno) ama dare sfogo alla sua fantasia tra i fornelli. Inchiostro? Fermamente a favore. Tra non molto inizierà a perdere il conto dei tatuaggi che ha. Altre passioni? Camminare ovunque e esplorare gli angoli più nascosti delle diverse località, ascoltare buona musica (Ozzy, Bob Marley, Elvis, Beatles per citarne alcuni) e letteralmente adora il francese. Sacrilegio per una friulana: non apprezza il vino. Ma rimedia con la briscola, evitate di giocarci assieme se non apprezzate tale arte.

Lascia una risposta

Please enter your comment!
Please enter your name here