La mia pigrizia, mentale o fisica che sia, non ha limiti. Chiedo suggerimenti per qualche buon argomento di cui parlare a voi, miei cari e coccolosissimi amicici, per non annoiarvi con quello che scrivo, ma sono rimasta un po’ insoddisfatta, finché una sera non mi volto verso un angolo del mio salotto, trovando, tutta appagata, un’ispirazione. Non dovevo nemmeno andare troppo lontano! L’argomento di questo articolo sono le lampade di sale, con tutte le proprietà che le caratterizzano e i benefici che se ne traggono.

Innanzitutto, queste lampade di sale, così com’è facilmente comprensibile dal nome, sono fatte di sale, per la precisione sale himalayano che, solitamente, è di colore roseo-ambrato. Molteplici sono le sue proprietà, tra cui, tramite l’attivazione di ioni negativi che vanno a compensare quelli positivi caratteristici degli ambienti chiusi, la “purificazione” dell’aria dell’ambiente in cui la collochiamo, la riduzione di stanchezza e spossatezza, e la riduzione di emicrania…

Rigenerano l’ambiente, purificano anima e corpo, mente e spirito. Quasi una sorta di meditazione naturale.

Assorbono l’umidità, sono d’aiuto contro lo stress e per il riposo notturno.

Al contrario di quanto si possa pensare, non hanno un costo elevato, bensì sono accessibili a tutti, possono essere posizionate in qualsiasi stanza si voglia, con l’unica accortezza di adattare bene la misura della lampada alla stanza in cui si decide di collocarla.

Ogni pezzo è unico ed insostituibile, pertanto nessuna lampada sarà mai uguale ad un’altra nella sua forma: questa caratteristica che rende ciascuna di esse incomparabile ed esclusiva è data dal fatto che l’estrapolazione del blocco salino, essendo effettuata manualmente, viene compiuta con estrema cura; in questo modo è possibile mantenerne la forma originale senza snaturarla.

Oltre a tutti questi lati positivi, ne aggiungiamo un altro che non può che conferire un valore aggiunto a questo tipo di oggetto: è adattabile ad ogni genere di arredamento e, di conseguenza, ideale per qualsiasi tipo di casa. Non è una stile prettamente etnico al contrario di quanto si possa pensare, soprattutto tenendo conto delle proprietà di cui dispone.

Soprattutto le donne che si troveranno a leggere questo articolo saranno ben felici di sapere che sono pratiche e veloci da pulire, in quanto il metodo da utilizzare è la pulitura a secco. Qualora dovessero presentarsi “perdite di acqua” ovvero nel caso in cui la vostra lampada risultasse umida e avesse delle goccioline visibili sulla parete vi basterà tenerla accesa fino a che l’acqua non sarà evaporata definitivamente.

La durata media di accensione si aggira intorno alle 5 ore, al termine delle quali il processo benefico dell’oggetto si protrarrà fino al raffreddamento dello stesso, pertanto, qualora ce ne fosse necessità, si consiglia di prolungarne l’accensione per un paio d’ore: si raccomanda di non eccedere, in quanto l’aria potrebbe diventare troppo secca.

Da non sottovalutare neppure le proprietà cromo terapiche date dal colore della lampada, tutt’altro che casuale. L’aranciato è infatti un colore che stimola l’allegria, il buon umore, la voglia di fare e di vivere, dispensatore di energia, ravviva gli stati d’animo e aiuta la creatività.

Insomma, a mio parere, provare a comprane una non costa nulla. Alla più sporca avrete un particolare oggetto da ornamento per la vostra casa, molto fine e di un caldo colore che conferirà una soffusa atmosfera all’ambiente.  🙂

Lascia una risposta

Please enter your comment!
Please enter your name here