Dopo anni di ricerche, annunci di lavoro, colloqui, mail, telefonate e agenzie di lavoro, mi permetto di lasciare qui un piccolo vademecum per non farsi intortare.

  1. Gli annunci che iniziano con “INTERESSANTE OPPORTUNITA’ DI LAVORO”, generalmente sono offerte per vendita porta a porta o telemarketing
  2. Le Agenzie che postano annunci di lavoro per “AMPLIAMENTO DELL’ORGANICO” generalmente cercano persone per vendita porta a porta o telemarketing
  3. Quando ricevete una chiamata per fissare un colloquio e dall’agenzia vi chiedono di portare il cv (dopo averlo già ricevuto via mail), generalmente sono offerte per vendita porta a porta o telemarketing
  4. Quando leggete un annuncio di lavoro vago dove si dice un po’ tutto e un po’ niente, generalmente sono offerte per vendita porta a porta o telemarketing
  5. Quando sui motori di ricerca lavoro vedete la stessa agenzia che pubblica annunci di lavoro per MARKETING, COMUNICAZIONE e ADDETTI VENDITA, generalmente sono offerte per vendita porta a porta o telemarketing
  6. Quando viene pubblicato un annuncio in cui promettono grandi guadagni con un italiano scorretto e sgrammaticato, generalmente è un lavoro di vendita porta a porta o telemarketing, oppure altri lavori per i quali poi non vi pagheranno
  7. Quando durante un colloquio vi fanno un po’ troppi complimenti, generalmente si tratta di lavori di vendita porta a porta o telemarketing, oppure altri lavori per i quali poi non vi pagheranno

“Ci sono dei nostri dipendenti che si sono trasferiti perché hanno aperto una filiale loro, cerchiamo persone per sostituirli, il lavoro consiste nell’avere rapporti con i clienti e contabilità e marketing, oggi abbiamo una trentina di colloqui, a fine giornata ti chiamiamo se ti abbiamo selezionata e parteciperai ad una giornata informativa con noi dove ti faremo vedere come lavoriamo, poi quella volta parleremo nei dettagli dei compensi e delle attività da fare”

L’ultima volta che mi hanno fatto questo discorso (che ormai so a memoria), stavo per prendere a testate il mio intervistatore. Nota bene che ero lì per un annuncio “AMMINISTRAZIONE E DATA ENTRY”.

Ora, io non ho nulla contro il lavoro di venditore porta a porta o telefonista, però diciamocelo, se ce lo dicessero direttamente, forse ci girerebbero meno le palle all’ennesimo colloquio dove nemmeno ti ascoltano e ti senti dire le stesse frasi ogni volta.
Un minuto di silenzio per i tanti caduti in questi tranelli.

Se invece vogliamo riderci su, suggerisco questa bella pagina di annunci di lavoro; https://www.facebook.com/alsspd?fref=ts

lavoro7 lavoro6 lavoro4

Articolo precedenteIl teatro, che palle! … o forse no?
Articolo sucessivoDiario di bordo. giorno 27
Alessandra
Nata nel 1982 con un peso di 2kg e 240 grammi, negli anni ha recuperato grazie alle nonne ed alla passione per il buon cibo. Una laurea in Studi Europei, un erasmus alle spalle, la voglia di partire sempre in tasca e una cicatrice sul polpaccio sinistro. Si sente nuda se non indossa un paio di orecchini. Colore preferito: rosso. Colore preferito dei capelli: variabile. Cocktail: Godfather. Pandoro o panettone: pandoro. Non sopporta Maurizio Costanzo, Renzo Arbore, la zucca, l’uvetta e il test di Cooper. Ama la musica, i libri, il teatro, gli accenti stranieri e il ragù.

Lascia una risposta

Please enter your comment!
Please enter your name here