Quando Margherita mesi fa mi ha scritto “Spangaro, ti faccio una proposta indecente, vieni a fare Burlesque?”  ho pensato che non fosse nelle mie corde, ma ehy, per provare, “why not?”. E così ho iniziato un percorso che in realtà spero di portare avanti e continuare, perchè è divertente, perchè non è una cosa impossibile e soprattutto nessuno si aspetta che diventi la nuova Dita Von Teese. (O almeno, non nel giro di poco!)

Così il mercoledì sera ci troviamo a Feletto alla palestra AGOGE a fare Burlesque.
Siamo in 8, età variabile dai 25 agli …oddio, non lo so, non voglio fare gaffe perchè metti che mi leggano e io non sono brava a dare l’età, poi magari mi fucilano, ma posso dire che c’è gente più grande di me (NdR. io ne ho 37).

Questo per dire che

  1. non ci sono limiti d’età
  2. non bisogna per forza spogliarsi
  3. non bisogna sempre prendersi sempre troppo sul serio
  4. non è un impegno troppo oneroso (un ora, una volta a settimana)
  5. non è obbligatorio saper portare tacchi vertiginosi (e se lo dico io che indosso praticamente solo scarpe da ginnastica, credimi)
  6. è divertente

Con queste premesse, quello che voglio fare oggi, è invitarti ad una delle lezioni aperte, dove Mr Simon, ospite speciale del corso di Burlesque tenuto da Sweet Pepper, ci insegna qualche trucchetto di make up.

Esatto, make up!
E durante le altre lezioni cosa si fa? Una volta impari i tipi di camminate da show girl, una volta scopri come poter utilizzare boa e guanti, una volta provi a sfilare le calze senza sembrare un rinoceronte, un’altra volta … beh, ma non ti svelo troppo, vieni a provare invece.

Non ti fidi?
Non fare la timida, siamo in 8, siamo abbastanza imbranate (questo lo posso dire anche se mi leggono, è dichiarato!) ma ci divertiamo molto e nessuno giudica nessuno. Al massimo ci sono io che provo un po’ d’invidia per le altre che arrivano con il tacco 12, ma quella è un’altra storia.
Ma non ti ho convinto ancora, te lo leggo da quell’espressione che fai come a dire “Mah, non sono mica sicura sai”. E allora io ribatto: vieni mercoledì sera a fare la lezione di make up anni 50, ti divertirai e ti accorgerai che tutto quello che ho detto fino ad ora è vero!

>>> 1950’s Pin Up Look

Mercoledì 12 febbraio, dalle 20:30 alle 22
AGOGE Personal Trainer Studio, via Galilei 42, 33010 Feletto Umberto (UD)

Gli anni ’50 sono tornati prepotentemente di moda negli ultimi anni.
In questo incontro scoprirai come ottenere un look che richiami quello stile… in modo rivisitato e sempre attuale! Sei pronta?

STILE

Colori pastello, linee morbide, immaginario che va da Elvis Presley alle Pin-up… Non c’è niente di più “attuale” e questa ritrovata nostalgia si traduce in abiti con gonne ampie, onde alla Grace Kelly, cat-eye da Marilyn Monroe e labbra rosso fuoco alla Elizabeth Taylor.
La femminilità estrema voluta in quegli anni (è Dior il genio che lancia la gonna a ruota) è in contrasto con lo stile rigoroso e militare del periodo della guerra.
Il ritrovato benessere economico e la tranquillità della pace diventano un terreno molto fertile per inventare nuove linee e soluzioni artistiche – anche partendo dagli abiti e dallo stile delle donne.

Lo sapevi che sono questi gli anni in cui nascono i leggings? Altro che i fuseaux degli anni ’80! L’ideale dell’epoca, a questo punto, diventa quello della donna che è perfetta moglie e casalinga, che sa però essere sexy e provocante quando è il caso. La famosa dicotomia Jakie-Marilyn, insomma!
Una delle rivoluzioni più emblematiche degli anni ’50, poi, è il bikini: inventato nel ’46 in Francia, è solo in questi anni che viene accettato anche in USA, diventando un simbolo dell’epoca!

TRUCCO E PARRUCCO

Gli anni ’50 hanno il loro rossetto ROSSO FUOCO di riferimento, quindi labbra infuocate ma a simboleggiare questi anni, forse più di tutto, c’è l’eye-liner. Fa il suo ingresso la famigerata codina – quella che tutte vogliono e che solo pochissime esperte sanno effettivamente fare con maestria.

Dulcis in fundo… i capelli!
Tutte sognano le chiome vaporose degli anni ’50: sia che si abbia un caschetto da rendere sexy, sia che si abbia una lunga e folta chioma che si vuole rendere ad onde.
Come ottenere questa piega? Se si vogliono avere le onde ampie, vaporose e super-sexy delle dive, così come se si ha i capelli corti stile Marilyn, la soluzione è una: i bigodini
Se si hanno i capelli più lunghi e si vogliono le onde definite, invece, bisogna armarsi di ferro arricciacapelli

Alla lezione presentarsi con capelli lavati e venite struccate, portando con voi il necessario per truccarvi e pettinarvi:

  • Fondotinta (colore adatto alla propria carnagione)
  • Cipria
  • Ombretti (bianco,crema,marrone chiaro/tortora) – preferibilmente opachi
  • Eye-liner nero
  • Mascara
  • Blush
  • Rossetto rosso
  • Pennelli per il trucco
  • Pettine a coda
  • Spazzola
  • Mollette
  • Lacca
  • Forcine
  • Piastra o ferro arricciacapelli
  • Foulard in stile pin up

La lezione dura un’ora e mezza, consigliata la partecipazione anche a chi non ha mai preso in mano un trucco (anche questo lo so per esperienza -quasi- personale, “SI PUO’ FARE!”, l’ho visto con questi occhi di questa faccia).
E non spaventarti se non hai idea di cosa sia un pettine a coda, adesso vado su Google e lo scopro anche io per la prima volta!
In cerca di un foulard? Ne ho visti di carini ed economici da H&M e Zuiki.

Per info e prenotazioni Sweet Pepper 338.4519371

In Agenda: 1950’s Pin Up Look

 

Lascia una risposta

Inserisci il tuo commento
Perfavore inserisci il tuo nome qui