Il racconto delle storia vera di una ex ragazza soldato ivoriana

Aisha: Aida Talliente porta in scena le conseguenze della guerra

Nell’intenso monologo l’attrice interpreterà alcuni canti tradizionali africani

LIGNANO – CINECITY
Oggi, venerdì 17 marzo – ore 21.00

LIGNANO Aida Talliente ritorna in regione con lo spettacolo AISHA (un frammento d’Africa) oggi, venerdì 17 marzo alle ore 21.00 alla sala Cinecity di Lignano Sabbiadoro. Ospite della rassegna MIGRART – L’ARTE COME INCONTRO ideata dall’Associazione Culturale MentiLibere e sostenuta dal Comune di Lignano Sabbiadoro, Talliente porta in scena l’esperienza di Aisha, un’ex ragazza soldato intervistata durante un periodo di lavoro artistico in Costa d’Avorio.

Dai ricordi di Aisha, Talliente elabora uno studio sulla figura di Medea intesa come archetipo: donna sapiente che viene sradicata dalla sua terra concreta e mitica per essere portata in un luogo senza centralità ed umanità. Questa Medea che nasce da un mare di carta straccia, dialoga con una bambola-figlia cui canta dolci canti tradizionali e con un dio assente; in un crescendo drammatico, Aisha denuncia la violenza della guerra e le condizioni in cui è costretta a vivere, lei come migliaia di donne.

Patrocinato da Amnesty International Italia, AISHA (un frammento d’Africa) è una produzione indipendente nata in collaborazione con Lacasadargilla e il progetto “Ripartire” di Lisa Candotti, operatrice umanitaria impegnata in Costa d’Avorio. Tra i riconoscimenti si ricorda il Primo premio al Concorso Nazionale Premio dodici donne (Rieti, 2009) e la nomina di finalista al Concorso Internazionale di Drammaturgia Angelo Musco (Messina, 2008).

L’ingresso al Cinecity è gratuito.

Lascia una risposta

Please enter your comment!
Please enter your name here