Home LifeStyle Malga Cregnedul, un piccolo paradiso sul Montasio

Malga Cregnedul, un piccolo paradiso sul Montasio

0

“MALGA CREGNEDUL: una sorpresa inaspettata.                                                           
Il giorno di Ferragosto ho raggiunto Casera Cregnedul di Sopra e ho potuto notare con grande gioia che, dopo diversi anni di abbandono totale, è stata ripulita e rimessa in ordine da due ragazzi Stefano e Chiara che, con i loro propri mezzi e a loro spese, si sono dati un grande da fare.

Il risultato è eccezionale considerando che il luogo è ancora privo di luce, acqua e gas.
L’accoglienza è stata commovente in quanto hanno offerto tutto quello che sono riusciti a procurarsi. Col tempo questa Casera potrà diventare un meraviglioso punto di accoglienza, perché c’è ancora molto lavoro da fare, e perché quello che conta è lo spirito con cui questi due ragazzi hanno lavorato ed il loro è davvero entusiasmante.
Invito tutti gli amanti della montagna e non, a frequentare questa Casera, che oltretutto gode di un panorama e di una vista che allarga il cuore, per incentivare i giovani, che sono il nostro futuro, e premiare i loro sacrifici nel dedicarsi alla cura delle nostre bellissime montagne e della natura in generale.
Ciò fa bene a tutti.
Bellissima giornata, provare per credere”

(Oliva Aramini U.O.E.I. Udine, articolo tratto dal Messaggero Veneto)

Ah la natura!
Sono alla continua ricerca di posti, di luoghi che mi allontanino dalla città, dal caos e dalla fretta che tutto l’agglomerato urbano mi mette addosso.
Quindi mi piace anche solo una semplice passeggiata in montagna, un luogo che per fortuna non è ancora per tutti e che per adesso ha mantenuto la sua genuinità, ti ricarica, ti rilassa, ti diverte e ti fa stare bene.

Conosco Stefano e Chiara da un sacco di tempo, e non posso che dire essere due persone splendide, semplici e con una grandissima voglia di fare.
Questi due ragazzi hanno avuto una idea: perchè non gestire una malga? Un posto rilassante, un posto di ristoro, un posto dove poter condividere dei momenti, che siano di ilarità o di silenzio, in mezzo alla natura che tanto adoriamo e che, allo stesso tempo ahime, spesso trascuriamo.

Quindi quando ho saputo di questa intenzione, di questa idea, ero davvero elettrizzato per loro. Prima di tutto, voglio sottolineare una cosa, ho sempre notato come Stefano, in montagna, subisse una trasformazione, allegria, energia, voglia di ridere, voglia di condividere e far conoscere sentieri e camminate, e spronare le persone a provare. Insomma, quasi un’altra persona, rispetto al suo “abito di città“. Questo mi ha sempre colpito, da quando me ne sono accorto.

Bhe direi che la loro idea doveva per forza essere azzeccata.Quindi come fare a non andare a trovarli?

MALGA CREGNEDUL

Preparo tutto (e il necessario è davvero poco), per raggiungere la malga, un sentiero tranquillo, piacevole e davvero facile, in una giornata soleggiata e non troppo calda. Siamo di certo partiti col piede giusto.
Ognuno però vive la montagna a modo suo, ognuno cerca in quegli ambienti quello che gli manca di più, che siano anche solo 5 minuti per stendersi a guardare il cielo e nulla più. Quindi godetevi la passeggiata nel migliore dei modi, il vostro modo, è piacevole e rilassante, almeno la mia è stata proprio cosi, ma ovviamente, a ognuno il suo momento.

Appena sono arrivato, oltre ad essere accolto da un bel po di mucche da latte (cit.) ho visto i miei amici intenti a darsi una mossa per tutto, che fosse pulizia del posto, l’abbellimento o l’accoglienza di tutte quelle belle persone che “passano di li”.
Come è stato scritto già, è una situazione quasi commovente, due ragazzi che rimangono in malga per conquistarsi il loro posto, due ragazzi che offrono qualsiasi cosa abbiano a chi vuole fare una sosta: un pò di acqua, una birra fresca, una chiacchera e qualche battuta, per scaldare ancora di più quel luogo, per farlo sentire “casa” a chiunque volesse fermarsi.
Il rifugio per ora ha ancora tanto lavoro da fare, energia elettrica, acqua e gas sono ancora mancanti. Ma secondo voi si sono fermati?

Ma neanche per idea, stanno portando avanti la loro idea, non di certo con facilità, ma ce la stanno mettendo davvero tutta… e a dire il vero, tantissime persone hanno già apprezzato il loro contributo, la loro simpatia e sicuramente il luogo, che è davvero bellissimo.
Non ve lo voglio descrivere troppo, dovete andare a trovarli, non posso garantirvi che sarà il più bel giorno della vostra vita, ma sicuramente sarà una giornata all’insegna di una tranquillità che riusciamo a sentire a malapena nel tran tran quotidiano, e la passerete in compagnia di persone gentili e buone.

Io mi fido di loro, so che porteranno avanti questo progetto nel miglior modo possibile, in quanto una passione è difficile da relegare, la passione fa fare grandi cose, credo che solo con i sogni e la buona volontà, si ottengono le cose più belle, provate a pensarci.

Bhe io non vedo l’ora di tornare a trovare Stefano e Chiara, voglio vedere fino a che punto si spingeranno, voglio vedere e godere di questa idea che trovo davvero fresca, davvero fatta con il cuore e che è voluta anche da un cambiamento, un cambiamento da un cupo frastuono cittadino a una situazione di pace, calma, e finalmente, di buoni sentimenti.
Stanno davvero facendo la loro parte per migliorare, e lo stanno facendo bene!

Lascia una risposta

Please enter your comment!
Please enter your name here