Tornano dopo quattro anni con un nuovo album di inediti il rocker italo-canadese Max Navarro e la sua band, che inaugurano le uscite discografiche della neonata etichetta AW Recordings. L’uscita dell’album, originariamente prevista per dicembre 2015, è stata posticipata a qualche giorno fa, il 14 marzo 2016, per procedere alla formalizzazione dell’accordo con Believe Digital, principale distributore europeo di musica digitale. Il titolo è “Somewhere South of Heaven” e la produzione anche in questo caso è stata curata dallo stesso Navarro e da Nick Mayer.

Per le registrazioni, Navarro si è affidato a Nico Odorico presso i nuovissimi Angel’s Wings Studios: “Conosco Nico da anni e appena ho saputo della sua idea di realizzare uno studio all’americana in Italia non c’ho pensato due volte e ho deciso di registrarlo lì – rivela Navarro -. Le canzoni erano pronte da tempo, ma dovevamo aspettare la fine dei lavori. Ne è valsa la pena, lo studio è uno spettacolo e siamo riusciti a tirar fuori quel suono che da tempo cercavo.”

“Somewhere South of Heaven” è il primo album realizzato da Navarro dopo la partenza del batterista Simone Morettin, passato nel 2012 agli Elvenking, e del bassista Jack Novell, sostituiti da Alex Parpinel e Danny Policella: “Con Alex e Danny si è creato fin da subito un ottimo rapporto. Alex è un entusiasta per natura, è rock n roll in tutto quello che fa, suonarci assieme è uno spasso; Danny è la nostra mascotte. È un gran bassista e in lui ho trovato il partner ideale per i cori”.

Confermati rispetto ai tre precedenti lavori Nick Mayer alle tastiere e John Paul Bellucci alla chitarra. Presente come ospite Max Zanuttini, anima dei Party Animals, a cui è stato affidato l’assolo di Hollywood: “Somewhere South of Heaven è innanzitutto un album di puro rock americano – continua Navarro -. Alla musica che faccio non chiedo altro che di piacermi. Personalmente non me ne frega nulla di vendere qualche copia in più o in meno. Il fatto che per qualcuno alcune canzoni possano essere più o meno catchy non è certo dovuto ad ambizioni di chissà quali vendite. Questo è uno dei motivi per cui ho scelto di sposare il progetto AW Recordings. È un’etichetta giovane che punta a fare le cose per bene dal punto di vista artistico, qui non c’è l’ossessione dei report come in passato, qui si lavora con un’altra filosofia”.

Nove solide tracce, in bilico tra AOR e rock a stelle e strisce: “Rispetto ad Hard Times sono cambiate parecchie cose, e credo lo si evinca già al primo ascolto. Se quello era un album rabbioso, questo è decisamente più distaccato, per qualcuno forse pure al limite del cinismo, come ad esempio in Hollywood o Saturday Night: sono due evidenti prese per il culo di tutto lo star system, ma ancor più del divismo che circonda il mondo della musica e dello spettacolo in generale. La gente non ha idea in realtà di quanta miseria umana vi sia nascosta dietro, ma piace pensare che sia un bell’ambiente. La verità è che invece rispecchia in tutto e per tutto la società dell’apparenza in cui viviamo”.

L’album è stato anticipato lo scorso dicembre dall’uscita del singolo “Nine Flares”, mentre il 17 marzo è uscito il secondo estratto “Sick Sentimental Plans”: “Eravamo indecisi tra Nine Flares e Sick Sentimental Plans come singolo di apertura, è stata una dura scelta. Alla fine abbiamo optato per la prima, ma non per lanciare messaggi di buona morale. Ormai tutti insegnano a vivere, non ho intenzione di mettermi in fila per essere l’ennesimo mezzo prete a fare la solita predica contro l’uso di droghe. Mi interessava solo raccontare la storia vera di un ragazzo, uno dei tanti che non ce l’ha fatta. Ma a dire il vero Sick Sentimental Plans è sempre stata la mia preferita” .

Questa la tracklist dell’album: 1 – Nine Flares; 2 – Sick Sentimental Plans; 3 – All Over With You; 4 – Somewhere South Of Heaven; 5 – Hollywood; 6 – Saturday Night; 7 – Stay; 8 – Come What May; 9 – Bad Day.

https://www.youtube.com/watch?v=aWqmp9ZAwRQ

CD_Cover

Max Navarro

Lascia una risposta

Please enter your comment!
Please enter your name here