Want create site? With Free visual composer you can do it easy.

Non so proprio cosa ci sia di bello in una spolverata di NEVE A UDINE.

Voglio dire, non è New York (una città a caso) dove viene giù di brutto e a valanghe, è un po’ di neve che cade per sbaglio e si scioglie dalla mattina al pomeriggio. Nulla di così eclatante, soprattutto vista la tristezza che lasciano quegli insulsi grumetti grigi, sui cigli delle strade quando si scioglie.

La neve è meravigliosa, sì, quando te ne puoi stare a casa, a berti le cioccolate calde e leggere un buon libro davanti al caminetto, quando sei in vacanza e sei circondato da metri e metri di foffosità bianca con cui fare pupazzi di neve, o quando ne cade talmente tanta da bloccare le strade, perché anche se i metereologi l’avevano previsto, sono stati colti da una bufera pure loro e quindi non hanno buttato abbastanza sale sulle strade.

La neve, a Udine, è inutile. Con la neve di Udine non puoi neanche fare un pupazzo di neve e se ne vuoi un mucchietto in più la devi staccare da sopra le ruote delle macchine.

La neve, a Udine, non è bella, da fastidio, perché proprio come quando piove -anzi è pure peggio- la gente va a 30 km/h e tu, che hai un appuntamento in un posto che dista circa 10 minuti da casa, ci arrivi, se ti va bene, dopo un giorno e mezzo di stenti e imprecazioni.

Ragazzi, dai, smettetela.
Il Friuli è rinomato per il tempo di merda
che si traduce con nient’altro che pioggia e umido. Quindi, fatemi la cortesia, non promuovete ogni nevicata come fosse il countdown per il nuovo anno a Times Square (rimanendo in tema delle città a caso), con tutte le luci colorate e magari un gnocco da limonare vicino.

Perché è più simile a Paolini che si tuffa in boxer nella fontana di Piazza Primo Maggio accompagnato dalle due pornostar: triste e inutile.


Did you find apk for android? You can find new Free Android Games and apps.

Lascia una risposta

Please enter your comment!
Please enter your name here