A Cervignano, l’11-12-13 ottobre, la seconda edizione del Festival del Coraggio

Il coraggio è ciò che ci fa andare avanti a testa alta. Non si parla solo di grandi rivoluzioni ma, soprattutto oggi, si parla di tanti piccoli gesti quotidiani, azioni che restano, ai più, invisibili, parole di persone tanto piccole e lontane da noi ma che risuonano con un’eco esponenzialmente sempre più grande, fino ad arrivare alle orecchie dei potenti.
Qualcuno diceva che senza la paura non esisterebbe il coraggio.
Vero, ma per estirpare la paura, dobbiamo avere il coraggio di affrontare ogni sua manifestazione.

Si pensa che il coraggio sia proprio solo di eroi e grandi uomini potenti, magari di personaggi mitologici o legati alla storia.
Ma guardiamoci bene…

..non siamo forse tutti degli eroi?

Non abbiamo bisogno del nostro coraggio per ogni azione che compiamo nella nostra vita? Per mettere al mondo un figlio e accompagnarlo nella crescita, per relazionarci con le persone che abbiamo attorno a noi, per affrontare ogni singolo giorno con tutte le sue infinite difficoltà.

Il coraggio è una qualità che tutti noi abbiamo.
Non c’è coraggio di classe A e coraggio di classe B.
La seconda edizione del Festival del Coraggio ci insegna proprio questo.

Ci porta a contatto con persone in carne ed ossa, persone che del coraggio hanno fatto la propria bandiera e che possono venircelo a raccontare. Per farci capire che siamo come loro, che non siamo diversi, che tutti a modo nostro siamo chiamati a vincere la paura. Ci sono paure diverse che riguardano i singoli individui e paure collettive e noi siamo tutti tra le schiere di un esercito valoroso, con l’arma più potente al mondo, il coraggio. La storia ci insegna che un uomo solo può fermare l’avanzata dei carri armati, un uomo senza violenza può vincere contro i poteri, un uomo può addirittura sfidare gli dei, un uomo, potenzialmente, può cambiare il mondo, muovendo un solo dito.

Allora ecco che il Festival del Coraggio, è il nostro festival. E’ il festival che celebra l’essere umano nella sua accezione migliore. Non un festival che celebra gli eroi moderni ma un festival che li porta in mezzo a noi per farci capire che sono uomini, in carne ed ossa, ognuno con la propria battaglia. Ed allora ecco laboratori per bambini, grandi esperti di coraggio ma non consapevoli di cosa esso sia e che possa essere in qualche modo allenato e coltivato.

Tra lectio magistralis, incontri, dibattiti, letture, musica, spettacoli teatrali, sentiremo parlare di donne che portano avanti il lavoro iniziato dal padre, uomini che hanno avuto il coraggio di denunciare, animali coraggiosi che salvano vite umane, padri che lottano per i diritti dei propri figli, sopravvissuti alla guerra e senza paura di raccontarla, uomini rimasti all’ombra di grandi eroi ma non per questo meno coraggiosi, musica ribelle e tanto altro…

Sui palchi e negli spazi del Teatro Pasolini, della Casa della Musica, della Biblioteca “Giuseppe Zigaina” e del Centro Civico, si alterneranno nomi come Fiammetta Borsellino, Beppino Englaro, Eugenio Finardi, Piergiorgio Odifreddi, Danilo De Marco e molti altri.

L’ingresso è gratuito a tutti gli eventi.
Il programma lo trovate sul sito www.festivaldelcoraggio.it

Lascia una risposta

Please enter your comment!
Please enter your name here