La serata di venerdì inizia con la finalissima di Sanremo giovani. A sfidarsi :Davide Shorty (Regina), Folcast (Scopriti), Gaudiano (Polvere da sparo) e Wrongonyou (Lezioni di volo).

Nella prima mezz’ora scopriamo già il vincitore: l’emozionatissimo Gaudiano.
Mentre Wrongonyou si aggiudica il premio Mia Martini della critica e Davide Shorty il premio Lucio Dalla.

Oggi il commento di Blud è un po’ diverso. Partiamo dalla fine con le classifiche della quarta serata di Sanremo:

Classifica della sala stampa

  1. Colapesce e Dimartino
  2. Maneskin
  3. Willie peyote
  4. La Rappresentante di Lista
  5. Ermal Meta
  6. Noemi
  7. Arisa
  8. Irama
  9. Malika Ayane
  10. Madame
  11. Francesca Michielin e Fedez
  12. Orietta Berti
  13. Coma_Cose
  14. Max Gazzè
  15. Lo Stato Sociale
  16. FulminaccI
  17. Annalisa
  18. Extraliscio
  19. Ghemon
  20. Gaia
  21. Fasma
  22. Francesco Renga
  23. Bugo
  24. Gio Evan
  25. Aiello
  26. Random

Top 10 classifica generale

  1. Ermal Meta
  2. Willie Peyote
  3. Arisa
  4. Annalisa
  5. Maneskin
  6. Irama
  7. La rappresentante di lista
  8. Colapesce Dimartino
  9. Malika Ayane
  10. Noemi

Perchè l’abbiamo fatto? Per darvi una tregua dai nostri commenti insolenti (che torneranno per la finale!) e concentrarci un po’ sui testi delle canzoni in gara.

Oggi ci siamo presi del tempo e durante le esibizioni abbiamo letto tutti i testi, quindi abbiamo deciso di rendervi partecipi delle nostre scoperte.

Qui di seguito trovate le parti che ci hanno colpito di più in ordine di esibizione, d’altronde un po’ di poesia fa bene al cuore, e ci prepara alla finalissima.


Le canzoni in gara

Annalisa “Dieci”
A fine lavoro ti penso
Ho cenato col vino sul letto
E non deve andare così
Non fanno l’amore nei film

Aiello “Ora”
Non riuscivo a dirti che mi ricordavi di lei
Mi ricordavi di lui, ero fuori da poco
Ho visto foto di te
Il tuo compagno, una bambina
Poi quella casa l’hai finita
Dovevi portarci me

Maneskin “Zitti e buoni
E non c’è vento che fermi
La naturale potenza
Dal punto giusto di vista
Del vento senti l’ebrezza
Con ali in cera alla schiena
Ricercherò quell’altezza
Se vuoi fermarmi ritenta
Prova a tagliarmi la testa

Noemi “Glicine
Ma forse ho solo dato tutto per scontato e
E mi ripeto che scema a non saper fingere
Dentro ti amo e fuori tremo
Come glicine di notte

Orietta Berti “Quando ti sei innamorato
E mi perdonerà se non mi sveglierò
Da questo sogno che non è stato inganno
Senza più orgoglio, senza più affanno
Ci abbandoniamo al mondo senza nessun rimpianto
Non vado a fondo se sono insieme a te

Colapesce/Di Martino “Musica leggerissima
Metti un po’ di musica leggera
Nel silenzio assordante
Per non cadere dentro al buco nero
Che sta ad un passo da noi, da noi
Più o meno

Max Gazzè “ Il farmacista
Per la pettegola
Che origlia
Vanità,
Coda di paglia
O qualsivoglia
Imperfezione!
Per tutto
Invento,
Stai tranquilla,
Una bio-chimica pozione!

Willie Peyote “Mai dire mai (La Locura)
Nuovi punk vecchi adolescenti, tingo i capelli e sto al passo coi tempi
C’è il coatto che parla alla pancia ma l’intellettuale è più snob
In base al tuo pubblico scegliti un bel personaggio, l’Italia è una grande sit-com

Malika Ayane” Ti piaci così
Non c’è intuizione
Senza scintilla
Perderti senza chiedere ti assomiglia
Non è spocchia ma necessità
Di sorprenderti
Di decidere
Cosa prendere e quando smettere

La Rappresentante di Lista “Amare
Nella strada infinita
La paura è la vita
Apro gli occhi e vedo l’universo
Tra la gente che non crede
Che sognarlo era diverso 

Madame “Voce
Baby ti ho cercato in ogni dove
Nelle corde di gente che non conosco
Ma infondo bastava guardarsi dentro più che attorno
Sei sempre stata in me e non me ne rendevo conto

Arisa” Potevi fare di più
A che serve truccarmi se nemmeno mi guardi
Ero dentro i tuoi occhi ma tu non lo ricordi
Noi di spalle nel letto più soli e bugiardi
Ti addormenti vicino ti svegli lontano 

Coma_Cose “ Fiamme negli occhi
Metà sono una donna forte
Decisa come il vino buono
Metà una venere di Milo
Che prova ad abbracciare un uomo

Fasma “Parlami
Dimmi come faccio a stare bene così
Nei miei giorni no tu sei l’unico sì
Tu che mi parlavi e mi parlavi di te
E come se parlassi e parlassi di me

Lo Stato Sociale” Combat Pop
Ma… ma che senso ha?
Volere sempre troppo,
Pagare tutto il doppio
E godere la metà? Ma che senso ha
Vestirsi da rockstar,
Fare canzoni pop
Per vendere pubblicità?

Francesca Michielin / Fedez “Chiamami per nome
Ma vorrei dirti non ho paura
Vivere un sogno porta fortuna
La tua rabbia non vince
Certi inizi non si meritano nemmeno una fine
Ma la tua bocca mi convince
Un bacio alla volta
Come sassi contro le vetrine

Irama “La genesi del tuo colore
La scia che ti porterà dentro
Nel centro dell’universo
E l’armonia del silenzio
Sarà una genesi
La genesi del tuo colore

Extraliscio feat. Davide Toffolo “Bianca luce nera
Ora che conosci le carte
Ora che conosci il destino
Dimmi che c’è un treno che parte
Noi che ci sediamo vicino
E nessuno ci conosce
E non importa dove andiamo

Ghemon “Momento perfetto
Sono convinto che questa sia
L’ora mia, il momento perfetto per me
“Non ti ho sentito più ma di’, com’è fratello?
Tu puoi contare su di me e questo lo sai fratello!”
Ma quando poi sei senza chiave nel tuo inferno
Ti scopri figlio unico e sei chiuso all’esterno

Francesco Renga “Quando trovo te
E la tua testa non ne vuole più sapere
Di stare ferma e quel silenzio dentro fa rumore
All’improvviso torno a respirare
Una stanza, due sedie, la cena, un film
Qual è il finale?

Gio Evan “Arnica
Cerco un amico per un buon tramonto insieme
Voglio arrivare all’alba e dire dai di nuovo
E voglio farmi scivolare il mondo addosso
E non scivolare sempre io

Ermal Meta” Un milione di cose da dirti
Tu diventi più bella ad ogni tuo respiro
E mi allunghi la vita inconsapevolmente
Avrei un milione di cose da dirti, ma non dico niente
In un mare di giorni felici annega la mia mente

Bugo” E invece si
Voglio immaginarmi che non ho sbagliato
E che il paradiso è il mio supermercato
Con la birra in saldo e il poster di Celentano
È meglio così

Fulminacci”Santa Marinella
Quanto vuoi per tutto questo?
Non cercarmi mai però incontriamoci
Prima o poi senza volerlo
Al reparto dei superalcolici
Che ci fai? Scaldo l’inverno.

Gaia “Cuore amaro
Quella che ho
Dentro è una notte lontana
Quella di chi non sa tornare a casa
Sotto una lacrima
Che bagna tutta la città
Strada di arterie che
Ritorna da me

Random” Torno a te
Oggi mi sento vivo
Cercami e mi troverai
Dentro le note che mai scriverei
È solo il tempo che scriverà il resto
Che cambia se siamo diversi dal resto

A domani per le pagelle finali, noi abbiamo già i nostri preferiti!

Un saluto dall’Ariston,
Diana

Lascia una risposta

Inserisci il tuo commento
Perfavore inserisci il tuo nome qui