L’autunno e la primavera sono periodi di transizione in cui poter far chiaro sulle proprie aspirazioni sportive invernali o estive. Ci prefissiamo magari degli obbiettivi sciistici per l’inverno o scalate, ascensioni/trekking o delle escursioni in MTB per l’estate.
E proprio la MTB che nel periodo autunnale può tornare utile per programmare un buon allenamento aerobico e muscolare per poter affrontare successivamente la stagione sciistica invernale divertendosi e visitando le molteplici zone che la regione Fvg puo’ proporre in questo periodo.

MTB come preparazione allo sci

Un modo per poter conoscere il mondo delle “ruote grasse ” e’ affidarsi ad un maestro o accompagnatore MTB di Amibike. Sul territorio regionale ci sono diplomati che operano e sapranno valutare le vostre capacita’ per avvicinarvi a questo mondo in sicurezza con indicazioni sul posizionamento in sella. I piu’ esperti potranno, affidandosi ad un maestro di mountanbike, curare il gesto tecnico e acquisire maggiori capacita’ necessarie a superare ostacoli, discese impegnative , oppure nozioni sull’uso del GPS cartografia e alimentazione in modo da avere un panorama completo sul mondo MTB
.
Per sapere a chi rivolgervi sul territorio regionale e trovare le persone piu vicine a voi vi rimando alla pagina del sito Amibike
http://www.amibike.com/lista-diplomati-amibike.html#FRIULI

Il Friuli in mountain bike

La Nostra regione si presta alla pratica della mountain bike per tutto l’arco dell’anno con molteplici itinerari che dalla costa ci conducono fino alla montagna passando in luoghi ricchi di storia , ambienti suggestivi in una natura selvaggia che il nostro territorio ha saputo conservare . Per quanto riguarda il territorio in cui opero le proposte sono numerose a seconda del tipo di difficolta tecnica e fisica che si vuole affrontare.
Per quanto mi riguarda, in questa stagione (maggio giugno) prediligo gite lunghe 3-4 ore sui monti locali e sconfinando nella vicina Slovenia, un classico locale , molto panoramico è la salita al monte Taiano (Slavnik 1028 m s.l.m.).

Possiamo partire da Basovizza, classico punto di ritrovo dei bikertriestini,dopo il caffè si procede sotto le pendici del monte Kokos verso Pesek, da qui si può scendere sulla ciclabile Giordano Cottur, percorrerla fino all’abitato di Hrpelje, a metà paese in direzione Rijeka , sulla destra troveremo le indicazioni (scritta in bianco su cartello rosso) per il nostro obbiettivo. Una bella salita costante lunga circa 10 km ci porta fino in vetta (rifugio aperto nei fine settimana) da qui si apre un spettro di possibilità per la discesa considerevole.

Se volete saperne di più potete contattare Giassi Alberto, Maestro mountain bike
albertogiassi@gmail.com

Bici-fat-bike mountain-bike fat-bike

Condividi
Articolo precedenteTarantino a teatro, “anni ’70 tutti con le P 38”
Articolo sucessivoPlease be the pancetta of my carbonara life
Marco
Ama stare all’aria aperta. Per mangiare fa la Guida Alpina e qualsiasi lavoro che richieda l’uso di corde, dai palazzi agli alberi. La sua vera passione però sono gli sport outdoor. Pratica l’arrampicata, lo sci e qualsiasi attività divertente in montagna ma anche slackline e highline, skydiving, windsurfing, parapendio e speedfly . Vive intensamente l’ambiente che lo circonda spostandosi parecchio tra Friuli, Veneto e il resto delle alpi. La sua base è a Udine ma il suo spirito è ovunque! Enjoy the nature.

Lascia una risposta

Please enter your comment!
Please enter your name here