Prima di iniziare a delirare sul Festivàl mi preme fare un augurio a chi non è Sanremo ma lavora con la musica, con l’arte e con lo spettacolo e che ha pari diritti di essere ascoltato e goduto, nella speranza che questo programma smuova le acque e vi/ci faccia tornare presto in pista.

Il 2 marzo inizierà forse la più particolare “settimana” sanremese della storia, diamo un occhio a cosa è successo prima e a cosa possiamo aspettarci.

Sanremo: il prequel

Amadeus per la seconda volta padrone di casa fa un tira e molla durato mesi sulla possibilità di fare un Sanremo senza pubblico, lui super contrario.
In Italia scatta il delirio.

Ad un certo punto si mormora che Sanremo si farà in una crociera, Orietta Berti commenta “fin che la barca va, lasciala andare”. In Italia scatta il delirio.

Finalmente si decide che Sanremo si farà, senza pubblico, senza Katia Ricciarelli in prima fila ma con Ibrahimovic nel ruolo di Ibrahimovic a 50 mila euro a serata. In Italia scatta il delirio.

Sanremo si farà ma il DopoFestival no, sostituito tristemente da un PrimaFestival condotto da chi?! Giovanna Civitillo, first Lady del conduttore. Monopolio della famiglia Sebastiani la kermesse è pronta a partire.

Il Festivàl

Cosa sappiamo ad oggi dunque?
Niente pubblico, niente cartonati ma un palco più grande. Come ogni anno la domanda è una: ci saranno i benedetti fiori? Speriamo.

Ah, un’ altra cosa… a Che Tempo Che Fa, Amedeo dichiara a Fazio che fiori e premi verranno consegnati con un carrello. Da casa ci si guarda sbigottiti.

Morgan non viene selezionato, Bugo sì: apriti cielo.
Parte un fisco pazzo su Instagram, Marco Castoldi senza rancore posta: “La canzone con cui Bugo andrà a Sanremo è quella che presentò due anni fa a Baglioni e fu bocciata“.
Che succede?!

Achille Lauro sarà ospite a quanto pare portando dei suoi quadri. Pittore presso: me stesso.

Le nuove proposte saranno 8, selezionate lo scorso autunno nelle cinque puntate di AmaSanremo (titolo che è un po’ un invito e un po’ ci ricorda chi comanda, d’altronde Leningrado è nata così, no?!).

Interessante la giuria televisiva del programma: la magistrale Beatrice Venezi, Piero il Pelide Pelù, l’ancora presente Morgan e quel bonaccione di Luca Barbarossa.

Sono quotate 1-1.01 le seguenti battute:

  • Amadeus/naso grande tamponi a volontà
  • Orietta Berti la nonna del Festival (prevista indignazione di tutti tranne di Osvaldo, addormentato già da un paio d’ore)
  • Ibra che canta e qualcuno commenterà che al Meazza è meglio, qualcuno del Milan ovviamente.
  • Ornella Vanoni. Ecco vorrei aspettarmi qualcosa di preciso da lei. Ma potrebbe succedere QUALUNQUE COSA.

Questo è ciò che vi basta per essere pronti alla Kermesse, se invece siete dei nerd del Festival come lo sono io continuate a leggere.

Il regolamento del 2021

Riassunto Easy del regolamento 2021:
  • 26 artisti/ canzoni per la sezione Campioni
  • Serata evento prevista per giovedì 4 marzo con tema canzoni d’autore italiane nella quale ogni artista eseguirà un brano classico con la possibilità di affiancarsi ad un altro artista italiano o straniero.
  • Otto saranno le canzoni della categoria nuove proposte

Come e chi vota:

  • una Giuria Demoscopica;
  • una Giuria della Sala Stampa, Tv, Radio e Web;
  • il pubblico tramite il sistema di Televoto da telefonia fissa e da telefonia
  • i musicisti e coristi dell’Orchestra del Festival.

Gli ospiti

Ospiti previsti per serata
Martedì 2 marzo: Matilda De Angelis, Loredana Bertè, Diodato
Mercoledì 3 marzo: Elodie, Luisa Ranieri, Il Volo, Alex Schwarzer
Giovedì 4 marzo: Vittoria Ceretti, Sinisa Mihajlovic
Venerdì 5 marzo: Barbara Palombelli, Beatrice Venezi
Sabato 6 marzo: Ornella Vanoni, Francesco Gabbani, Serena Rossi, Simona Ventura, Federica Pellegrini, Alberto, Tomba.
Ecco un piccolo spaccato per approcciarci ai giorni a venire o per avere qualcosa da dire dal parrucchiere!

A stasera… e ricordate: comunque vada panta rei and singing in the rain!

_Diana_

Lascia una risposta

Inserisci il tuo commento
Perfavore inserisci il tuo nome qui