Eccoci qui alla seconda serata del Festival di Sanremo.
Ieri sera sul palco dell’Ariston si sono esibiti i 4 giovani e a seguire i 13 campioni rimasti.

La serata inizia con Fiorello che balla avvolto da piume nere tarantolato come le anziane al casinò Perla. Tuttofare, se la canta e se la suona, Ama ride.
L’Ariston si riempie di palloncini  in sostituzione di Giletti, dello psicologo Meluzzi e del Pupazzo Gnappo. Oggi il segno della croce ce lo facciamo noi.

I giovani

WRONGONYOU: LEZIONI DI VOLO. Il cugino di città dei Gemelli Diversi arriva in Liguria. Ci sembra una persona sensibile e lo manderemmo volentieri a TRL, ah non esiste più? Va beh pollice in su ugualmente per noi e per la giuria.

GRETA ZUCCOLI: OGNI COSA DI TE.Il maestro Rodrigo D’Erasmo ci fa di nuovo perdere la concentrazione, travestito da signora del West. Greta non può ancora votare per il parlamento, ma sul palco si comporta come un ’artista vissuta. Canzone un po’ lagnosa, si chiude qui la sua esperienza al Festival.

DAVIDE SHORTY: REGINA. Ci ricorda Francesco Renga da giovane, ha un abito in legno blè e una canzonetta sanremese. Lui sorride molto, la giuria lo premia e lo manda avanti.

DELLAI: IO SONO LUCA. Gli Holly e Benji di Sanremo giovani, la canzone è innocua e non va da nessuna parte, ma loro si sono divertiti, la giuria no. Bye Bye Luca!

I Campioni

ORIETTA BERTI: QUANDO TI SEI INNAMORATO. Snobba le scale, l’Ursula di Cavriago si piazza due conchiglie sulle tette e va. Ci prova con un tirapugni in diamanti ma Orietta gioca a un altro sport.

Entra Elodie, lunghissima.

BUGO: E INVECE Sì. Equino ed oversize. Christian ci parla di birre in offerta, Celentano e Ringo Starr. Non vincerà neanche un premio alla pesca di Ziracco ma che voglia di far pasquetta nei campi con lui.

Entra Laura Pausini con il mantello dell’invisibilità, il pubblico finto applaude. Implode il 25% dei palloncini in sala, la vendita di piadine in riviera romagnola sfiora picchi mai raggiunti.  

GAIA: CUORE AMARO. Ruba il vestito e il movimento latino alla Lamborghini ‘20. Balere all’aperto iniziate a pulire che Gaia è pronta!

LO STATO SOCIALE: COMBAT POP. Fanno circo ma non convincono. Lodo aveva detto che non gliene fregava e si è visto. Si travestono, girano e menano ma li preferivamo quando si erano rotti il ca…

Canta Il Volo, Ama li ringrazia da parte sua e del pubblico di Sanremo mentre la telecamera inquadra i palloncini. Un momento che scava un buco dal quale, sinceramente, non usciremo mai.

LA RAPPRESENTANTE DI LISTA: AMARE. Non gli avremmo dato un due di coppe, travestiti da Uniposca. Lui col chitarrino alla Denver ma senza gli occhiali e nasone all’insù. Improvvisamente fanno una bella festa, in una serata dal sapore di benzodiazepine.

MALIKA AYANE: TI PIACI COSì. Poco poco da dire e da dare. Ritornello da radio ma ci si aspettava tanto di più.

Entra Elodie. Vorremmo spiegarle che non è Beyoncè ma percepiamo l’ormone del maschio medio bresciano fino a Toronto. Ci stringiamo nelle spalle e pensiamo a cosa stia facendo Raffaella Carrà in questo momento.

Dal nulla appare Gigliola Cinquetti, bella come un film che stupisce per essere stato girato così tanti anni fa. Scende una lacrima e guardiamo un tramonto su Instagram.

Fausto Leali sembra un mago incazzato in vacanza, passa la parola a Macella Bella, collega di Difesa Contro Le Arti Oscure.

Torna Elodie vestita da Gabibbo, era ora ma… diamoci una mossa Belàndi!

ERMAL META: UN MILIONE DI COSE DA DIRTI. Ci piace questa canzone d’Amore. Ci ricorda un po’ Sergio Cammariere ma meno depresso e con ancora qualche chance di accoppiarsi in primavera. In bocca al lupo Ermal!

EXTRALISCIO feat. DAVIDE TOFFOLO: BIANCA LUCE NERA. I genitori dello Stato Sociale ci propongono una canzone stramba, loro sono bislacchi, assortiti come caramelle in offerta: non capiamo un tubo. Non sono male, ma ci avevate fatto annusare la Sagra dei Gamberi e non è andata così.

Entra Gigi D’Alessio. Ingoiamo un raudo e speriamo faccia effetto.

Non ha funzionato, Achille Lauro balla il twist vestito da Mina e ora siamo sicuri al 100% che lei non si farà vedere mai più.

RANDOM:TORNO A TE. Se era rimasto qualcuno all’ascolto con questa ha spento tutto e disdetto il canone.

FULMINACCI: SANTA MARINELLA. Miglioriamo di qualcosa, immaginiamo ci sia qualche coppietta che se la dedicherà prima di limonare andando all’Eurospin. Questa speranza ci tocca il cuore e lo teniamo.

WILLIE PEYOTE: MAI DIRE MAI(LA LOCURA). Canzone dell’estate, la sentiremo al Lele’s chiosco tra una caraffa e un Toast con la salsa rosa.

GIO EVAN: ARNICA. Particolare nelle movenze e canzone tenera. Salviamo il coloratissimo Gio, ma non i pantaloni corti. Lo riascolteremo volentieri nelle prossime serate.

IRAMA: LA GENESI DEL TUO COLORE. Ultima canzone per oggi, ci dispiace non averla sentita prima. Ci ricorda il Vasco dei primi anni 80,ma solo per il look. Bel pezzo ci fa muovere il collo a ritmo.

All’1 e 20 Elodie fa un bel monologo. Se solo fosse arrivato qualche ora fa.

Il pigiama chiama e qualunque cosa sia successa dopo ce la racconterà Marzullo, unico sveglio in tutto lo Stivale.

La classifica provvisoria

Ecco la classifica provvisoria della seconda serata:

  1. Ermal Meta, Un milione di cose da dirti
  2. Irama, La genesi del tuo colore
  3. Malika Ayane, Ti piaci così
  4. Lo Stato Sociale, Combat Pop
  5. Willie Peyote, Mai dire mai (La locura)
  6. Gaia, Cuore amaro
  7. Fulminacci, Santa Marinella
  8. La rappresentante di lista, Amare
  9. Extraliscio feat. Davide Toffolo, Bianca luce nera
  10. Gio Evan, Arnica
  11. Orietta Berti, Quando ti sei innamorato
  12. Random, Torno a te
  13. Bugo, E invece sì

Questa serata è stata dura ragazzi, ma facciamoci coraggio perchè stasera ci sono i duetti e c’è speranza.

Dall’Ariston è tutto, a domani
Diana

Immagini prese da Google

Lascia una risposta

Inserisci il tuo commento
Perfavore inserisci il tuo nome qui