THE NUN NIGHT, evento Speciale: mercoledì 19 settembre una notte Horror allo Space Cinema di Pradamano. Si inizia con The Conjouring 2 – Il Caso Enfield (2016) alle ore 20:00, a seguire l’ANTEPRIMA di THE NUN – la Vocazione del Male alle ore 22.30. I pop corn sono illimitati con l’acquisto di un pop maxi. Lo spettacolo da acquistare è quello delle 22.30 ed è valido per entrambi i film. L’evento ha inizio alle ore 20.00 dopo il primo film ci saranno circa 10 minuti di pausa.
Amanti del genere horror, non serve attendere Halloween per una serata da brivido!

Ebbene, cari miei, oggi mercoledì 19 settembre 2018, allo Space Cinema di Pradamano ci sarà la possibilità di vedere Conjuring 2 e The Nun, terzo capitolo della saga.
Se siete degli appassionati di presenze oscure, case infestate e possessioni demoniache, Conjuring/Conjuring 2 sono due film che meritano di essere visti.
Sono delle rare eccezioni meritevoli nel panorama horror degli ultimi anni, dagli anni 90 in poi ci si è focalizzati più sugli effetti speciali, che sull’effetto sorpresa, e noi nostalgici sentivamo la mancanza di colpi di scena che fanno saltare sulla sedia.

Personalmente infatti, sono molto più interessata ai vecchi film, uno su tutti Nightmare, re della notte e padrone degli incubi.
Ricordo ancora quando era uscito il primo IT, io bambina che rientravo a casa da catechismo a piedi e da sola, e via correre. Non avevo ancora visto il film, che solo al pensiero che mi sbucasse da un tombino quel pagliaccio dai denti appuntiti me la faceva fare sotto.
Hellraiser. Shining. Profondo rosso. L’esorcista.
La passione per questo genere l’ho sempre avuta, da bambina mi facevo comprare da mamma gli Horror Junior della Mondadori, Piccoli Brividi, amavo leggere.
Un flash del passato, pensa tu come le cose tornano alla mente, quando  ero in terza media, a 13 anni, la professoressa di religione  F. Dorbolò, aveva costretto tutti a regalare qualcosa a Natale a qualcun’altro della classe. Non ricordo assolutamente io cosa avevo regalato e a chi, ma io ero capitata a Carlo (ndr. che allora era ancora Carlo, solo più tardi è diventato Dj Cic.1) e mi sono ritrovata Shining tra le mani. Eccolo il primo incontro con Stephen King, grazie Carlo.
E poi a 14 anni Profondo rosso a casa di Elena, su in montagna. Elena credo sia l’unica amica che mi porto dietro dai tempi dell’elementari e da allora film horror ne abbiamo visti insieme in quantità, una passione che ci accomuna. Quando poi ho raccontato a mia madre che avevo visto un film di Dario Argento, mi ha guardato con gli occhi sgranati: “Sei matta! Io non riesco…”
Ma lei è esagerata. lei è quella che guardava la prima serie di X Files con me per paura che io rimanessi traumatizzata, e poi è finita che sono rimasta da sola a guardare le serie successive perchè era a lei che faceva paura.

Il genere horror è spesso sottovalutato e molti lo considerano solo sangue-e-budella-shackerati, e sì, è vero, spesso è così, si sta poco a trasformare una bella storia in una Corazzata Potemkin.
Ma ci sono degli autori, dei registi, che sono molto più profondi. Psicologici.
King l’ho sempre ritenuto un genio e sebbene anche alcuni dei suoi libri mi abbiano lasciata perplessa, è innegabile la sua forza narrativa.
“Quasi dieci milioni di italiani sono vittime di fobie e piccole paure. Un tema, questo, molto importante che riguarda persone di entrambi i sessi, di qualunque età e appartenenza sociale. Ormai esplicata come una emozione primaria necessaria alla sopravvivenza, ovvero una risposta psicofisica che si attiva di fronte a un pericolo esterno (ad esempio un serpente), la paura può comunque manifestarsi nei confronti di creature e situazioni che sappiamo non potrebbero mai manifestarsi nel mondo reale. E’ quindi probabile che la conoscenza di ciò che ci fa orrore rappresenti una sorta di autostrada verso l’inconscio e lo “strano piacere” provocatoci da un film horror non dipenda dalla sola scarica d’adrenalina ma anche da un forte desiderio di conoscere le nostre parti più oscure.
Autori come Stephen King, Edgar Allan Poe e Howard Lovecraft hanno contribuito, negli ultimi secoli, a costruire una vera e propria mitologia orrorifica popolata da mostruosi personaggi il cui ruolo va ben oltre quello di regalare un brivido al lettore”. [da http://ilmondodiedu.blogspot.com]
Lovercraft! Poe! Insomma, se devo sparare dei titoli da non perdere assolutamente, sia di libri che di film, istintivamente faccio un balzo indietro di 20/30 anni (e anche 40…).

MA.

The Conjuring è un film molto ben fatto e sarà che diventando grande sono diventata anche più facilmente influenzabile, fortuna ha voluto che il primo l’abbia visto una sera che il mio uomo era a casa. Poi c’è stato il secondo. E stasera il terzo capitolo, ma il mio uomo è in Francia, quindi prevedo di dormire con la luce accesa ma tant’è, basta esserne consapevoli.

The Conjuring

L’evocazione – The Conjuring (The Conjuring) è un film del 2013 diretto da James Wan.Si tratta di un horror basato sui fatti riportati dalla coppia di ricercatori del paranormale Ed e Lorraine Warren, le cui esperienze in precedenza avevano già ispirato film come Amityville Horror e The Haunting in Connecticut. La trama, ambientata nel 1971 nel New England, è quindi incentrata sul tentativo dei Warren, di aiutare una famiglia da poco trasferitasi in una casa infestata, i Perron.

La sceneggiatura è per lo più fedele alle storie narrate dai protagonisti della realtà, ma non mancano discrepanze: ad esempio i Perron rimasero nell’abitazione infestata per 9 anni mentre nel film la loro esperienza è più breve e intensa, inoltre non avvenne alcun tentativo di esorcismo e Bathsheba Sherman, l’antica proprietaria della casa, fu veramente processata e assolta per l’omicidio di un neonato e ritenuta dai concittadini una strega che aveva sacrificato un bambino per Satana però, contrariamente a quanto narrato nel film, morì per cause naturali in età avanzata.[da Wikipedia]

Come vi dicevo, sono un’amante dei vecchi film e The Conjuring richiama senza ombra di dubbio il cinema horror degli anni settanta. Ottimo riscontro sia di critica che di pubblico.

A questo, è seguito il secondo ed il terzo capitolo della saga, che potremmo vedere domani durante una notte horror allo Space Cinema di Pradamano, con la prima visione di THE NUN.

The Conjuring 2

The Conjuring – Il caso Enfield (The Conjuring 2) è un film del 2016 co-scritto, co-prodotto e diretto da James Wan.
Si tratta di un sequel, i fatti narrati si svolgono nella Londra degli anni settanta, e sono noti come il poltergeist di Enfield.

Nel 1977, nel borgo londinese di Enfield, la famiglia Hodgson, composta dalla madre Peggy e dai figli Margaret, Janet, Johnny e Billy – il padre li ha abbandonati – vive delle esperienze paranormali che colpiscono prevalentemente l’undicenne Janet, la quale si vede improvvisamente colpita da sonnambulismo e incomincia a conversare con lo spirito di un signore anziano che insiste che la casa sia sua e che loro devono andarsene. [da Wikipedia]

The Nun

The Nun, il film diretto da Corin Hardy, è ambientato in un’abbazia della Romania.
Quando una giovane suora di clausura si toglie la vita, un prete con un passato burrascoso e una novizia sul procinto di prendere i voti, vengono inviati dal Vaticano per fare luce sull’evento.

Insieme scopriranno il diabolico segreto dell’ordine. Mettendo a repentaglio non solo le proprie vite, ma anche la loro fede e le loro anime, si troveranno ad affrontare una forza malvagia che ha le sembianze della stessa suora demoniaca che ha terrorizzato il pubblico in The Conjuring – Il caso Enfield, mentre l’abbazia diventerà un terrificante campo di battaglia tra i vivi e i dannati.[da www.comingsoon.it]

Cambia il regista dunque, e la sfida a mantenere alta la tensione è sempre più ardua.
Volete sapere se Corin Hardy sarà in grado di soddisfare gli amanti dell’horror?
Diciamocelo, con questo genere  di film, ci vuol niente a passare dal capolavoro alla boiata totale.
Io però gli do il beneficio del dubbio, nella speranza che stasera non mi deluda.

Sì, dormirò con la luce accesa, l’ho già detto.

THE NUN NIGHT
The Conjouring 2 – Il Caso Enfield (2016) alle ore 20:00
THE NUN – la Vocazione del Male alle ore 22.30
Il costo per la visione di entrambi i film è 19 euro
Pop corn  illimitati con l’acquisto di un pop maxi
Per info: THE NUN NIGHT

 

Lascia una risposta

Please enter your comment!
Please enter your name here