Lignano Sabbiadoro è una città balneare ricca di sorprese.
Ogni anno propone un’ampia gamma di concerti di diversi tipi musicali, dal rock, al metal, al jazz, a cantautori italiani… restare delusi diventa quasi un’utopia, ma questo 2017 è davvero una bomba.

La chicca dell’estate lignanese, almeno per gli amanti come me del rock in tutti i suoi generi, è sicuramente la data del 4 agosto con i ‘The Offspring’ in concerto. The Offspring è una band punk rock statunitense nata a Garden Grove, California, nel 1984. Vengono spesso citati, insieme ai Green Day, ai Blink-182 e ai Rancid, per aver contribuito a reinterpretare le prime sonorità punk rock in chiave moderna negli anni ’90. Un album indimenticabile è senza dubbio “SMASH” con cui gli Offspring raggiungono la fama mondiale e conquistano le classifiche. 11 milioni di copie vendute, 11 milioni signori! Da qui in avanti la band comincia a ricevere apprezzamenti da tutto il mondo. Ancor oggi questo gruppo, attivo da oltre trent’anni, è capace di dar vita a degli spettacoli musicali unici.

Esistono svariati libri e film che trattano la loro storia e le mie parole non possono essere altro che un piccolo eco alle tante già dette sul loro conto: una band effervescente, trascinante e capace di appasionare i suoi fan fino in fondo.

Quali sono i brani che attendo con gran trepidazione, pronta a saltare in aria al suono delle prime note? Certamente due tra le più famose come “Pretty fly (for a white guy)” e “Why don’t you get a job?

Per chi non la conoscesse o non se la ricordasse ecco un piccolo assaggio:

‘Let me tell you about my other friend now
My friend’s got a boyfriend, man she hates that dick
She tells me every day
He wants more dinero just to stay at home
Well my friend
You gotta say
I won’t pay, I won’t pay ya, no way
Why don’t you get a job
Say no way, say no way, no way
Why don’t you get a job.’

Il concerto dei ‘The Offspring’ del 4 agosto 2017 allo Stadio Comunale Teghil di Lignano Sabbiadoro sarà preceduto da altri due gruppi: i Millencolin e i Rumatera. I primi, temerari svedesi capofila del genere skate punk, i secondi, veneti che hanno unito in maniera sopraffina il loro dialetto alle sonorità del punk rock della scuola californiana degli anni ’90.

Insomma, come potete mancare a un evento di tale portata?
La musica fa vivere due volte, se poi è musica di questo tipo, anche tre!
Buon concerto giovani!

Condividi
Articolo precedenteMax Gazzè chiude la 3 giorni cervignanese di Onde Mediterranee
Articolo sucessivoJoss Stone al No Borders Music Festival
Giada
Nata il 31 dicembre '93 (non è così figo come potreste credere... un solo regalo non fa piacere a nessuno) ama dare sfogo alla sua fantasia tra i fornelli. Inchiostro? Fermamente a favore. Tra non molto inizierà a perdere il conto dei tatuaggi che ha. Altre passioni? Camminare ovunque e esplorare gli angoli più nascosti delle diverse località, ascoltare buona musica (Ozzy, Bob Marley, Elvis, Beatles per citarne alcuni) e letteralmente adora il francese. Sacrilegio per una friulana: non apprezza il vino. Ma rimedia con la briscola, evitate di giocarci assieme se non apprezzate tale arte.

Lascia una risposta

Please enter your comment!
Please enter your name here