Sabato 7 settembre si è tenuto il primo festival Amore Arte e  Rivoluzione.

Questo progetto è nato con l’obiettivo di mettere in rete  le realtà attive sul territorio udinese e farle conoscere il più  possibile. Interessante anche il percorso che ne ha preceduto la realizzazione: per diversi mesi si sono incontrati gruppi, associazioni, artist* e attivist*, riconoscendosi in un fine comune e in un manifesto condiviso. Ecco quindi nascere l’evento che ha voluto essere catalizzatore di cambiamento sociale, per stimolare e sensibilizzare la curiosità, per creare nuovi incontri e nuove collaborazioni, per attuare una rivoluzione dentro e fuori se stess*.

Il festival si è svolto con un percorso a tappe in diverse librerie udinesi che hanno messo a disposizione i loro spazi.

Ad aprire il pomeriggio è stata la Libreria Martincigh, dove parole e musica si sono incontrate, con la lettura di brani in poesia e in prosa dagli artist* Gloria Corradi, Davide De Lucca (rivista Digressioni), Giuseppe Beltrame e Paolo Petrucco (rivista La Seppia) , e l’accompagnamento musicale di Ivo Grimaldi. La Tarantola ha poi ospitato il dibattito, animato da Lorena Fornasir e Andrea Franchi (volontari in sostegno dei migranti sulla rotta balcanica), Damiano Nonis (attivista all’eco-villaggio Gaia Terra) e Massimo Buccheri (scrittore), con la moderazione di Federico Venturini. Infine la libreria Friuli è diventata il palcoscenico per l’esibizione teatrale di Francesco Michelotti, Stefano Marangoni, Riccardo Will Gatti, Zeno Gregorat e Marco Zilli.

Un aperitivo finale ha poi soddisfatto i palati e il desiderio di conoscenza reciproca.

Il filo rosso che ha unito tutti questi interventi sono stati i concetti di amore, arte e rivoluzione, declinati in chiave e sensibilità diverse.

A dimostrare il successo della manifestazione sono stati i commenti positivi dei presenti e la quantità di persone che ha partecipato alle diverse tappe, preferendo cercare il cambiamento piuttosto che fossilizzarsi nel lamento.

Purtroppo gli eventi al parco Cormor, tra cui lo spettacolo teatrale di Our Voice e il concerto di diversi gruppi (Catorcio, Fanteria Di Prima Linea, Commando e Ines Lee & Roadkill) sono stati rimandati a causa del brutto tempo.

Questo è solo un primo evento Amore, Arte e Rivoluzione, altri verranno organizzati in futuro, con la speranza di vedere la stessa partecipazione e delle nuove collaborazioni fra gli interventi artistici e nuovi organizzatori.

Per ulteriori informazioni www.aarfest.it – info@aarfest.it

Lascia una risposta

Please enter your comment!
Please enter your name here