Il mio è un lavoro magnifico. Non ci sono mai orari, i fine settimana si passano spesso in teatro invece che con gli amici al bar o al cinema, ma il mio è un lavoro meraviglioso.
Ed è bello svegliarsi la mattina e andare a guadagnarsi il pane, con il sorriso sulle labbra.
Non sempre, è ovvio, sono umana anche io e a volte ci sono proprio quei giorni che no, che vorresti solo chiuderti in casa a bere the caldo e guardarti tutte le serie di Doctor Who senza mai alzarti dal divano, ma posso ritenermi fortunata a fare una cosa che mi piace.

Ieri sera ne ho avuto l’ennesima conferma. Ho assistito alla prova generale del primo episodio di Ufficio Ricordi Smarriti, spettacolo teatrale curato e diretto da Rita Maffei e che ha coinvolto attori non professionisti.
Questo è un esperimento iniziato l’anno scorso, quando Rita aveva proposto ai cittadini di Udine, di essere loro per una sera, i protagonisti di uno spettacolo, raccontando la nostra città (N46°-E13°). In tantissimi hanno risposto, più di 40, un lavoro di regia non indifferente, considerando che appunto, nessuno era un attore professionista. Ve lo immaginate?

“I ragazzi” (hanno un’età che varia dalle scuole scuole medie alla pensione) si sono appassionati, si è creato un bel gruppo, e sono stati coinvolti anche in un secondo spettacolo presentato durante l’estate 2017 al Mittelfest (EU Europa Utopia / Lady Europe 2.0).

Quello che invece portano per questa stagione di Teatro Contatto 36, è uno spettacolo sul tempo, sulla memoria: Ufficio Ricordi Smarriti, è il titolo, 7 episodi in replica ognuno 9 volte durante tutta la stagione, passerete letteralmente da una stanza della memoria all’altra. Ci sarà chi vi farà ridere, chi vi farà commuovere, chi vi riporterà indietro negli anni e un suo ricordo vi coinvolgerà in prima persona. Storie, di madri, padri, nonni, zii, figli, momenti realmente accaduti che a volte, a pensarci, vengono i brividi.
Io sono una dalla lacrima facile, ormai è noto e risaputo, ma ieri sera mentre ero la spettatrice di turno, un paio di persone avrei voluto correre ad abbracciarle.
Tenerona.

Come funziona?
Questo è il bello: si entra uno ad uno (non è uno spettacolo interattivo come fanno quei comunisti di Contatto, non spaventatevi, dovete solo sedervi ed ascoltare!), verrete accompagnati in un percorso di mezz’ora, e qui devo aggiungere: onore e lode a Luigina Tusini (e a chi l’ha aiutata), perchè la scenografia è magnifica.
E mannaggia che non posso dirvi di più, o vi tolgo la sorpresa!

C’è da dire, che lavorando in CSS da un paio d’anni, diverse persone che vedrete recitare io le conosco, qualcuno solo di vista, qualcuno è amico di facebook, con qualcuno ho fatto serate al Bar Lume a ballare fino a che non era ora di tornare a casa. E’ emozionante scoprire un pezzo di più della storia di ognuno di loro, è bello vedere delle persone appassionate, emozionate e agitate prima del debutto.
E’ straziante ascoltare alcune vicende.
Si stringe il cuore a leggere vecchi diari.
L’amore che unisce le famiglie o vecchie questioni irrisolte, un sorriso a leggere il corsivo, quando ormai siamo abituati ad usare solo la tastiera di un computer.

E oh, sono bravi.
Sarà perchè ci mettono il cuore, ma questa mezz’ora di spettacolo a 5 euro l’ingresso, concedetevela. 

“Se siamo ciò che ricordiamo e ciò che gli altri ricordano di noi, cosa può accadere se perdiamo un ricordo? Attraverso l’esperienza teatrale, cerchiamo la chiave per ricordare chi siamo, i pezzetti smarriti di chi siamo stati, di chi saremmo potuti essere e di chi potremo ancora essere. Verranno regalati ricordi altrimenti impossibili da vivere, saranno ritrovati ricordi altrimenti persi per sempre, saranno creati ricordi altrimenti inesistenti”

Episodio 1
7-8-9 dicembre
11-12-13 gennaio
1-2-3 febbraio

Episodio 2
14-15-16 dicembre
18-19-20 gennaio
8-9-10 febbraio

Episodio 3

21-23 dicembre
25-26-27 gennaio
15-16-17 febbraio

Episodio 4
22-23-24 febbraio
15-16-17 marzo
5-6-7 aprile

Episodio 5
1-2-3 marzo
22-23-24 marzo
12-13-14 aprile

Episodio 6
8-9-10 marzo
29-30-31 marzo
19-20-21 aprile

Episodio 7
10-11-12 maggio
17-18-19 maggio
24-25-26 maggio

BIGLIETTERIA TEATRO CONTATTO
Udine, Teatro Palamostre, piazzale Paolo Diacono 21
tel +39 0432 506925   fax +39 0432 504448
biglietteria@cssudine.it 
www.cssudine.it
Orario: da martedì a sabato ore 17.30 – 19.30

Condividi
Articolo precedenteA spasso per il FVG – capitolo 5
Articolo sucessivoBudapest Festival Orchestra al Giovanni da Udine
Alessandra
Nata nel 1982 con un peso di 2kg e 240 grammi, negli anni ha recuperato grazie alle nonne ed alla passione per il buon cibo. Una laurea in Studi Europei, un erasmus alle spalle, la voglia di partire sempre in tasca e una cicatrice sul polpaccio sinistro. Si sente nuda se non indossa un paio di orecchini. Colore preferito: rosso. Colore preferito dei capelli: variabile. Cocktail: Godfather. Pandoro o panettone: pandoro. Non sopporta Maurizio Costanzo, Renzo Arbore, la zucca, l’uvetta e il test di Cooper. Ama la musica, i libri, il teatro, gli accenti stranieri e il ragù.

Lascia una risposta

Please enter your comment!
Please enter your name here