Ci vorrà ancora un po’ di tempo prima che la situazione torni normale e sicuramente viaggiare all’estero sarà una delle ultime cose che si potranno fare.
Ma lo sappiamo, l’Italia è splendida l’Italia, il bel Paese, l’Italia, pasta, pizza e mandolino. L’Italia, “allora qui mi incazzo, son fiero e me ne vanto, gli sbatto sulla faccia cos’è il Rinascimento”!

Perchè è proprio così, l’Italia è davvero tutto un pizza e mandolino, le vostre stories Instagram e gli appuntamenti sul balcone lo dimostrano. Ma è anche molto, molto di più e fortunatamente lo sappiamo bene.
E siccome si fa un gran parlare di vacanze in Italia per risollevare l’economia della nostra nazione, è giusto che ognuno di noi faccia pubblicità alla propria regione, alla propria città, al proprio territorio.

Così, pochi giorni fa la mia amica Elisa ha scritto questo messaggio a me e ad altre persone sparse per lo stivale: “Alcuni conoscono già il mio blog di viaggi (lisoladielisa.com), creato per passione e non per farci soldi. Vorrei adesso creare una nuova pagina legata proprio alle realtà italiane che non si conoscono, mete e destinazioni nascoste che non vengono prese in considerazione”

AH! E secondo voi Blud cos’ha fatto? Ha accettato la sfida e potete trovare on line già da un paio di giorni, alcuni dei primi suggerimenti su Udine, la città che non ti aspetti con qualche consiglio su cosa fare e vedere a Udine e dintorni.
L’isola di Elisa sta raccogliendo testimonianze di amici e parenti sparsi per lo stivale, per mostrare le meraviglie di questa nazione.
Prossimamente seguiranno alcuni consigli anche sulle altre zone del FVG, ci sarebbe tantissimo da scrivere… ma in particolare, perchè venire a Udine città?
Beh.

La città

Se ogni tanto vi è capitato di camminare a Udine, in centro o prima periferia del centro, guardandovi in giro e magari anche alzando lo sguardo verso i tetti degli edifici, ve ne sarete già accorti. Udine ha dei palazzi meravigliosi, spesso snobbati. Oppure semplicemente, li abbiamo sotto il naso ogni giorno e non ci rendiamo conto dei piccoli gioiellini nascosti.
Personalmente, sono molto affascinata dalle ville in stile Liberty, ce ne sono tantissime e ho sempre sognato di viverci un giorno.
Per non parlare dei locali storici, uno su tutti, il più bello in assoluto sia per la posizione che per i suoi coloratissimi interni, il Caffè Contarena.

Il Tiepolo

Incredibilmente la maggior parte degli abitanti di Udine non ha mai approfittato del fatto di avere gli affreschi del Tiepolo in casa, io per prima ho fatto vista al museo quando ero in AEGEE, un associazione universitaria che portava studenti stranieri a visitare la città.
In pratica è dovuta venire gente da fuori, per farmi conoscere il Tiepolo!
Giambattista Tiepolo è uno dei maggiori pittori del Settecento veneziano.

Tiepolo è famoso anche per la vivacità di tutti i suoi colori, soprattutto del rosa, che si riferisce certamente alle nuvole dell’alba e dell’imbrunire, ma anche agli incarnati e agli abiti. Un colore che ispirò il libro di Roberto Calasso, “Rosa Tiepolo”

UdineToday

Il Museo diocesano e gallerie del Tiepolo è stato fondato nel 1963, con l’obiettivo di
conservare e valorizzare i beni culturali ecclesiastici dell’arcidiocesi.
Magnifico vero? Appena riapriranno i musei, il consiglio  quello di andarci veloci veloci!

View this post on Instagram

La "Galleria degli Ospiti", affrescata da Giambattista Tiepolo tra 1727 e 1729 con scene tratte dall'Antico Testamento, ed in particolare dalle storie dei patriarchi Abramo, Isacco e Giacobbe, è uno degli ambienti del piano nobile del Palazzo Patriarcale di Udine decorati dal celebre pittore veneziano, e perciò ribattezzati "Gallerie del Tiepolo". — . . . — (@museodiocesano_udine). — . . . — {#art #arte #arthistory #historyofart #masterpiece #artpiece #architecture #architettura #rococo #rococò #museodiocesanodiudine #galleriedeltiepolo #udine #friuliveneziagiulia #italia #italy #heritage #culture #patrimonio #cultura #bellezza #beauty #beniculturali #giambattistatiepolo #tiepolo}

A post shared by Arte & Cultura (@_arteecultura_) on

L’enogastronomia

Neanche da dire, non mi soffermerò a lungo sul tema perchè tutti noi sappiamo che il Friuli Venezia Giulia è terra di vini ma non solo. E anzi, ribadisco il concetto di #iocomprofvg che abbiamo citato parlando di Spesa consapevole.
Con tutto il cibo che produciamo in questi giorni per tenerci impegnati in qualcosa, la maggior parte di noi dovrà chiedere aiuto al Dottor Nowzaradan. Ma diciamoci la verità, non diventeremo ciccioni da Burger King per il semplice fatto che la cultura italiana ce lo impedisce.
Nel caso specifico, in FVG possiamo acquistare prodotti locali da leccarci i baffi: frico, pitina, formadi frant,San Daniele, Montasio, aglio di Resia, Cottotrieste, radic di mont, rosa di Gorizia, pan di sorc, cipolla di Cavasso, verdure, legumi, miele, olio, vino, vino, vino… se dobbiamo essere ciccioni, almeno facciamolo pensando ad aiutare le aziende friulane dell’agroalimentare e con una spesa consapevole.
Non mi pare ci possa andare poi così male!

La posizione geografica

Venire in vacanza in Friuli Venezia Giulia, significa poter passare dal bellissimo mare trasparente di Trieste, Duino e Sistiana, a quella meraviglia del piccolo centro storico di Grado, per poi risalire verso le città di Udine e Pordenone e andare alla scoperta di montagne innevate, verdi colline, laghi alpini e borghi storici come Venzone, Erto e Casso, e Poffabbro. Per non parlare della storia di Gorizia, una città divisa da un muro smantellato del tutto solo nel 2004.
E ho menzionato solo alcuni dei luoghi che meriterebbero ma fatemi ancora ricordare uno su tutti: i laghi di Fusine, orgoglio della nostra regione.
Nondimeno, viviamo in una terra di confine e da Udine, andare alle terme a Klagenfurt in Austria o a visitare il castello di Bled in Slovenia, è davvero poca strada.
Tutto il Friuli Venezia Giulia è una terra ricca di storia e bellezze paesaggistiche.
Qualche tempo fa mi sono comprata la Lonley Planet del FVG e secondo me nemmeno loro sono riusciti ad elencarle tutte, figuratevi io cosa posso fare nel mio piccolo… ma insieme possiamo farcela!

Segnalateci cosa bisogna assolutamente visitare in FVG, e dove andare, in quali località soffermarsi, quali possono essere i possibili percorsi turistici on the road in Friuli Venezia Giulia.
Sono sicura che avete molto da raccontare, scriveteci a info@blud.life!

https://www.instagram.com/p/B9rQh7HqQXg/

Lascia una risposta

Inserisci il tuo commento
Perfavore inserisci il tuo nome qui