Se state cercando qualche idea per le vacanze estive senza considerare il centro italia, ripensateci.

Cercando una tappa intermedia come pausa dal lungo viaggio in Puglia, sono incappato nelle Marche o giù di li. Dopo qualche messaggio ad amici e conoscenti  abbiamo deciso di fare una sosta nel Parco Naturale del Conero per poi fermarci definitivamente (Puglia rimandata).

Viaggio nelle Marche

Grazie anche ad un amico che casualmente si trovava proprio lungo la nostra ideale via verso il tacco dello stivale, siamo arrivati a Portonovo, cuore del promontorio a sud di Ancona. Falesie bianche, faraglioni calcarei e Ripidi pendii ricchi di vegetazione a picco sul mare, tutto intorno  colline verdeggianti e paesini arroccati sulle alture che sovrastano le spiagge con piazze e balconi : questo e il parco naturale del Conero

Si possono trovare spiagge di qualsiasi tipo, quelle piu interessanti, sono composte da piccoli sassolini e scogli rocciosi,  ma non mancano stabilimenti balneari dalle lunghe spiagge dorate, tanto meglio, cosi la gran parte dei turisti è la!

Portonovo è un luogo alquanto singolare per una località balneare. Un intrigo di strade immerse in bosco di leccio, tipico della macchia mediterranea, sfocia in un piccolo parcheggio, ristoranti sulla spiaggia, surf school  e soprattutto un camping.

La rustica sistemazione è l’ideale  per chi ha una tenda o un piccolo furgone. Alti alberi provvedono all’ombra mentre a 50 metri di distanza si trova la spiaggia. Il posto è piccolo ma molto carino e si può trovare veramente tutto, ristorantino, bar, giochi per bambini, fruttivendolo ecc. Prezzo per  notte in media stagione 7,50 euro a persona e 10,00 euro per il furgone.

Dal campeggio è possibile camminare lungo la spiaggia per molto in entrambe le direzioni. La parte sicuramente più suggestiva è la famosa vela di Portonovo. Un grosso scoglio che dista esattamente 60 metri della costa, e lo so perché visto che c’ero ho montato una slackline! Qui è un incanto  vedere il tramonto.

Una bella gita da fare è sicuramente alla Spiaggia delle Due sorelle, altri due grossi faraglioni nel mezzo del promontorio si stagliano come a voler guardare la costa Croata. Qui si arriva tramite barca (20 euro A/N) da Numana, oppure nel nostro caso a piedi. Il sentiero non è assolutamente da sottovalutare, in un ora circa sia arriva ad un passo e poi 30 minuti sono necessari per scendere il ripido sentiero che da accesso  alla spiaggia, sono necessarie scarpe da trekking.  La cosa positiva del camminare è che alle 15.30 (in alta stagione alle 17.00) la barca viene a riprendere le persone, questo comporta che in tutta la spiaggia, che non è proprio piccola, dopo quell’ora ci siano 10 persone. Molto bene!

Come alternative alla spiaggia una visita la merita sicuramente Sirolo da dove è possibile ammirare dall’alto tutto il parco. Ma non dimentichiamoci delle nostre radici e degli studi scolastici, poco distante infatti c’è Recanati. Stupendo paesino sui colli (irti!) ricco di artigianato e ovviamente casa del poeta Giacomo Leopardi. Una visita alla casa merita proprio, dura un ora ed è guidata. Non merita invece la mostra di reperti sotto la casa.

Se infine volete cambiare scenario per un giorno potete visitare le gole di Frassassi, a meno di un ora di macchina da Ancona. Qui sicuramente merita una visita alle grotte(15.50 euro l’ingresso, la visita dura un ora e mezza), per prendere un po’ di fresco e osservare cosa la natura a saputo costruire in milioni di anni.

Infine particolarmente interessante sempre nei pressi delle gole è il paesino di Fabriano. Qui scoprirete veramente molto al museo della carta e della filigrana ma anche il paese in sé merita per sognare di  immergersi in un clima medioevale.

Insomma, un posto senza pretese, che non ha bisogno di sfoggiare, è bello cosi come è, semplice, per una vacanza a misura d’uomo a contatto con la natura.

Enjoy vanlife!

Marco Milanese e Elisa Borlini

sirolo vela tramonto piazza sabato del villaggio highline vela io elisa tramonto eli tre sorelle eli tessuti due sorelle colle buongiorno a sud

Lascia una risposta

Please enter your comment!
Please enter your name here