VicinoLontano 2017
La Biblioteca dei libri in cammino – Casa Cavazzini 12 maggio 2017 ore 10.00

Interessante. Sconvolgente. Un colpo al cuore.
Ed è allucinante che una semplice (per modo dire) realtà, raccontata da chi ha visto, sia così forte.

Almeno per me queste sono state le emozioni emerse stamattina in Casa Cavazzini, in occasione de “La biblioteca dei libri in cammino”, evento organizzato dalla Biblioteca Civica di Udine e Damatrà onlus, quando Beppe Casales ha parlato di Idomeni, Grecia. Mai sentita? Io sì, ma in modo quasi casuale. Capiamoci, non è che io viva solo nel “mio mondo”, ma ammetto la mia colpa nel rifuggire telegiornali e affini, nel sentire i titoli e raramente approfondire BENE le notizie. Bene in maiuscolo perché effettivamente, per capire veramente come si svolgono fatti e situazioni, ascoltare una sola voce non basta; leggere un solo articolo e pensare di aver capito tutto? Nah. È impegnativo, porta via tempo, e io ho già le mie cose da fare.

E allora capita che, facendo la volontaria per VicinoLontano, queste “situazioni” così tanto lontane dal mio vivere quotidiano mi si piazzino davanti agli occhi. E allora penso. Un pensiero fugace, che trova un’ora di tempo tra i miei mille impegni, e mi lascia …non so nemmeno io come. Ma posso dire che durante quella misera ora i miei occhi non erano completamente asciutti.

Questo attore-scrittore, di cui non avevo mai sentito parlare prima, è qui davanti a me, e mi racconta la sua esperienza. Comincia con una spiegazione generale della situazione nota a tutti e poi approfondisce. E parla di persone, di “altri” come noi, che di fronte alla necessità di sopravvivere e farsi forza nella speranza di una realtà migliore di quella che stanno vivendo, vanno avanti. Stando fermi. Aspettando che un confine si apra.

15000 persone accampate nei pressi di un paesino che fino a poco prima ne contava 150.
15000 persone che nel bisogno trovano il modo di aiutarsi reciprocamente, di condividere.
15000 persone che di necessità fanno virtù.
Le cose poi evolvono, entrano in azione associazioni grandi e piccole di volontari, governi e politiche varie.

Ecco, in merito alla parte governativa/politica ritengo di non saper abbastanza per formarmi un’opinione da scrivere pubblicamente. Però mi chiedo, siamo realmente arrivati a un punto in cui è solo l’apparenza ad essere rilevante? Ho sempre pensato che il modo in cui viene esposto un argomento, di qualunque genere, abbia molta importanza. Ci sono modi diversi dire la stessa verità, aspetti diversi da sottolineare o mascherare. Ma davvero ci fermiamo solo al titolo? Davvero io merito di avere delle possibilità e tu…mah, non lo so, perché mica ti conosco, eh? Mica so io se tu sei una brava persona, se vali. Almeno quanto me.

GdM

Venerdì 12 maggio 2017
Teatro San Giorgio
Ore 20.45
WELCOME, di e con BEPPE CASALES

Ref:
Dal sito VicinoLontano: http://www.vicinolontano.it/ospiti/casales/
Sito di Beppe Casales: https://www.beppecasales.com/

Foto presa da http://www.vicinolontano.it/

Condividi
Articolo precedenteA spasso per il FVG – capitolo 1
Articolo sucessivoThe Space Between
Greta
Sognatrice, istintiva, testarda, aggressiva, sensibile, empatica. Una semplice contraddizione, bastian contrario. Estrema in ogni emozione, visione, situazione. Curiosa, divoratrice di libri, amante delle liste e delle parole e del silenzio. Cantante, scrittora, scarabocchiatrice. Friulana orgogliosa della sua terra e tradizioni. Una vena vagabonda nell’animo, che la spinge a interessarsi a tutto ciò che ancora non ha visto ma vorrebbe tanto. Il suo viaggio ideale è più o meno ovunque, con una leggera predilezione per i paesi freddi e un on-the- road a bordo di un vecchio maggiolone cabrio… Un giorno forse riuscirà a viaggiare leggera, evitando di chiocciolare stipando in valigia mezza casa perché “non si sa mai”

Lascia una risposta

Please enter your comment!
Please enter your name here